diredonna network
logo
Ricetta: Salvia fritta

Salvia fritta

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 40 foglie

Stagioni

Ingredienti

Salvia fritta

Voglia di un antipasto o di un contorno gustoso e sfizioso? Oggi vi proponiamo di preparare la salvia fritta, uno sfizio croccante e davvero molto gustoso, semplicissimo da preparare e apprezzato da tutti. Ovviamente la salvia per preparare questa ricetta deve essere di ottima qualità, per questo motivo le foglie devono essere integre e profumate.

Le stesse foglie vengono intinte in una pastella preparata con farina, birra e sale. Curiosi di scoprire la ricetta passo dopo passo? Allora seguiteci!

Quando preparare questa ricetta?

La salvia fritta si prepara quando si vuole un antipasto o contorno diverso dal solito.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa lavate bene le foglie di salvia sotto l’acqua corrente fredda, quindi disponetele in un vassoio foderato con carta assorbente da cucina e lasciatele asciugare bene. A parte preparate la pastella, quindi versate la farina in una ciotola e aggiungete la birra fredda poco per volta, quindi mescolate con una frusta fino ad ottenere una pastella liscia e priva di grumi.

  2. 2.

    Regolate di sale a piacere e mettetela da parte. Riprendete le foglie di salvia e assicuratevi che siano ben asciutte. Versate l’olio in una padella e fatelo ben scaldare. Passate le foglie di salvia nella pastella in modo che siano ben coperte, dopodiché tuffatele nell’olio e friggetene pochi pezzi per volta.

  3. 3.

    Quando saranno dorate, toglietele dall’olio servendovi di una schiumarola e ponetele a scolare su della carta assorbente. Regolate di sale e servite la salvia fritta subito in tavola.

Varianti

Salvia fritta con uovo

La salvia fritta con uovo si prepara cominciando dalla pastella. In una ciotola si mescola l’uovo con un pizzico di sale e con della farina, dopodiché si aggiunge l’acqua fredda e si mescola bene fino a ottenere una pastella omogenea.

A questo punto si lavano e si asciugano le foglie di salvia e si passano in pastella. Si versa l’olio in una padella e si fa ben scaldare, dopodiché si frigge la salvia e si toglie quando risulterà essere ben dorata. Si pone su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso e si serve in tavola ben calda.

Salvia fritta senza glutine

La salvia fritta senza glutine si prepara realizzando una pastella senza glutine con della farina di ceci e dell’acqua frizzante, dopodiché si lavano e si asciugano le foglie di salvia e si passano nella pastella.

Si friggono in olio ben caldo, quindi si tolgono dall’olio quando saranno ben dorate e si pongono in un piatto ricoperto di carta assorbente. Una volta che avrete eliminato l’olio in eccesso, servitela in tavola regolando di sale.

Salvia fritta al forno

La salvia fritta al forno si prepara preriscaldando il forno a 200° in funzione ventilata, dopodiché si sciacquano le foglie di salvia sotto l’acqua corrente e si asciugano tamponandole con della carta da cucina. Si prepara una pastella mescolando la farina con la birra e si aggiunge anche un pizzico di sale e di curcuma.

A questo punto si passano le foglie di salvia nella pastella e si adagiano su una leccarda ricoperta di carta da forno. Si completa con un filo d’olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale e si inforna tutto per circa 15-20 minuti, ricordando di rigirarle a metà cottura. Servitela in tavola ben calda.

Curiosità e consigli

  • Le foglie di salvia fritta si consumano assolutamente calde.
  • La pastella può essere preparata anche con acqua gasata al posto della birra: non contenendo lieviti, le foglie non saranno gonfie come nel caso della birra.