diredonna network
logo
Ricetta: Malloreddus alla campidanese

Harissa

Minestra maritata

Torta Arlecchino

Timballo di pasta

Frittata di spinaci

Crostata di pesche

Crostata senza burro

Cotoletta alla palermitana

Pizza parigina

Arrosticini

Malloreddus alla campidanese

Dettagli ricetta

Preparazione

15 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 15 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Malloreddus alla campidanese

Conoscete i malloreddus alla campidanese? Si tratta di un gustosissimo primo piatto a base di gnocchetti sardi, meglio conosciuti come malloreddus. Proprio questo formato di pasta viene preparato con della semola di grano duro che è tipica della cucina sarda in generale. Non sono molto grandi e sono facilmente riconoscibili per la loro forma particolare a conchiglia: ciò fa sì che possano meglio trattenere il sugo.

La ricetta di cui vi parliamo oggi è tipica del Campidano, una pianura sarda molto vasta. Solitamente vengono conditi con un semplice sugo di pomodoro o con un ragù d salsiccia e pecorino, in modo da ottenere un piatto dal gusto forte e deciso. Curiosi di scoprire come prepararli? Allora seguiteci!

Quando preparare questa ricetta?

I malloreddus alla campidanese si preparano in occasione di un pranzo sostanzioso e gustoso.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa preparate il soffritto, quindi sbucciate e tritate finemente la cipolla e fatela lentamente appassire insieme all’olio extravergine d’oliva. Spellate la salsiccia e sbriciolatela grossolanamente con le mani, quindi unitela al soffritto e fatela rosolare per circa 15 minuti a fuoco vivo, ricordando di mescolare spesso.

  2. 2.

    Trascorso questo tempo, unite la passata di pomodoro e continuate a mescolare. Coprite il tegame con un coperchio e proseguite la cottura per circa 1 ora. Trascorso il tempo di cottura, regolate di sale se necessario. Non appena il sugo sarà pronto, cuocete i malloreddus in abbondante acqua bollente salata.

  3. 3.

    A parte preparate una salsa al pecorino, versando lo stesso in una ciotola e aggiungendo dell’acqua di cottura della pasta. Frullate il tutto con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema liscia e omogenea.

  4. 4.

    Scolate la pasta, unitela al condimento e saltatela in padella. In ultimo unite la crema al pecorino e mantecate per qualche minuto. Servite i malloreddus alla campidanese ben caldi in tavola.

Varianti

Malloreddus alla campidanese Bimby

I malloreddus alla campidanese si preparano anche al Bimby. Nel boccale inserite tutti gli ingredienti e impastate tutto a velocità spiga per 3 minuti. Fate riposare l’impasto per 15 minuti, dopodiché preparate i malloreddus. Nel frattempo preparate il sugo.

Nel boccale inserite la cipolla e tritatela per 5 secondi a velocità 7. Riunite tutto sul fondo, quindi unite l’olio extravergine d’oliva e la salsiccia sbriciolata. Cuocete il tutto per 10 minuti a 100° in senso antiorario. Unite la salsa di pomodoro e lo zafferano, quindi salate e cuocete il tutto per 30 minuti a 100° in senso antiorario.

Unite il basilico e terminate la cottura per altri 5 minuti. Lessate i malloreddus in acqua salata per circa 5 minuti, quindi conditeli con il sugo preparato e una spolverata di pecorino. Serviteli in tavola ben caldi.

Curiosità e consigli

  • I malloreddus alla campidanese si conservano in un contenitore chiuso ermeticamente in frigorifero per al massimo un giorno.
  • Si sconsiglia la congelazione.
  • Se la crema al pecorino dovesse avere grumi anche dopo averla frullata, setacciatela con un colino a maglie strette.