diredonna network
logo
Ricetta: Arrosticini

Arrosticini

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Arrosticini

Gli arrosticini sono un secondo piatto tipico della cucina abruzzese e sono molto diffusi sia in tutta Italia che all’estero. Sono composti da carne ovina in forma di spiedini lunghi circa 30 centimetri. Sono tipici della tradizione culinaria delle famiglie di pastori.

Gli arrosticini devo essere arrostiti sulla “furnacella”, un piccolo braciere dove la carne può essere cotta senza troppa difficoltà. Una volta preparati, non dovrete condirli ma potrete aggiungere degli aromi, come per esempio del rosmarino imbevuto in olio extravergine d’oliva e pepe. Seguiteci per scoprire come prepararli!

Quando preparare questa ricetta?

Gli arrosticini si preparano in occasione di un pranzo domenicale gustoso o per una cena sfiziosa fra amici.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa preparate la carne, quindi con un coltello ben tagliente eliminate il grasso e tagliate la carne in striscioline e, successivamente, a cubetti spessi circa 1 centimetro.

  2. 2.

    Infilzate gli stessi negli spiedini e proseguite in questo modo per tutti gli arrosticini che dovrete preparare. Fate scaldare bene una griglia di ghisa e oliatela leggermente in modo da rigirare bene gli arrosticini in cottura.

  3. 3.

    Ponetevi gli spiedini in superficie e cuoceteli per circa 1 minuto per lato. Gli arrosticini sono pronti quando avranno formato una golosa crosticina. Salateli e aromatizzateli con del rosmarino, quindi serviteli in tavola.

Varianti

Arrosticini di pollo

Sapevate che gli arrosticini possono essere preparati anche con il pollo? Vediamo insieme come procedere! Prendete il petto di pollo e tagliatelo prima a strisce e successivamente a cubetti, quindi infilzate gli stessi negli stecchi di legno.

Preparate una salsina con olio extravergine d’oliva, salsa di soia, sale, pepe, aglio, rosmarino, salvia e timo. Fate marinare gli spiedini per circa 1 ora, quindi cuoceteli su una griglia in ghisa rovente. A cottura ultimate salateli e serviteli in tavola accompagnandoli con vari tipi di salse.

Arrosticini di calamari

Gli arrosticini di calamari sono una varietà più leggera della conosciutissima ricetta. I calamari vengono tagliati a cubetti della stessa dimensione e vengono mescolati in una ciotola con dell’olio extravergine d’oliva, del pangrattato, del timo, del sale e del pepe in modo da far aderire meglio la panatura.

Friggeteli in olio ben caldo e, quando sono ben dorati, poneteli su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Serviteli in tavola ben caldi, accompagnandoli con delle salse.

Arrosticini di maiale

Gli arrosticini di maiale si preparano salando e pepando la pancetta fresca tagliata a cubetti e infilzandola negli spiedini, dopodiché si prepara una salsina a base di olio extravergine d’oliva, prezzemolo, aglio, sale e pepe.

Si cuociono in forno a 180° per 30 minuti, dopo averli spennellati con la salsa preparata. Serviteli in tavola ben caldi!

Curiosità e consigli

  • Gli arrosticini si consumano appena pronti.
  • Si conservano in frigorifero chiusi in un contenitore ermetico per al massimo 2 giorni.
  • Si sconsiglia la congelazione.
  • Non fate cuocere molto la carne altrimenti perderete il suo succo rendendola gommosa.
  • Non cuoceteli a fiamma alta altrimenti rischierete di bruciarli o di renderli troppo secchi.