diredonna network
logo
Ricetta: Gnocco fritto

Gnocco fritto

Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

2 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Ingredienti

Gnocco fritto

Lo gnocco fritto è uno sfizio rustico tipico dell’Emilia Romagna e rientra sicuramente fra le ricette più conosciute e apprezzate in tutto mondo.

La ricetta è molto semplice da preparare, così come per gli gnocchi alla romana e gli gnocchi di patate. È composta di pasta di pane che successivamente viene fritta nello strutto, tipico condimento romagnolo.

Si accompagna perfettamente con salumi e formaggi di ogni tipo. Già nella stessa Emilia, lo gnocco fritto acquista nomi differenti spostandosi di città in città.

Sembra che lo gnocco fritto abbia origine già ai tempi dei Longobardi che avevano un amore immenso per la frittura e per lo strutto, dal momento che spesso veniva utilizzato nelle loro pietanze.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa sbriciolate il lievito di birra e unite lo zucchero. Versate 50 ml. dell’acqua tiepida prevista nella ricetta e fate sciogliere il lievito per bene mescolando con un cucchiaio. Unite due cucchiai di farina in modo da poter formare una pasta molto morbida. Mescolate il tutto e fate riposare per almeno 30 minuti. 

  2. 2.

    Trascorso il tempo di risposo, unite alla pastella la farina rimanente e trasferite il composto in una ciotola capiente. Aggiungete lo strutto e sciogliete il sale nei 130 ml. di acqua rimanenti. Aggiungetelo al composto e iniziate a impastare.

  3. 3.

    Quando il liquido si sarà ben assorbito, trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata e lavoratelo fino a quando non avrete ottenuto una pasta liscia e omogenea. A questo punto date all’impasto la forma di una palla e fate un taglio a croce in superficie. Posizionatelo nella ciotola che avrete utilizzato per cominciare l’impasto spolverizzata di farina.

  4. 4.

    Coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa 4 ore al caldo fino a che l’impasto non avrà triplicato il suo volume. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e lavoratelo nuovamente su una spianatoia infarinata. Stendete una sfoglia dello spessore di circa 3 mm.

  5. 5.

    Ricavate dei rombi con un coltello a lama liscia o se preferite dei quadrati di circa 10 centimetri di lato. Fate sciogliere lo strutto in una pentola capiente e fatelo scaldare molto bene. Quando sarà arrivato a temperatura, immergete 2-3 gnocchi per volta e fateli friggere.

  6. 6.

    Quando saranno ben dorati scolateli con una schiumarola e poneteli su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Servite lo gnocco fritto ben caldo con i salumi e formaggi che preferite. Potrete anche tagliarli a metà e facirli a mò di panino.

Varianti

Gnocco fritto con il Bimby

Preparare lo gnocco fritto col Bimby è più semplice di quel che si pensa dal momento che questo robot prende sempre di più il sopravvento in cucina. Vediamo insieme cosa serve per preparare questa ricetta. Ci serviranno farina, uova, panna da cucina, lievito istantaneo, latte e strutto. Basterà inserire tutti gli ingredienti nel boccale e impostare in velocità spiga per circa 3 minuti. Se l’impasto risulta essere più dura basterà aggiungere qualche goccia di latte. A questo punto basterà far riposare l’impasto per almeno 30 minuti e successivamente tirare la sfoglia no troppo sottile. Ricavatene dei rombi e friggeteli nello strutto come da tradizione.

 

 

Gnocco fritto senza lievito

Lo gnocco fritto può essere realizzato anche senza lievito. Basterà semplicemente sostituire il lievito di birra con il bicarbonato e l’acqua fredda frizzante e il gioco è fatto. Anche chi è intollerante al lievito, potrà così gustare questa delizia. Vi serviranno 250 ml. di acqua frizzante e solo 5 g. di bicarbonato per sostituire la quantità di lievito presente nella ricetta.

Curiosità e consigli

  • Se non volete utilizzare lo strutto per friggere potete sempre optare per l'olio di oliva o per l'olio di semi di girasole. 
  • Sembra che la parola gnocco derivi dal longobardo e che letteralmente significa nodo. 
  • L'acqua dell'impasto può essere sostituita con della birra o dell'acqua frizzante. 
  • Realizzate anche gli gnocchi fritti dolci ripieni di cioccolato o marmellata. Vi assicuro che tutti apprezzeranno moltissimo. 
  • Se siete intolleranti al lievito, sostituitelo semplicemente con del bicarbonato.