diredonna network
logo
Ricetta: Calamarata

Calamarata

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Calamarata

La calamarata è un primo piatto a base di pesce tipico di Napoli. Prende questo nome perché il formato di pasta è simile agli anelli di calamari. Il suo condimento è di base molto semplice e tende quasi sempre a richiamare i sapori mediterranei. Sono previsti l’utilizzo di pomodorini, prezzemolo, aglio e peperoncino, ovviamente oltre ai calamari che non devono subire una cottura prolungata per non farli diventare duri e gommosi.

La calamarata può essere servita appena pronta oppure terminando la cottura in forno, meglio ancora se effettuata in un cartoccio in modo che la presentazione sia il più scenografica possibile. Pronti a scoprire la ricetta insieme a noi? Seguiteci!

Quando preparare questa ricetta?

La calamarata si prepara in occasione di un buon pranzo a base di pesce.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa pulite i calamari come di consueto e sciacquateli sotto l’acqua corrente, quindi tagliateli ad anelli mantenendo la forma della pasta per quanto possibile. Tritate finemente il peperoncino fresco e l’aglio sbucciato e schiacciato.

  2. 2.

    Lavate e tagliate i pomodorini a spicchi e metteteli da parte. In una padella con l’olio extravergine d’oliva unite l’aglio e il peperoncino tritati e fateli soffriggere per circa 5 minuti, quindi unite i calamari e lasciateli rosolare. Sfumate tutto con del vino bianco e unite anche il concentrato di pomodoro.

  3. 3.

    Quando il vino sarà evaporato unite i pomodorini e regolate di sale e pepe. Fate cuocere i calamari per circa 15 minuti a fuoco medio e quando il sugo sarà pronto aggiungete il prezzemolo fresco tritato, mescolate bene il tutto e spegnete il fuoco. Lessate la pasta e scolatela a metà cottura, mantenendo l’acqua di cottura.

  4. 4.

    Versate la pasta nel tegame con il condimento e riaccendete il fuoco. Versate un mestolo di acqua di cottura e amalgamate bene il tutto. Spegnete il fuoco e servite la calamarata ben calda in tavola!

Varianti

Calamarata siciliana

La calamarata siciliana si prepara pulendo i calamari e sciacquandoli bene sotto l’acqua corrente. In una padella si versa l’olio d’oliva insieme all’aglio e al peperoncino, quindi si lavano i pomodori e di tagliano in quattro. Unite i calamari e i pomodori e regolate di sale, unendo l’acqua di cottura della pasta.

Nel frattempo scolate la calamarata e unitela al condimento. Mescolate molto bene e unite un trito di prezzemolo fresco e la scorza del limone grattugiata. Servitela in tavola ben calda.

Calamarata ai frutti di mare

La calamarata ai frutti di mare si prepara pulendo le vongole e le cozze. In una padella si fa scaldare l’olio extravergine d’oliva e si versano le cozze e le vongole per farle aprire. Filtrate il liquido di cottura e nel frattempo pulite le mazzancolle e i calamari.

Risciacquateli sotto l’acqua corrente e uniteli al resto del condimento. Nel frattempo cuocete la pasta al dente e scolatela, quindi unitela al tegame con i frutti di mare e unite il prezzemolo fresco tritato e l’aglio. A questo punto unite i pomodorini tagliati in quattro e allungate tutto con il liquido di cottura dei molluschi ben filtrato.

Mescolate molto bene e servite in tavola ben calda.

Calamarata con pesce spada

La calamarata con pesce spada si prepara eliminando l’osso centrale e la pelle al pesce e tagliatelo a strisce e successivamente a cubetti. Si lavano i pomodorini, si asciugano e si tagliano a metà, quindi si scalda l’olio extravergine d’oliva in un tegame insieme a uno spicchio d’aglio e si uniscono i pomodorini.

Si regola di sale e pepe e si uniscono i capperi, quindi si copre il tutto con un coperchio e si lascia cuocere per circa 20 minuti a fuoco dolce. A parte si fa rosolare il pesce spada e si regola di sale e pepe. Si sfuma tutto con il vino bianco e, nel frattempo, si cuoce la pasta in abbondante acqua salata.

Unite il pesce spada ai pomodori, scolate la pasta e versatela nel tegame con il condimento. Mescolate bene in modo da amalgamare tutti gli ingredienti e completate con il prezzemolo fresco tritato. Servite la calamarata con pesce spada ben calda.

Calamari ripieni

I calamari ripieni sono un secondo piatto molto gustoso e leggero che si prepara per una cena a base di pesce. Gli ingredienti vengono mescolati sapientemente per dar vita ad un ripieno con cui si andranno a riempire le sacche dei calamari.

Appena pronti si mettono in padella con olio extravergine d’oliva e aglio. Se volete conoscere la ricetta completa, ecco la nostra versione!

Curiosità e consigli

  • La calamarata si conserva in frigorifero chiusa in un contenitore ermetico per un paio di giorni.
  • Si sconsiglia la congelazione.
  • La calamarata è un formato che si presta bene anche con altri condimenti come per esempio altri ragù a base di pesce o una carbonara di verdure.
  • Se volete un piatto più scenografico, versate la calamarata in un cartoccio di carta forno e passatela al grill per qualche minuto.