diredonna network
logo
Ricetta: Crema di Limoncello

Maiale in agrodolce

Sponge cake

Pasta risottata

Insalata nizzarda

Funghi ripieni

Torta rovesciata all'ananas

Verdure al forno

Torta angelica

Fonduta di formaggio

Pizza di scarola

Crema di Limoncello

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 20 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Crema di Limoncello

La crema di limoncello è un delizioso liquore a base di limoni e panna che differisce dal tradizionale limoncello proprio per la sua cremosità che lo rende un liquore goloso.

È un liquore che ha potenti capacità digestive e quindi risulta essere ottimo da servire alla fine di un abbondante pasto.

Per ottenere una crema di limoncello davvero buona, dovrete utilizzare degli ottimi limoni, meglio se del vostro alberello o comunque biologici. Vediamo insieme come fare per prepararlo e le sue possibili varianti altrettanto golose.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa lavate i limoni per bene cercando di eliminare tutte le evenutuali impurità. Con un pelapatate sbucciare tutti i limoni facendo attenzione a togliere solo la parte gialla perchè è quella che ci servirà.

  2. 2.

    Ridurre tutte le scorze di limone a listarelle o in piccoli pezzi, utilizzando un coltello di ceramica in quanto, come detto in precedenza, non andrete ad alterare le proprietà del limone. 

  3. 3.

    Porre le bucce in un contenitore a chiusura ermetica insieme all’alcool. Lasciatele a macerare per circa 3 settimane. Ricordate di agitare il barattolo di tanto in tanto.

  4. 4.

    Trascorso il tempo di macerazione procedere alla preparazione del composto di panna. In un pentolino portare a ebollizione la panna, il latte e la vanillina. Lasciar intiepidire il tutto dopodichè unire lo zucchero e mescolare per bene fino a che non sia ben sciolto. Far freddare la crema preparata.

  5. 5.

    A questo punto filtrare le bucce di limone e unire la crema al latte che nel frattempo sarà diventata ben fredda. 

  6. 6.

    Imbottigliare la crema di limoncello e conservarla in freezer. Si consiglia di attendere 2-3 settimane prima di consumarla.

Varianti

Crema di limoncello senza panna

Ebbene per rendere la crema di limoncello molto più leggera, potrete omettere la panna e sostituirla con del buon latte intero. Prendete le bucce di limone e tagliatele a listarelle. Queste andranno poste nell’alcool a macerare per almeno una settimana in barattoli ermetici e in luogo buio. Trascorso questa settimana unite il composto macerato al latte, allo zucchero e alla vanillina. In ultimo unite l’alcool e versate il tutto nelle bottiglie da porre in freezer pronte per essere consumate.

Crema di limoncello e mandorla

La crema già morbida per la presenza della panna e fresca per la presenza del limone, sarà addolcita dalla presenza della mandorla, donando al liquore un gusto speciale e unico. Anche in questo caso è molto importante scegliere limoni freschissimi e non trattati e prendere solo la parte gialla della buccia che è la più aromatica. Si lasciano macerare le bucce nell’alcool, dopodichè si filtra e si mette da parte. A questo punto dovrete spellare le mandorle e pestarle con un mortaio fino ad ottenere una pasta. A questa dovrete aggiungere acqua e miele e lasciar riposare il tutto per almeno 30 minuti, dopo averlo preventivamente filtrato. A questo punto unireil latte di mandorla, la panna, la vaniglia e lo zucchero. Portare a bollore e successivamente unire il tutto al liquido di macerazione dei limoni amalgamando bene il tutto e solo dopo aver fatto raffreddare il composto di panna. Sistemare il limoncello nelle bottiglie e porlo in freezer fino al momento di servire.

Crema di limoncello e menta

Anche in questo caso la crema di limoncello e menta è sicuramente un liquore dal gusto unico e fresco dal potere digestivo. Al posto del latte di mandorla, troviamo la menta o meglio lo sciroppo di menta che deve essere unito al composto di panna, zucchero e vaniglia e successivamente unito al liquido in cui avrete messo a macerare le bucce di limone. Mi raccomando amalgamate i due composti solo dopo aver fatto freddare bene il composto di panna e sistemarlo per bene nelle bottiglie in cui dovrete conservarlo.

 

Curiosità e consigli

  • La crema di limoncello deve riposare per almeno 5 settimana prima di essere consumata.
  • Per pelare le mandorle previste nella variante, dovrete metterle in ammollo per 30 minuti in acqua tiepida e successivamente eliminare la pellicina. 
  • Se conservate la crema di limoncello in freezer si manterrà addirittura per un anno. 
  • Si raccomanda sempre di non abusarne in quanto si tratta pur sempre di un liquore e oltre a questo contiene elevate quantità di zuccheri e di grassi. 
  • Tagliando la buccia di limone a listarelle l'alcool riuscirà a far uscire più velocemente il contenuto delle bucce di limone. Per fare ciò è consigliabile utilizzare un coltello in ceramica per non alterare i suoi principi attivi. 
  • Il contenitore in cui farete macerare le bucce di limone devono rimanere al buio. Per tale motivo di consiglia di coprire il barattolo con della carta alluminio o utilizzare un barattolo di vetro scuro. Questo perchè le bucce sono fotosensibili. 
  • Il barattolo non va sottoposto a fonti di calore.
  • La parte bianca del limone, definita albedo, non va assolutamente toccata in quanto molto amara. Fate attenzione o rischiate di rovinare il liquore. 
  • Se non volete utilizzare la vanillina, potete sempre optare per il classico baccello.