diredonna network
logo
Ricetta: Pettole

Pettole

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

Per 50 pettole

Stagioni

Ingredienti

Per le pettole salate
Per la versione dolce
Per friggere

Pettole

Conoscete le pettole? Sono delle frittelle di pasta lievitata tipiche della tradizione pugliese, che vengono preparate e fritte in abbondante olio caldo. Sono così golose che ben presto si sono diffuse anche in Basilicata. Sono semplici da preparare e molto gustose! Come tutti i lievitati fritti, anche le pettole vanno mangiate calde in modo da gustarne la croccantezza esterna e la morbidezza interna.

Sono preparate con farina, lievito di birra e acqua tiepida e, spesso, molti aggiungono anche delle patate lesse per rendere la consistenza delle pettole quanto più morbida possibile. Curiosi di scoprire la ricetta? Seguiteci!

Quando preparare questa ricetta?

Le pettole si preparano in occasione di un aperitivo o un buffet.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa setacciate la farina in una ciotola e fate la fontana al centro, quindi unite il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida e nella restante parte di acqua sciogliete il sale grosso. Impastate bene il tutto con le mani in modo da ottenere un impasto morbido e colloso.

  2. 2.

    Se necessario, aggiungete dell’altra acqua. Dividetelo in due parti e ponete una parte in una ciotola che coprirete con un foglio di pellicola. Mettetela a lievitare in forno spento per circa 2 ore. Nel frattempo tagliate le olive a rondelle e unitele all’impasto rimasto.

  3. 3.

    Impastate bene tutti gli ingredienti e mettete anche questo impasto a lievitare per circa 2 ore. Non appena entrambe gli impasti saranno raddoppiati di volume, scaldate abbondante olio di semi in un tegame fondo e non appena avrà raggiunto la temperatura di 180°, prelevate l’impasto con un cucchiaio e fatelo scivolare nell’olio.

  4. 4.

    Proseguite in questo modo fino a che non avrete esaurito tutti gli impasti. Le pettole dovranno essere ben dorate su tutti i lati, quindi toglietele dall’olio e ponetele su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Per la versione dolce, prendete le pettole senza olive e rotolatele nello zucchero semolato o cospargetele con del miele. Servite le pettole in tavola.

Varianti

Pettole e fagioli

Le pettole e fagioli si preparano mettendo in ammollo i fagioli la sera precedente. La mattina seguente si sciacquano e si aggiunge tanta acqua quanto basta fino a coprirli. Nel frattempo si prepara la pasta impastando farina, sale, olio e acqua fino ad ottenere un panetto sodo.

Si stende la pasta non troppo sottilmente e si taglia la pasta grossolanamente, quindi si pone su un vassoio ad asciugare. Nel frattempo si prepara il sugo mettendo l’olio in una pentola e facendo soffriggere una cipolla, il sedano e i pomodorini. Si uniscono i fagioli e si fa cuocere il tutto per circa 20 minuti, quindi si cuoce la pasta in acqua bollente per circa 5 minuti e si scola.

Si versa nella padella con il condimento e si mescola bene, quindi si servono le pettole e fagioli in tavola cospargendo il piatto con una manciata di parmigiano e un pizzico di pepe.

Pettole con patate

Le pettole con patate si preparano lessando queste ultime, sbucciandole e schiacciandole. Si raccoglie la purea in una ciotola e si aggiungono farina e sale. Si inizia a impastare il tutto e nel frattempo si fa sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.

Si versa a filo al centro dell’impasto e si impasta bene il tutto fino ad ottenere un panetto morbido e compatto. Si lascia lievitare l’impasto per un paio d’ore, quindi si riprende quando sarà raddoppiato e nel frattempo si fa scaldare l’olio in un tegame.

Friggete le pettole versando l’impasto a cucchiaiate e toglietele dall’olio quando saranno ben dorate. Ponetele su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso, quindi cospargetele con lo zucchero e servitele in tavola.

Pettole Bimby

Le pettole si preparano anche col Bimby: vediamo insieme come fare. Nel boccale inserite l’acqua, il lievito spezzettato e lo zucchero, quindi mescolate il tutto a velocità 5 per 5 secondi. Unite la farina e il sale e mescolate a velocità spiga per 3 minuti.

Prendete l’impasto e ponetelo in una ciotola, quindi lasciatelo lievitare per un paio d’ore. Fate scaldare l’olio per frittura in un tegame fondo e quando sarà arrivato a temperatura versatevi all’interno l’impasto a cucchiaiate. Friggete le pettole fino a doratura e servitele in tavola ben calde.

Curiosità e consigli

  • Le pettole si mangiano ben calde e croccanti.
  • Nella versione salata possono essere arricchite con capperi, zucchine, pancetta ecc…
  • Potete utilizzare anche il lievito madre al posto del lievito di birra; in questo caso dovrete rinfrescarlo e utilizzarne circa 200 grammi.