diredonna network
logo
Ricetta: Salsa tartara

Maiale in agrodolce

Sponge cake

Pasta risottata

Insalata nizzarda

Funghi ripieni

Torta rovesciata all'ananas

Verdure al forno

Torta angelica

Fonduta di formaggio

Pizza di scarola

Salsa tartara

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

Per 4 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Salsa tartara

La salsa tartara è un condimento molto simile alla maionese, e infatti viene preparata con tuorli sia sodi che freschi, che vengono montati unendo dell’aceto di vino bianco e dell’olio a filo. Rispetto alla maionese ha la particolarità di essere arricchita con un trito di cetriolini, capperi, dragoncello e prezzemolo.

Di sicuro è molto gustosa ed è un ottimo accompagnamento per piatti a base di carne e di pesce. Abbinata alle uova sode costituirà un delizioso antipasto. Seguiteci per scoprire come prepararla!

Quando preparare questa ricetta?

La salsa tartara si prepara come accompagnamento per piatti a base di carne o pesce.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa fate rassodare quattro delle uova previste e nel frattempo tritate i cetriolini e i capperi, il prezzemolo e il dragoncello. Separate i tuorli sodi dagli albumi e poneteli in una ciotola, quindi unite l’aceto, un pizzico di sale e di pepe e lavorate bene i tuorli con un cucchiaio di legno in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti.

  2. 2.

    In ultimo unite anche i tuorli freschi e iniziate a montare il composto con le fruste elettriche come se fosse una classica maionese. Incorporate l’olio a filo e molto lentamente sempre continuando a montare con le fruste. Montate sempre nella stessa direzione o la salsa impazzirà.

  3. 3.

    La salsa dovrà avere una consistenza soda e cremosa. A questo punto incorporate il trito di capperi, cetriolini, prezzemolo e dragoncello e mescolate delicatamente. La salsa tartara è pronta per essere servita in tavola e gustata.

Varianti

Salsa tartara vegan

La salsa tartara vegan si prepara mescolando la maionese vegan con l’olio extravergine d’oliva, l’aceto e la senape.

Una volta che la salsa sarà ben montata regolate di sale e pepe e unite un trito di capperi, cetrioli e prezzemolo. Mescolate delicatamente e servitela in tavola.

Salsa tartara Bimby

La salsa tartara si prepara anche col Bimby: vediamo insieme come fare. Ponete la maionese nel boccale del Bimby e unite i cetriolini sott’aceto, i capperi, l’erba cipollina e il prezzemolo.

Salate e lasciate lavorare il robot a velocità 4 per 45 secondi. La salsa tartara è pronta per essere servita.

Salsa tonnata

La salsa tonnata è un condimento gustoso, semplice e tipicamente estivo. È la salsa per eccellenza e viene utilizzata persino in preparazioni importanti, come per esempio il vitello tonnato.

Può essere consumata sia come antipasto sui crostini che come secondo piatto leggero. Si accompagna perfettamente anche alle patate lesse e alle verdure bollite in generale.

Salsa olandese

La salsa olandese è una preparazione semplice e gustosa, e viene preparata per accompagnare tipicamente piatti a base di carne, di pesce o di verdure. È tipica della cucina francese e si prepara proprio come se fosse una maionese.

Il suo utilizzo più conosciuto è come salsa di accompagnamento per le uova alla Benedict. Seguite la nostra ricetta per scoprire come prepararla.

Tzatziki

Lo tzatziki è la tipica salsa greca che viene preparata e utilizzata per accompagnare qualsiasi tipo di piatto, da quelli di carne a quelli di pesce e persino le insalate.

È l’ingrediente fondamentale del gyros e fa anche parte del kebab turco. Le sue origini sono molto antiche ma se volete scoprire di più seguite la nostra ricetta e preparatelo insieme a noi.

Curiosità e consigli

  • Se la salsa tartara dovesse impazzire versate un tuorlo in un’altra ciotola e cominciate a frullarlo unendo un filo d’olio, quindi unite un cucchiaio della salsa impazzita mescolando molto lentamente.
  • Per non far impazzire la salsa tartara, evitate di aggiungere troppo olio in una volta, perché potrebbe impedire la corretta emulsione con il tuorlo.