diredonna network
logo
Ricetta: Purè di fave

Carne alla Genovese

Cipolline in agrodolce

Zucchine alla poverella

Rame di Napoli

Baci di Alassio

Filetto alla Rossini

Speculoos

Topinambur al forno

Tagliatelle al forno

Polpo alla gallega

Purè di fave

Dettagli ricetta

Preparazione

10 minuti

Difficoltà

Cottura

2 ore e 0 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Purè di fave

Voglia di un piatto diverso dal solito? Preparate il purè di fave, piatto tipico pugliese semplice e gustoso, che si abbina perfettamente a qualsiasi altro piatto. È una ricetta molto semplice da preparare, nonostante i tempi di cottura siano molto lunghi.

Per completare la tradizione pugliese, il piatto dovrebbe essere servito con la cicoria selvatica, ma può essere gustato anche da solo o ancora utilizzato per condire la pasta. Oggi vi proponiamo la ricetta di questo buonissimo piatto a cui non potrete più rinunciare.

Quando preparare questa ricetta?

Il purè di fave si prepara come alternativa al classico purè di patate.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa mettete le fave in ammollo in una ciotola con abbondante acqua fredda per circa 12 ore. Trascorso questo tempo, scolate le fave e sciacquatele sotto l’acqua corrente, quindi mettetele a cuocere in una pentola avendo cura di coprirle con dell’acqua.

  2. 2.

    Unite uno spicchio d’aglio e due foglie di alloro e coprite con un coperchio facendo cuocere il tutto a fiamma bassa per circa 2 ore. Se necessario unite dell’acqua calda. Le fave si sfalderanno quando saranno pronte.

  3. 3.

    Unite l’olio extravergine d’oliva e il sale e passate tutto con il minipimer. A questo punto servite il purè di fave ben caldo, aggiungendo a piacere una spolverata di parmigiano.

Varianti

Purè di fave greco

Il purè di fave greco, conosciuto anche con il nome hummus di fave, si prepara con le fave greche che sono più gialle rispetto a quelle che conosciamo. Queste fave si fanno cuocere a fuoco lento con dell’acqua e quando questa inizia a bollire, si toglie la schiuma con un mestolo forato.

Si unisce una cipolla tagliata a metà e si regola di sale e pepe, quindi si prosegue la cottura a fuoco lento per circa un’ora, avendo l’accortezza di girare continuamente in modo da non farle attaccare. Quando abbiamo raggiunto una consistenza densa e cremosa, si spegne il fuoco, si toglie la cipolla e si aggiunge l’olio.

Si mescola nuovamente, quindi si pone il purè di fave greco in un vasetto a raffreddare in modo che possa rapprendersi. Il purè di fave greco si gusta ben freddo.

Purè di fave pugliese

Il purè di fave pugliese è un piatto molto buono e gustoso al quale difficilmente si rinuncia. È formato da due soli ingredienti, ovvero le fave e la cicoria. La sua preparazione richiede pochi e semplici passi, vediamo insieme come si prepara.

Tenere in ammollo le fave per circa 12 ore e poi cuocerle in una pentola avendo cura di coprirle con dell’acqua e di mescolarle con un cucchiaio di legno fino a che le stesse non si sfalderanno diventando un purè.

Nel frattempo si pulire la cicoria e sbollentarla in acqua. Quando è pronta servirla insieme al purè di fave e condire tutto con un filo d’olio extravergine d’oliva.

Purè di fave con il Bimby

Il purè di fave può essere preparato anche col Bimby e la preparazione in questo caso è molto più veloce della ricetta tradizionale. Nel boccale inserire le fave insieme all’acqua, allo scalogno e al sale e cuocere tutto a 90° a velocità 1 per circa 35 minuti.

Unire l’olio extravergine d’oliva e cuocere a velocità 4 a 100° pr circa 5 minuti. Al termine della cottura, disporre il purè nei piatti e servire con un filo d’olio a crudo.

Curiosità e consigli

  • Per la preparazione di questa ricetta vengono utilizzate le fave secche, ma anche con le fave fresche otterrete un ottimo risultato. 
  • Durante la cottura della fave, se necessario, bisognerà aggiungere dell'acqua per portarle a completa cottura. 
  • Se volete, circa 30 minuti prima del termine della cottura, potrete aggiungere un patata di medie dimensioni per rendere la purea più densa e corposa. 
  • Se rimangono dei pezzetti di fave, il purè può essere frullato con un mixer ad immersione.
  • Il purè di fave può essere utilizzato anche per condire la pasta.