diredonna network
logo
Ricetta: Cavatelli fatti in casa

Cavatelli fatti in casa

Dettagli ricetta

Preparazione

15 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 500 g. di cavatelli

Stagioni

Ingredienti

Cavatelli fatti in casa

I cavatelli fatti in casa sono un tipo di pasta fresca tipica più che altro del Sud Italia, più precisamente di regioni come il Molise e la Puglia. È un formato di pasta caratteristico soprattutto per la loro forma allungata e incavata verso l’interno.

Tale forma si ottiene semplicemente effettuando una leggera pressione con le dita della mano su un piccolo pezzetto di pasta. È una pasta che va sicuramente abbinata con un sugo di pomodoro semplice e ricotta salata o con un buon ragù di carne o ancora con sughi a base di verdure.

Quando preparare questa ricetta?

I cavatelli fatti in casa i preparano soprattutto per il pranzo della domenica. Sono ottimi abbinati con sughi di carne di pesce.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa disporre le farine su una spianatoia e al centro formate la classica fontana. Aggiungete l’acqua poco per volta e in ultimo unite l’olio. Impastate il tutto fino ad ottenere un impasto molto liscio e morbido.

  2. 2.

    Avvolgete il panetto ottenuto nella pellicola e lasciate riposare per almeno 15 minuti in modo che possa diventare ben elastico. Trascorso questo tempo, prendete un pezzo di pasta per volta e formate un cordoncino non troppo sottile.

  3. 3.

    Dividete il cordoncino di pasta in tocchetti di circa 1 centimetro di larghezza, quindi formate i cavatelli esercitando una leggera pressione e scavando il cavatello al suo interno, arricciandone i bordi.

  4. 4.

    Ponete i cavatelli così ottenuti su un vassoio spolverizzato di semola. I cavatelli fatti in casa sono pronti per essere cotti.

Varianti

Fregola sarda

La fregola sarda è una pasta tipica della Sardegna a base di farina di semola ed è molto simile al cous cous in quanto composta da tante piccole sfere. Difficilmente si trova al di fuori della Sardegna . Tradizionalmente viene consumata in minestre con brodo di carne o pesce ed ha forme irregolari.

Gnocchi di patate

Gli gnocchi di patate sono conosciutissimi in tutto il mondo e costituiscono un piatto molto semplice e sostanzioso. Hanno origini antichissime e possono essere preparate con farine e verdure differenti, come per esempio gli gnocchi di zucca.

Gnocchi di castagne

Gli gnocchi di castagne sono una variante dei famosissimi gnocchi di patate. Sono semplici e buonissimi e vengono preparati con la farina di castagne, che rende la preparazione molto buona. Per esaltare al meglio il sapore di tale preparazione normalmente si sceglie un condimento molto semplice come per esempio burro e salvia.

Pasta fresca all'uovo

La pasta fresca all’uovo è una ricetta molto antica che si tramanda di generazione in generazione. Da essa si ottengono piatti davvero molto buoni, ma per ottenere tali risultati bisogna preparare una sfoglia ad hoc e quindi seguire vari accorgimenti, primo fra tutti la spianatoia su cui la pasta viene impastata. Essa deve essere assolutamente di legno in quanto molto rugoso.

Curiosità e consigli

  • Se lasciate seccare molto i cavatelli, ricorate che questi richiedono più tempo di cottura e quindi dovrete controllarla assaggiandoli. 
  • Si consiglia di far seccare i cavatelli un paio d'ore prima di cuocerli, dopodichè tuffateli in abbondante acqua salata e cuoceteli per circa 7-8 minuti. 
  • I cavatelli si conservano in frigorifero per al massimo 4 giorni. Possono essere anche congelati ma dovrete fare attenzione, perchè prima andranno congelati separatamente per circa mezz'ora e solo dopo potrete riunirli tutti in un sacchetto. In questa maniera eviterete di farli attaccare fra loro. 
  • I cavatelli essiccati si conservano per un massimo di due settimane.