diredonna network
logo
Ricetta: Arrosto di tacchino ripieno

Sponge cake

Funghi ripieni

Torta rovesciata all'ananas

Verdure al forno

Torta angelica

Pizza di scarola

Maiale in agrodolce

Pasta risottata

Insalata nizzarda

Fonduta di formaggio

Arrosto di tacchino ripieno

Dettagli ricetta

Preparazione

40 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 30 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Arrosto di tacchino ripieno

L’arrosto di tacchino ripieno è un piatto adatto al pranzo domenicale o a qualsiasi altra occasione festiva,  così come il tacchino ripieno al forno e l’alette di pollo piccanti.

L’arrosto di tacchino farcito è sempre l’idea perfetta per accontentare tutti gli ospiti.

In particolare in questa ricetta la fesa di tacchino viene farcita con peperoni arrosto, melanzane e prosciutto, ma voi potete dare ampio spazio alla vostra fantasia.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa lavate i peperoni e poneteli sulla leccarda del forno. Arrostiteli a 200° ricordando di girarli quando saranno abbrustoliti. Cuoceteli da tutte le parti, dopodichè sfornateli, lasciateli intiepidire e togliete la loro pelle, eliminando anche semi e filetti. Tagliateli a striscioline. 

  2. 2.

    Lavate la melanzana e tagliatela a fette di circa mezzo centimetro. Grigliatele su una bistecchiera ben calda da entrambe i lati. Srotolate la fesa di tacchino, salatela e distribuite le fette di melanzana arrostite. Ponete in superficie le fette di prosciutto cotto e, infine, i peperoni. Regolate nuovamente di sale. 

  3. 3.

    Arrotolate la carne nel modo più stretto possibile e legatelo ben stretto servendovi dello spago da cucina. Ponete dei rametti di rosmarino in superficie. In un tegame versate dell’olio extravergine d’oliva insieme al rosmarino. Aggiungete il rotolo di tacchino e fatelo rosolare da tutti i lati. 

  4. 4.

    Sfumate con il vino bianco e successivamente versate del brodo vegetale fino a che la carne sia coperta per metà. Ponete l’arrosto in forno a cuocetelo a 200° per circa 1 ora e 30 minuti. Per la prima ora di cottura coprite il tegame con un coperchio e negli ultimi 30 minuti toglietelo per farlo ben dorare.

     

  5. 5.

    Ricordate che a metà cottura dovrete bagnarlo con il suo fondo. Al termine sfornate e ponete l’arrosto su un piatto. Prendete il fondo di cottura, filtratelo e ponetelo in un pentolino per farlo ridurre. Per fare questa operazione dovrete aggiungere un pò di amido di mais o fecola di patate.

  6. 6.

    Tagliate a fette l’arrosto di tacchino ripieno dopo aver eliminato tutto lo spago e servitelo con il suo fondo di cottura.

Varianti

Arrosto di tacchino ripieno alle prugne

Per preparare l’arrosto di tacchino ripieno alle prugne dovrete salare e pepare la fesa di tacchino e disporre le prugne denocciolate all’interno. Successivamente dovrete arrotolare per bene la carne e legarla con dello spago da cucina. Infarinate tutto il rotolo e ponetelo in un tegame con poco olio extravergine d’oliva e burro bel caldi, dove avrete fatto ben appassire una cipolla affettata sottilmente. Regolate nuovamente di sale e pepe e sfumate il tutto con del buon cognac. Se vi piacciono in cottura potrete aggiungere delle mele tagliate in quarti. Cuocetelo per circa 1 ora e fate attenzione a che il fondo di cottura non si asciughi troppo.

 

Fesa di tacchino ripieno in crosta

Per quanto riguarda la fesa di tacchino ripieno in crosta la prima cosa che dovrete fare sarà arrotolare la carne e lardellarla con la pancetta. Profumatela con rosmarino e salvia. Fate rosolare la carne in burro e olio e regolate di sale e pepe. Unite un soffritto di sedano, carota e cipolla, dopodichè trasferite il tutto in forno a 180° per circa 30 minuti. Dopo circa 15 minuti dovrete sfumare il tutto con del vino e di tanto in tanto irrorare con il fondo di cottura. Una volta sfornata la carne, fatela ben sgocciolare e ponetela sulla pasta sfoglia rettangolare. Chiudetela per bene e praticate delle incisioni sulla pasta. Spennellate con dell’uovo e cuocete in forno a 200° per circa 20 minuti.

Rotolo di Tacchino, Mortadella e Frittata

In questa ricetta la prima cosa da preparare è la frittata. Dovrete aprire la fesa di tacchino a libro e batterla un pò tra due fogli di carta forno per non sfibrare la carne. Una volta che gli avrete dato una forma rettangolare regolare di sale e pepe e porre la frittata e la mortadella. Arrotolate per bene e legate il tutto con dello spago da cucina. Ponete la carne in un tegame dai bordi alti insieme ad olio extravergine d’oliva e aglio. Fate rosolare la carne su tutti i lati per farla sigillare e sfumate il tutto con del buon vino bianco. Per i primi 15 minuti cuocete il rotolo con un coperchio, dopodichè togliere il coperchio rigirando spesso il rotolo fino a che il vino sia ben evaporato. Togliere la carne da fuoco e farla riposare per circa 5 minuti. Eliminate lo spago da cucina, tagliate la carne a fette e servite il rotolo insieme al suo fondo di cottura.

Curiosità e consigli

  • Se volete dare un tocco di sapore in più, una volta che avrete ottenuto il rotolo ricopritelo con fette di prosciutto crudo. 
  • È un piatto che può essere preparato anche il giorno prima e scaldato al momento di servire insieme al suo fondo di cottura.
  • Si conserva in frigorifero chiuso in un contenitore ermetico per circa 1-2 giorni.
  • Se utilizzate della carne che è già stata congelata, non potrete ricongelarlo. 
  • Per non far formare grumi all'amido di mais che serve a restringere il fondo di cottura, scioglietelo prima in poca acqua o brodo. 
  • Se non vi piace la carne di tacchino potrete sempre provare l'arista di maiale o l'arrosto di vitello.