diredonna network
logo
Ricetta: Pasta Brisè

Maiale in agrodolce

Sponge cake

Pasta risottata

Insalata nizzarda

Funghi ripieni

Torta rovesciata all'ananas

Verdure al forno

Torta angelica

Fonduta di formaggio

Pizza di scarola

Pasta Brisè

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Pasta Brisè

La pasta brisé è una delle paste base della cucina classica francese.

Ha un gusto neutro; tuttavia è possibile darle un gusto dolce aggiungendo zucchero o alcuni aromi specifici, come il cacao amaro.

È estremamente friabile ed assume un colore giallo meno intenso della pasta frolla, dal momento che non contiene uova.

Si chiama brisé perché si impasta prima la materia grassa, ovvero il burro, con la farina nella quantità sufficiente ad ottenere un impasto sabbioso.

Poi si aggiunge la quantità di acqua ben fredda, poca per volta, necessaria per ottenere una pasta omogenea.

Nella pasta brisée si mette sempre il sale ed è tradizionalmente una pasta per torte salate.

Il successo della pasta brisè è sicuramente dovuto alla sua semplice realizzazione e alla sua versatilità.

La ricetta per eccellenza che vede protagonista assoluta la pasta brisè è la quiche lorraine che andrò a spiegarvi tra qualche riga.

Esistono anche molto varianti per l’impasto di base che troverete sempre proseguendo la lettura:

Quiche Lorraine

Ricetta tipica della tradizione gastronomica francese, conosciuta in tutto il mondo ed apprezzata per la sua facile realizzazione e per il suo sapore semplice ma deciso.

La ricetta originale prevede uova, pancetta e formaggio mescolati fra loro.

Può essere preparata in anticipo e conservata in frigorifero e al momento di servirla basterà scaldarla al microonde.

Pasta brisè dolce

Se volete ottenere un impasto dolce di questa pasta di base, non dovrete far altro che aggiungere lo zucchero al posto del sale e poi procedere nella maniera classica.

Poi potrete sbizzarrirvi con le farciture: crema, frutta, cioccolato… usate la fantasia!

Pasta brisè light

È la variante che non prevede l’utilizzo del burro, per questo motivo otterremo un impasto di base molto più leggero del normale.

Questa variante è realizzata con l’olio extravergine d’oliva e in più non necessita di riposo in frigorifero.

È senza colesterolo e senza lattosio.

Pasta brisè vegana

È da considerarsi vegana anche la variante che prevede l’utilizzo di olio extravergine d’oliva, ma questa in particolare sostituisce il burro con la margarina.

Preparazione

  1. 1.

    Setacciare la farina su una spianatoia e aggiungere il burro freddo a pezzi e un pizzico di sale. Impastare il tutto fino ad ottenere un composto sabbioso. 

  2. 2.

    Aggiungete l’acqua ghiacciata poco per volta e continuate a impastare per ottenere un impasto compatto, sodo e molto elastico.

  3. 3.

    Quando sarà pronta avvolgetela in pellicola per alimenti e mettetela in frigo a riposare per 40 minuti circa.

  4. 4.

    Trascorso il tempo di riposo la pasta è pronta per essere utilizzata.

Curiosità e consigli

  • Per donare un colore dorato alla pasta bisogna spalmarne la superficie con del tuorlo d'uovo sbattuto prima di farla cuocere in forno.
  • Per le varianti dolce e salata aggiungere due cucchiaini di zucchero o di sale prima di aggiungere l'acqua fredda. 
  • Conservate la pasta brisé in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico, per un paio di giorni al massimo.
  • Per stendere la vostra pasta brisè potete utilizzare i matterelli che si possono riempire di acqua e ghiaccio, in modo tale da non surriscaldare la pasta.
  • È fondamentale ricordare che il burro deve essere freddo, appena tolto dal frigo altrimenti in cottura tende a sciogliersi subito e la pasta diventa dura.