diredonna network
logo
Stai leggendo: Allarme Cioccolato: Il Cacao Sta per Finire, Ne Mangiamo Troppo?

Ecco di cosa sa l'Unicorn Frappuccino di Starbucks

Guarda che ti mostro come fare il latte... di unicorno

Spaghetti Donuts: la ricetta della nuova tendenza virale

Crostata di pesche

Crostata senza burro

Cotoletta alla palermitana

Pizza parigina

Arrosticini

Patate alla lionese

Harissa

Allarme Cioccolato: Il Cacao Sta per Finire, Ne Mangiamo Troppo?

Golose di tutto il mondo uniamoci davanti a questa triste notizia: il cioccolato sta per diventare un bene di lusso e al mondo se ne consuma troppo. Ecco quali saranno le negative conseguenze.
Il Mondo Dirà Addio Al Cioccolato: Ecco Perchè

Cattive notizie per tutte le golose.

Avete notato come, negli ultimi anni, il prezzo del cioccolato sia diventato molto più alto?! Non è una questione di crisi o colpa dell’euro.

La ragione che sta alla base di questa crescita economica è peggiore di quanto pensiamo.

Estremizzo, certo, ma è realtà che al mondo viene consumato troppo cioccolato e per questo motivo le riserve mondiali di cacao iniziano a scarseggiare.

L’allarme è stato lanciato dalla multinazionale statunitense Mars Inc. e dal colosso Barry Callebaut, il maggior produttore di cioccolato al mondo, con sede in Svizzera.

Il prezzo del cacao è infatti aumentato di circa il 25%. Ora come ora il cacao vale 3mila euro circa a tonnellata. Solo pochi anni fa era almeno mille euro inferiore.

Secondo gli esperti di economia il cioccolato sta per diventare dunque un bene di lusso, come il caviale e lo champagne, per capirci.

L’anno scorso è stato consumato più cioccolato di quello prodotto e entro il 2030 la proporzione tra domanda e offerta del prodotto potrebbe essere troppo elevata.

L’Organizzazione internazionale del Cacao, attiva da oltre 50 anni, dichiara:

“Le forniture di cacao a livello mondiale stanno per fronteggiare il più lungo deficit di produzione degli ultimi cinquant’anni”.

Oltre ad una richiesta troppo alta, a far aumentare i prezzi, anche la siccità e le epidemie che sempre di più colpiscono le piante di cacao. Molti agricoltori infatti hanno già spostato il loro lavoro in mercati più semplici come il mais e il caucciù.

I principali produttori di cacao ora sono messi alle strette e dovranno prendere presto decisioni che condanneranno il compratore: l’aumento di prezzo, la riduzione delle dimensioni delle barrette, cercare alternative chimiche, trasformando la cioccolata in mero prodotto “a base di cacao”. E questo sarebbe davvero un peccato.