diredonna network
logo
Stai leggendo: 5 trucchi anti-spreco

Arriva il "gelato all you can eat". Con 5 euro ne mangi quanto vuoi

Tenetevi forte: apre il primo Nutella Café del mondo!

Oreo lancia il concorso social: mezzo milione a chi reinventa il biscotto cult

Cipolline in agrodolce

Rame di Napoli

Baci di Alassio

Filetto alla Rossini

Speculoos

Mosaic sushi: su Instagram il nuovo trend direttamente dal Sol Levante

Carne alla Genovese

5 trucchi anti-spreco

Parlavamo circa un mese fa di sprechi alimentari e riutilizzo culinario degli avanzi, in vista delle festività natalizie. Oggi aggiungiamo un piccolo tassello alla gestione familiare del cibo parlando di alcuni trucchi per la conservazione degli alimenti. Perché una delle principali fonti di spreco è proprio la cattiva gestione di quello che compriamo.
5 trucchi vs lo spreco

Occhio all’etilene!

I frutti climaterici sono quelli che continuano la loro maturazione anche una volta tolti dalla pianta. È proprio nella fase finale della maturazione che producono un gas, l’etilene, talvolta in grandi quantità. L’etilene a sua volta stimola la maturazione anche degli altri frutti climaterici che si trovano vicino, innescando un processo a catena che rischia di far maturare troppo in fretta la frutta nel nostro portafrutta o nella dispensa. È una cosa da considerare se dobbiamo conservare mele, banane, albicocche, fichi, cachi, kiwi, agrumi, ananas, ma anche melanzane, peperoni e zucche.

5 trucchi vs lo spreco

Occhio all’umidità e alla temperatura!

Aglio e cipolla infatti tendono a germinare se posti in ambienti con temperature superiori ai 10 gradi e umidità adeguata. È opportuno quindi conservarli in cantina, se possibile, in modo da evitare la formazione di getti. In mancanza di un ambiente fresco, è possibile tenere aglio e cipolla in dispensa, meglio se all’interno di sacchetti di carta che li lascino respirare ed evitino la formazione di marciumi.

5 trucchi vs lo spreco

 Occhio alla luce del sole!

Le patate in questi casi tendono infatti a formare macchie verdastre ricche di solanina, sostanza tossica per il nostro organismo. Lo stesso succede nel caso in cui le patate inizino a germogliare. Anche in questo caso l’ambiente ideale è la cantina, al riparo dalla luce del sole e dalle alte temperature. Se conservate in casa è sempre meglio stivarle in ambienti bui e asciutti, oltre che consumarle velocemente. Il consiglio è quindi quello di comperarne piccole quantità per volta.

5 trucchi anti-spreco

Occhio all’alluminio!

L’alluminio è un metallo straordinario in cucina, soprattutto nelle pentole, grazie alla sua grande capacità di condurre il calore. È anche un metallo sicuro dal punto di vista alimentare, ma è meglio evitare di utilizzarlo per conservare cibi molto acidi. In questi casi infatti è possibile, soprattutto se il contatto è prolungato, che la pellicola di ossido che protegge l’alluminio si sciolga, rendendo il metallo facilmente attaccabile. La conseguenza è che rischiamo di ingerirlo, cosa sconsigliabile visto che è tossico per il sistema nervoso centrale.

5 trucchi vs lo spreco

Occhio alla posizione in frigo!

Ogni frigorifero che si rispetti ha il suo portauova, che i produttori piazzano sempre sulla porta. In realtà lì la temperatura è troppo alta. Meglio conservarle nella parte alta, dove fa più freddo. Riponetele a testa in giù, ossia con la parte più appuntita verso il basso. Se avete dei dubbi sulla freschezza delle uova, potete sempre fare la prova dell’immersione in acqua: più sono vecchie più tenderanno a galleggiare.