diredonna network
logo
Ricetta: Pizza di scarola

Pizza di scarola

Dettagli ricetta

Preparazione

40 minuti

Difficoltà

Cottura

15 minuti

Costo

Dosi

Per 6 persone

Stagioni

Ingredienti

Per il ripieno
Per spennellare
  • Olio di Oliva
    Q.B.

Pizza di scarola

La pizza di scarola è uno sfizio rustico appartenente alla tradizione culinaria italiana e preparata rigorosamente con olive nere di Gaeta, acciughe e pinoli.

Il ripieno viene accolto da un guscio di pasta fragrante e goloso. Solitamente viene gustata la sera della Vigilia di Natale, ma è buonissima anche nel resto dell’anno. È ottima servita sia calda che fredda, in particolare per stupire tutti con un antipasto goloso. Seguiteci e preparatela insieme a noi.

Quando preparare questa ricetta?

La pizza di scarola si prepara quando si ha voglia di servire un antipasto o aperitivo tradizionale e ricco di gusto.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa sciogliete il lievito di birra nell’acqua a temperatura ambiente e mescolate bene con un cucchiaio fino a completo scioglimento. Lasciate riposare il tutto e nel frattempo versate la farina su una spianatoia.

  2. 2.

    Unite il sale e anche l’acqua e iniziate a impastare il tutto con le mani. Impastate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Mettetelo a lievitare per circa 4 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo, riprendetelo e rovesciatelo su una spianatoia, quindi dividetelo a metà e unite un po’ di farina in modo da lavorare ulteriormente le due parti e ottenere due palline.

  3. 3.

    Posizionatele in due ciotole diverse e lasciatele lievitare per altre 2 ore. Nel frattempo preriscaldate il forno e dissalate i capperi sciacquandoli sotto l’acqua corrente. Pulite la scarola prelevando la parte tenera, lavatela e asciugatela bene. Riprendete uno dei due impasti e stendetelo su una spianatoia infarinata.

  4. 4.

    Dovrete ottenere una forma ovale. Eseguite la stessa operazione con il secondo panetto, quindi rivestite una teglia rotonda con una sfoglia e al centro ponete metà della scarola, i capperi e le olive. Condite con un filo d’olio extravergine d’oliva e unite i filetti di acciughe.

  5. 5.

    Completate con l’altra metà della scarola, quindi ricoprite tutto con la seconda sfoglia e sigillate bene le estremità della pizza. Eliminate delicatamente l’eccesso di pasta e cuocete la pizza in forno statico alla massima temperatura per 15 minuti. Sfornatela e servite la pizza di scarola in tavola ben calda.

Varianti

Pizza di scarola Bimby

La pizza di scarola si prepara anche col Bimby: vediamo insieme come fare. Per prima cosa mettete la farina nel boccale insieme all’acqua, all’olio e al lievito di birra. Impastate bene il tutto per 3 minuti a velocità spiga, quindi unite il sale e impastate per altri 2 minuti a velocità spiga.

Trasferite l’impasto in una ciotola e copritela con della pellicola per alimenti, quindi lasciate lievitare il tutto per 2 ore. Nel frattempo pulite la scarola, lavatela e tagliatela a pezzi. Nel boccale inserite l’olio extravergine d’oliva insieme allo spicchio d’aglio, quindi lasciate rosolare il tutto a 100° per 2 minuti a velocità soft.

Unite la scarola a pezzi, le olive, il sale e cuocete il tutto a 100° per 20 minuti in senso antiorario, velocità soft. Unite i pinoli, l’uvetta, il pepe ed eliminate l’aglio. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°, quindi stendete metà della pasta lievitata e foderate una teglia da 26 cm di diametro.

Unite al centro la scarola e coprite con l’altra metà della sfoglia. Eliminate la pasta in eccesso e sigillate bene i bordi. Bucherellatene la superficie e spennellatela con dell’olio extravergine d’oliva, quindi cuocete in forno caldo a 180°C per 35 minuti. Sfornatela e servitela in tavola.

Pizza di scarola senza glutine

La pizza di scarola senza glutine è sicuramente un’ottima variante della classica ricetta. Per prima cosa preparate l’impasto come di consueto, ma facendo attenzione a utilizzare una farina senza glutine. Mettetelo in una ciotola a lievitare per circa 2 ore.

Nel frattempo pulite la scarola e preparate il ripieno seguendo la ricetta classica. Non appena sarà pronta spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare completamente. Trascorso il tempo di lievitazione, dividete l’impasto in due parti e stendetene una in una sfoglia rotonda, quindi rivestite una teglia rotonda e farcitela con la scarola preparata in precedenza.

Ricoprite il tutto con la seconda sfoglia, bucherellatela in superficie e spennellatela di olio. Cuocete in forno caldo per 45 minuti a 180°, quindi sfornatela e servitela in tavola.

Pizza di scarola con pasta sfoglia

La pizza di scarola con pasta sfoglia è semplicissima da realizzare. Foderate una pirofila con della carta forno e stendetevi la pasta sfoglia all’interno. Nel frattempo lavate la scarola e fatela appassire in padella con olio, aglio e acciughe.

Regolate di sale e peperoncino e fatela cuocere per 10 minuti circa. Quando la scarola sarà appassita, unite i pinoli, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il tutto. Versate il composto nella teglia foderata con la sfoglia e coprite il tutto con un secondo rotolo di sfoglia.

Sigillate bene i bordi e cuocete il tutto in forno caldo a 180° per 30 minuti circa. Servitela in tavola ben calda!

Curiosità e consigli

  • La pizza di scarola si conserva per un paio di giorni in frigorifero.
  • È possibile congelarla solo dopo che si sarà completamente raffreddata.
  • L’impasto può essere conservato in frigorifero per 24 ore.