diredonna network
logo
Stai leggendo: Cake Design Mania: le basi per la realizzazione di Torte Grandiose

Cake Design Mania: le basi per la realizzazione di Torte Grandiose

Il gusto che fa tendenza.Conoscere le ricette e le basi per entrare a far parte del dolce mondo delle cakes: dalle tipiche torte americane alle più tradizionali basi italiane.
cakedesign-torta-re-leone

La tendenza made in England che ha travolto l’Italia intera non accenna a placarsi, il cake design sta facendo impazzire proprio tutti! Semplificare il concetto di ”Cake Design” traducendolo in ‘‘decorazione di torte” è quasi un peccato capitale, alle radici di questa vera e propria professione ci sono qualità personali e capacità tecniche necessarie.

Chi è quindi un cake designer? Un professionista, certo, ma non solo. Sono tantissime le casalinghe (ad esempio), ma anche semplici appassionate/i che hanno dato via libera alla propria vena artistica cimentandosi in vere e proprie opere d’arte.

Progettare, disegnare, elaborare, modellare e infine realizzare una torta che materializzi il sogno di qualcuno e lo lasci a bocca aperta è una delle esperienze più soddisfacenti che si possa immaginare.

Allora perchè non provarci ?

 

Le basi

Nella tradizione anglosassone e americana gli impasti per la ottimale realizzazione di torte decorate sono basi piuttosto compatte e che non tendono a sbriciolarsi , proprio per assicurare il massimo sostegno alle pesanti decorazioni in pasta di zucchero (pdz) e ai numerosi piani di cui le torte sono composte.

Le basi più usate nei paesi che vantano la nascita di questa arte dolciaria sono :

  • La Madeira Cake (base bianca)
  • La Mud Cake (base al cioccolato)

Io personalmente non utilizzo le classiche basi precedentemente citate poichè amo fondere alla bellezza estetica tutto il sapore e il gusto tipicamente italiano (sia nelle basi sia nella farcitura).

Ecco quindi le ”mie” basi, l’equilibrio perfetto che ho trovato dopo mille prove ed esperimenti, un’alternativa made in Italy per torte non solo belle ma sopratutto buone!
Pan di Spagna di Marilyn C. (base bianca)
pandispagna
L’unico trucco per un Pan di Spagna perfetto è la pazienza. Pazienza di aspettare che le uova e lo zucchero montino fino a ”scrivere” (sollevandone un po’ con il cucchiaio e lasciandolo ricadere deve rimanere in superficie) e pazienza di incorporare la farina con calma senza smontare il composto.Per una teglia tonda diametro 26 cm
Ingredienti:
6 uova grandi (a temperatura ambiente)
240 gr di farina 00
210 gr di zucchero
1 bustina di lievito
Procedimento:
  1. Montare le uova (toglierle dal frigo almeno 1 ora prima) e lo zucchero alla massima potenza per 15 minuti o comunque fino a quando il composto ”scrive’. (Se non avete la planetaria potete tranquillamente farlo con uno sbattitore elettrico abbastanza potente).
  2. Incorporate la farina setacciata con il lievito poco per volta. (Il lievito va aggiunto con l’ultimo cucchiaio di farina). Incorporatela con una spatola o un cucchiaio con movimenti delicati dal basso verso l’alto  facendo attenzione a non smontare il composto.
  3. Imburrate e infarinate la tortiera (oppure utilizzate uno staccante spray) e versateci il composto. Infornate a 160° a forno statico per circa 30′ (fate sempre la prova stecchino evitando di tirare completamente fuori dal forno la torta). Fate riposare il Pan di Spagna nel forno semiaperto per circa 5 minuti prima di tiralo fuori.
Torta Moretta (base al cioccolato)
torta-moretta
Per una teglia tonda diametro 26 cm.
Ingredienti:
6 uova medie (a temperatura ambiente)
300 gr di zucchero
300 gr di farina 00
70 gr di cacao amaro
180 ml di latte intero
120 ml di olio di semi
1 bustina e mezzo di lievito
1 bustina di vanillina
Procedimento:
  1. Montare le uova e lo zucchero alla massima potenza  per 15 minuti.
  2. Aggiungere a filo il latte e l’olio, mescolando con una spatola delicatamente per non smontare il composto.
  3. Setacciare insieme la farina, il cacao, la vanillina e il lievito ed aggiungerli un po’ alla volta mescolando con una frusta a mano dal basso verso l’alto.
  4. Foderare la teglia con la carta da forno ed infornare a 160° per 50′ a forno statico. (fate sempre la prova stecchino)

 

In ogni caso non aprire mai il forno durante la prima mezz’ora di cottura.