diredonna network
logo
Ricetta: Pizza Fritta

Anelletti al forno

Crema di patate

Fettuccine Alfredo

Nasello al forno

Raclette

Bignè salati

Bigoli in salsa

Crema di caffè

Pasta con Philadelphia e zucchine

Salmone in padella

Pizza Fritta

Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Per il ripieno:
Per friggere:

Pizza Fritta

La pizza fritta è una preparazione diffusa in tutto il Sud Italia dove, con nomi differenti, si adatta alle tradizioni delle singole regioni. Nata nel dopoguerra per le strade di Napoli, la pizza fritta era una variante più povera della pizza classica che richiedeva l’utilizzo del condimento. Le pizze fritte erano vendute in strada dalle donne che friggevano porzioni d’impasto che però non avevano alcuna farcitura.

Con il passare del tempo fu riempita in modi differenti fino ad arrivare alla preparazione classica che prevede la presenza di ricotta e salumi. L’impasto della pizza fritta è molto simile a quello della pizza napoletana con la quale ha in comune la stessa sofficità. I dischi d’impasto sono farciti con ricotta, pepe e cicoli ovvero le parti di grasso che derivano dalla lavorazione della sugna o strutto.

A volte è prevista l’aggiunta di fiordilatte o provola affumicata. L’impasto è sigillato a mezza luna e fritto in olio di semi bollente fino a doratura. La farcitura della pizza fritta può variare con l’aggiunta di salame, come nella ricetta proposta, oppure con altri salumi e formaggi. Ecco qualche variante:

Pizza fritta con scarola

Variante molto gustosa per chi ama le verdure e in particolare la scarola. Questa viene abbinata alle olive e il tutto va a comporre la farcitura delle nostre pizze che verranno fritte in olio bollente.

Pizza fritta con cicoli

Se vi piacciono i sapori decisi e iper calorici farcite le vostre pizze con i cicoli di maiale. Aggiungeteli a pezzetti nel ripieno perché con il calore della frittura si scioglieranno automaticamente e vi ritroverete una sorta di cremina in bocca.

Pizza fritta con pomodorini

La variante più classica che ci sia. Non dovrete far altro che aggiungere all’interno dei pomodorini ciliegino e delle scaglie di grana et voilà le vostre pizze sono pronte.

Preparazione

  1. 1.

    Sciogliete il lievito e il sale nell’acqua mescolando bene con la mano. 

  2. 2.

    Aggiungete la farina poco alla volta e mescolate prima con la spatola e dopo con le mani. 

  3. 3.

    Alla fine unite anche l’olio e continuate a impastare sul piano di lavoro leggermente infarinato.

  4. 4.

    Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per 10 minuti.

  5. 5.

    Riprendete l’impasto e lavoratelo per 2-3 minuti.

  6. 6.

    Cercate di incorporare aria mente fate le pieghe ma senza stringere. Chiudete l’impasto, coprite con pellicola trasparente e fate riposare per 6 ore a temperatura ambiente.

  7. 7.

    Una volta trascorso il tempo, riprendete l’impasto e formate 4 palline. 

  8. 8.

    Lasciatele lievitare 2-3 ore su una teglia infarinata e coprite con pellicola trasparente.

  9. 9.

    Trascorso il riposo stendete le palline di impasto e farcitele con ricotta, salame a pezzettini e un filo di olio. 

  10. 10.

    Ripiegate a forma di mezza luna e sigillate con cura i bordi.

  11. 11.

    Fate cuocere in abbondante olio di arachidi fino a doratura. 

  12. 12.

    Toglietele e lasciatele sgocciolare per bene su carta assorbente. Servitele.

Curiosità e consigli

  • Fate attenzione alla frittura, le pizze fritte tendono a friggersi velocemente e rischiate di bruciarle.