diredonna network
logo
Ricetta: Marmellata di limoni

Perché dovresti provare la colazione proteica, anche in versione vegana

Colazione americana: perché fa bene e quali sono gli alimenti tipici (sia dolci che salati)

Biscotti al cioccolato

Torta stracciatella

Torta Nesquik

Stop Ai Sensi Di Colpa: Due Colazioni Sono Più Sane di Una. E Se lo Dice la Scienza...

Bowl Cake: la Tendenza Sana e Golosa Per la Colazione in Arrivo dalla Francia!

Ciambelle fritte

Muffin integrali

Rotolo alla Nutella

Marmellata di limoni

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

40 minuti

Costo

Dosi

per 2 vasetti

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Marmellata di limoni

La marmellata di limoni è una conserva deliziosa da preparare in casa adatta a fare colazione al mattino o per farcire golosissimi dolci, come per esempio la famosa crostata alla marmellata.

Per ottenere un’ottima marmellata di limoni, prerogativa fondamentale è quella di utilizzare ottimi limoni. Quali sono i limoni più buoni che abbiamo in Italia? Sicuramente i limoni di Sorrento IGP, molto profumati e ricchissimi di oli essenziali.

Nella preparazione della marmellata i limoni dovranno essere messi a bagno per circa due giorni, di modo che nonostante l’aggiunta dello zucchero e della cottura prolungata la marmellata conservi il più a lungo possibile il suo sapore e aroma.

Quando preparare questa ricetta?

La marmellata di limoni va preparata quando si desidera preparare una crostata in maniera molto genuina o anche per consumarla a colazione con del pane o delle fette biscottate.

Preparazione

  1. 1.

    Iniziamo la preparazione della marmellata di limoni dalla sterilizzazione dei vasetti in cui andrete a porla per la conservazione. Lavate con cura tutti i vasetti sotto l’acqua corrente, dopodiché foderate una pentola larga con un canovaccio pulito e disponete i vasetti con l’apertura verso l’alto.

  2. 2.

    Attorno ai vasetti ponete altri canovacci per evitare che si rompano in cottura. Versate l’acqua nella pentola fino a riempirla e portate il tutto a bollore. Da questo momento fate cuocere per 30 minuti circa. Dieci minuti prima del termine aggiungete anche i coperchi.

  3. 3.

    Spegnete il fuoco e fate raffreddare il tutto. Scolateli e lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio da cucina. A questo punto lavate i limoni sotto l’acqua corrente e spazzolatene la buccia per bene. Dopo averli lavati asciugateli con un panno e poneteli su un tagliere.

  4. 4.

    Tagliarli a fettine sottili ed eliminate tutti i semi. Metteteli in una ciotola capiente e versate dell’acqua fredda fino a ricoprirli tutti. Coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciate la ciotola a temperatura ambiente a riposare per almeno 24 ore.

  5. 5.

    Trascorso questo tempo scolate le fette di limone e poneteli in un’altra ciotola. Ricopritele nuovamente con acqua fredda pulita e richiudete la ciotola con un foglio di pellicola trasparente per alimenti. Fate riposare per altre 24 ore a temperatura ambiente.

  6. 6.

    In questa maniera tenderete a eliminare tutto il sapore acido che contengono i limoni. Trascorso questo secondo tempo di riposo, scolate le fette di limone e ponetele in una pentola dove aggiungerete dell’acqua che dovrà coprire le fette di limone.

  7. 7.

    Portate il tutto a bollore e quando l’acqua sarà arrivata ad ebollizione, scolateli avendo cura di tenere da parte circa 350 ml. di acqua. Rimettete le fette di limone nella pentola e irrorate il tutto con l’acqua messa da parte in precedenza.

  8. 8.

    Aggiungete lo zucchero e cuocete a fuoco moderato per almeno 40 minuti, ricordandovi di mescolare il tutto ogni tanto. Trascorso questo tempo la marmellata è buona per essere invasata nei vasetti precedentemente sterilizzati.

  9. 9.

    Dovrete effettuare questa operazione quando la marmellata è ancora calda e dovrete ricordare di premere il disco centrale una volta chiuso il tappo in modo da creare il sottovuoto. A questo punto immergente nuovamente i vasetti in una pentola con dell’acqua e procedete alla creazione del sottovuoto.

  10. 10.

    Seguite i tempi che avrete utilizzato per la sterelizzazione dei vasetti. Trascorso questo tempo, scolate i vasetti e fateli asciugare del tutto, pressate con un dito il piccolo disco rigonfio al centro del tappo. Affinchè la procedura eseguita sia corretta, questo non dovrà produrre alcun rumore. La marmellata di limoni è pronta per essere conservata.

Varianti

Marmellata di arance

La marmellata d arance è una variante molto golosa che sostituisce alla perfezione la marmellata di limoni. Prepararla è davvero molto semplice, basterà pelare le arance e e ridurre la polpa in pezzi e la buccia in striscioline sottili. Porre il tutto in una pentola e lasciare in infusione per un paio d’ore. Dopodichè porre il tegame sul fuoco e fate bollire per 15 minuti circa. Spegnete il fuoco, lasciate intiepidire il composto e pesatelo, dopodichè aggiungete la stessa quantità di zucchero. Portate nuovamente a bollore mescolando di tanto in tanto. Versatela nei vasetti  chiudeteli ermeticamente ponendoli nuovamente in una pentola per creare il sottovuoto.

Marmellata di limoni senza buccia

La marmellata al limone senza buccia è più delicata e ha un sapore meno intenso rispetto a quella dove le bucce vangono utilizzate, ma vi assicuro che è altrettanto buona. Dovrete seguire il procedimento della classica marmellata per prepararla ed, ovviamente, omettere le bucce. Et voilà la vostra marmellata di limoni senza bucce è pronta per essere gustata.

 

Marmellata di limoni senza zucchero

La marmellata di limoni senza zucchero altro non è se non il prodotto di una marmellata che non contiene il classico zucchero, bensì il dolcificante. Per il resto si procede esattamente come per la comune marmellata. Tenete però presente che per ogni vasetto di marmellata del peso di circa 350 grammi, vi occorreranno circa 15 cucchiaini di dolcificante.

Marmellata di limoni con il Bimby

Ricoprite i limoni di acqua in una ciotola e bucherellateli con una forchetta. Manteneteli schiacciati con un piatto per circa 3 giorni. Al quarto giorno affettate i limoni con tutta la buccia ed eliminate i semi. Ponete il tutto nel boccale del bimby. Fate cuocere a 100° per circa 20 minuti a velocità 3, aggiungete lo zucchero e continuate la cottura per 60 minuti a velocità 2. Trascorso questo tempo versate la marmellata nei vasetti e procedete alla sterelizzazione degli stessi.

Curiosità e consigli

  • Una volta eseguita la procedura del sottovuoto, la marmellata di limoni va conservata in luogo fresco e asciutto per diversi mesi. 
  • Condizione fondamentale è che sia al riparo dalla luce.
  • Una volta aperta, la marmellata di limoni si conserva in frigorifero per massimo una settimana.
  • Potrete decidere di prepararla con le bucce o senza, tutto dipenderà dal vostro gusto personale.