diredonna network
logo
Ricetta: Filetto al pepe verde

Cipolline in agrodolce

Filetto alla Rossini

Zucchine alla poverella

Rame di Napoli

Baci di Alassio

Speculoos

Carne alla Genovese

Topinambur al forno

Tagliatelle al forno

Cotton cake

Filetto al pepe verde

Dettagli ricetta

Preparazione

5 minuti

Difficoltà

Cottura

15 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Filetto al pepe verde

Il filetto al pepe verde è un secondo piatto a base di carne molto apprezzato e diffuso insieme al filetto alla Wellington e al filetto al marsala. Nonostante sia un piatto alquanto raffinato, è un piatto semplice e veloce da preparare ed è sempre gradito da tutti in quanto molto gustoso, delicato e aromatico.

È un’ottima scelta se si vuole preparare una cena e fare una bella figura con i proprio commensali. Nella sua semplicità è un piatto parecchio sostanzioso e tale motivo basta per ricordarci che non potremo prepararlo spessissimo.

Questo perchè il filetto viene fatto cuocere con il burro, dopodichè viene condito con una salsa a base di panna.

Preparazione

  1. 1.

    Per preparare il filetto al pepe verde è necessario legare il filetto con dello spago da cucina come primo passaggio. 

  2. 2.

    Ora prendete il pepe verde in grani, sgocciolatelo dalla salamoia e pestateli leggermente con il batticarne. 

  3. 3.

    Prendeteli e fateli aderire per bene sulla superficie delle fette di carne. Ora sciogliete una grossa noce di burro in una padella e fate scottare i filetti a fuoco vivo per circa 2 minuti per lato. Toglieteli e metteteli da parte, ricordando di conservarli al caldo.

  4. 4.

    Sul fondo rimasto in padella aggiungete il brandy e unite la senape. Mescolate bene e successivamente aggiungete la panna fresca e il resto del pepe verde. 

  5. 5.

    Regolate di sale e fate addensare leggermente il tutto a fuoco moderato. 

  6. 6.

    Dopo qualche minuto riprendete i filetti e poneteli nuovamente in padella. Fateli insaporire con il sughetto per qualche minuto. 

  7. 7.

    Spegnete il fuoco e disponete i filetti al pepe verde su un piatto da portata scaldato leggermente. È importante che il filetto al pepe verde sia servito ben caldo cosparso con la sua salsa.

Varianti

Filetto alla Wellington

La ricetta più famosa del mitico Gordon Ramsay è sicuramente il filetto alla Wellington che è molto simile al filetto in crosta di pane. La differenza sta nel fatto che mentre il filetto alla Wellington è preparato con pasta sfoglia, il secondo è preparato con la pasta di pane. La fortuna di questo piatto è dovuta anche alla diffusione in programmi come Hell’s Kitchen e Masterchef USA. La prima volta fu preparato per il duca di Wellington e gli fu dato questo nome per la somiglianza che il piatto aveva con gli stivali dello stesso duca.

Filetto di manzo al marsala

Secondo piatto semplice e veloce da realizzare molto adatto ai periodi invernali. Chiunque può realizzare questa ricetta dal momento che è estremamente facile da preparare. A differenza del filetto al pepe verde, questo è un piatto non troppo grasso e molto gustoso. Si accompagna con diversi contorni.

 

Filetto in crosta di pane

Molto scenografico e simile al filetto alla Wellington nella preparazione in quanto si differiscono solamente per qualche ingrediente. Anche la pasta di pane nel forno darà vita a un involucro croccante e dona al filetto un sapore succulento.

Curiosità e consigli

  • Il filetto al pepe verde si conserva chiuso in un contenitore ermetico posto in frigorifero per un giorno al massimo.
  • Se avete utilizzato della carne congelata se ne sconsiglia la congelazione. 
  • Il pepe verde si raccoglie dalle piante quando i frutti sono ancora acerbi, ecco perchè è capace di donare al piatto un gusto fruttato e leggermente piccante. 
  • Se non volete ottenere un gusto piccante evitate di pestare i grani con il batticarne e aggiungeteli alla preparazione interi. 
  • Il pepe verde si conserva in salamoia, in aceto o si essicca.