diredonna network
logo
Ricetta: Insalata di Rinforzo Napoletana

Tartare di Salmone

Zuccotto

Gamberoni alla griglia

Long Island cocktail

Tortino di alici

Tranci di salmone al forno

Panettone farcito

Salsa cocktail

Zuppa di lenticchie

Lenticchie in umido

Insalata di Rinforzo Napoletana

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Insalata di Rinforzo Napoletana

L’insalata di rinforzo napoletana è un piatto tipico della città di Napoli, come lo stesso nome suggerisce.

Costituisce una della portate del menù natalizio napoletano.

La ricetta è molto più di una semplice insalata di cavolfiore, come molti la definiscono.

In realtà ha alle spalle una storia molto antica, che ci fa meglio capire il perché viene definita di rinforzo.

La spiegazione più diffusa, ma che in realtà è un luogo comune, deriva dal fatto che l’insalata man mano che vien consumata viene “rinforzata” con l’aggiunta di altri ingredienti.

L’insalata accompagna tutto il periodo natalizio fino al Capodanno, si parte da ingredienti base come il cavolfiore, le acciughe, i peperoni e le olive e via via si aggiungono sempre ingredienti.

Il termine rinforzo viene attribuito anche all’uso dell’aceto e al sale dato da acciughe e capperi.

Sembra infatti che la presenza dell’aceto rinforzi il sapore del cavolfiore e anche l’appetito dei commensali fra una portata e l’altra.

Secondo altre opinioni, invece, il termine rinforzo era attribuito esclusivamente alla cena di Natale, che doveva essere di magro.

Dunque questa insalata serviva a renderla più sostanziosa.

Preparazione

  1. 1.

    Lavare e tagliare il cavolfiore, dividendolo in piccole cimette. Lessarlo in abbondante acqua salata per non più di 10 minuti. Le cimette devono restare ben sode. Scolare e lasciare raffreddare.

  2. 2.

    Quando saranno fredde versatele in una grande insalatiera e condirle con quattro cucchiai di olio e quattro cucchiai di aceto. Regolare di sale e pepe e mescolare delicatamente.

  3. 3.

    Lavate la scarola riccia, fatela scolare molto bene e spezzettatela a mano all’interno dell’insalatiera in piccoli pezzi.

  4. 4.

    Togliere il picciolo e i semi alle papacelle e tagliarli a spicchi grossolani. Pulire le acciughe sotto sale e dividerle in filetti. Tagliarle a pezzetti e aggiungerle nella ciotola insieme ai peperoni, ai sottaceti, alle olive e ai capperi dissalati.

  5. 5.

    Mescolare delicatamente il tutto  e lasciar riposare per alcune ore prima di servire.

Curiosità e consigli

  • La papacella è un tipo di peperone dalla polpa soda e carnosa e dal profumo molto intenso. 
  • Per dare il tempo agli ingredienti di amalgamarsi si consiglia di preparare l'insalata di rinforzo napoletana il giorno prima.
  • Prestate attenzione alla scarola riccia che col tempo appassisce, quindi aggiungetela solo qualche ora prima di servire l'insalata.
  • Data la difficoltà di trovare le papacelle fuori Napoli, si consiglia di sostituirle con i peperoni sott'aceto.
  • Col tempo anche il cavolfiore può rovinarsi, perciò si consiglia di consumare tutte le cimette e di cuocerne di nuove. 
  • Non esistono vere e proprie varianti di questa insalata, ma si possono eliminare acciughe e capperi che molte persone non gradiscono. Fate attenzione però, perchè il piatto in questo modo perde due ingredienti che ne definiscono il sapore in maniera determinante.