diredonna network
logo
Stai leggendo: McDonald’s: Tutta la Verità sulle Patatine Fritte

Vai Pazza per il Sushi? Ecco 4 Modi Nuovi e Trendy per Gustarlo

Stasera Sushi o Hamburger? D'Ora in Poi Potremo Averli Entrambi in Un'Unica Ricetta!

Cibo da Fast Food: Che Cosa Non Ordinare Assolutamente

Le 10 Verità Sconvolgenti Che L'Industria Alimentare Ci Nasconde

5 Brutte Verità Sui Fast Food Raccontate Da Chi Ci Lavora

Novità Junk Food: in arrivo le patatine fritte al cioccolato

Bombe caloriche travestite da cibi sani

Ecco di cosa sa l'Unicorn Frappuccino di Starbucks

Guarda che ti mostro come fare il latte... di unicorno

Spaghetti Donuts: la ricetta della nuova tendenza virale

McDonald's: Tutta la Verità sulle Patatine Fritte

Patate, olio per friggere e sale: ecco gli ingredienti per fare le patatine fritte. Ma da McDonald's sarà lo stesso?
Fonte: web
Fonte: web

A casa mia per cucinare le patatine fritte servono tre ingredienti: le patate, l’olio (di qualità) per friggere e il sale.

Nulla di più semplice, no?

Beh, da McDonald’s le cose sono un poco più complicate: infatti le patatine fritte della celebre catena di fast food negli Stati Uniti d’America contengono 19 ingredienti, mentre qui in Italia solo (si fa per dire) 9.

Numeri che lasciano per lo meno sgomenti.

Certo, tutti sappiamo che quando scegliamo di mangiare da McDonald’s la qualità del cibo è quello che e che se vogliamo qualche pietanza sana e salutare siamo nel posto sbagliato.

Forse è proprio per quest’ultimo motivo che McDonals’s nell’ultimo periodo sta attraversando una crisi (negli Usa il trend delle vendite è negativo).

Fatto sta che la catena di fast food, per riconquistare i propri clienti, ha deciso di intraprendere una campagna di trasparenza, per rassicurarli sugli ingredienti utilizzati.

E non appena è stata resa pubblica la lista dei 19 ingredienti utilizzati per preparare le patatine fritte si è scatenato il caos.

Ma vediamo quale è questa lista, tenendo conto che alcuni ingredienti si ripetono due volte perché sono usati sia nella produzione delle patatine sia per la loro frittura:

  • Patate
  • Olio di colza
  • Olio di soia
  • Olio di soia idrogenato
  • Grano idrolizzato
  • Latte idrolizzato
  • Acido citrico
  • Dimetilsilossano
  • Destrosio
  • Olio di mais
  • Terz-butil-idrochinone (TBHQ)
  • Pirofosfato
  • Acido di sodio
  • Sale
  • Dimetilsilossano
  • Olio di soia
  • Olio di soia idrogenato
  • Olio di colza
  • Acido citrico

In pratica, una volta che le patate sono state lavate, vengono spruzzate con olio di colza, soia e soia idrogenata (ricordiamo che i grassi idrogenati portano gravi danni alla salute), vengono poi aromatizzate (e tra gli aromi uno sa di manzo… perché?) e infine per conservarle si usano siliconi.

Le patatine fritte di McDonald’s in America non sono quindi adatte ai vegetariani (aroma di manzo) e ai vegani (presenza di latte).

In Italia va un po’ meglio perché gli ingredienti sono 9 e le patatine sono un alimento vegetariano e senza glutine (ma comunque gli oli vegetali usati non sono di alta qualità ed è presente l’additivo alimentare E900).

Per le patatine:

  • Patate
  • Olio di girasole
  • Olio di colza
  • Destrosio
  • Stabilizzante difosfato disodico

Per la frittura:

  • Olio di girasole
  • Olio di colza
  • Antischiumante E900
  • Sale iodato

Io da adesso le patatine fritte me le faccio da sola… voi cosa ne dite?