diredonna network
logo
Ricetta: Sangria

Maiale in agrodolce

Sponge cake

Pasta risottata

Insalata nizzarda

Funghi ripieni

Torta rovesciata all'ananas

Verdure al forno

Torta angelica

Fonduta di formaggio

Pizza di scarola

Sangria

Dettagli ricetta

Preparazione

15 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 8 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Sangria

La sangria è una bevanda alcolica di origine spagnola dal sapore dolce e corposo. Si tratta semplicemente di vino rosso aromatizzato con frutta e spezie che è diffusissimo in tutta la Spagna dove spessissime volta viene servita in accompagnamento alla paella mista.

Il nome sangria deriva da sangue proprio per il suo colore rosso dato dal vino. Non può di certo mancare in ogni festa che si rispetti, soprattutto se a tema spagnolo. Vediamo insieme come prepararla.

Quando preparare questa ricetta?

La sangria è una bevanda di origine spagnola da preparare in occasione di una cena a tema.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa spremiamo il limone e l’arancia raccogliendone il succo in una ciotola. Prendete l’altro limone e tagliatene una metà a fette. L’altra metà tagliatela a dadini senza eliminare la buccia. Eseguite la stessa operazione per l’arancia rimasta.

  2. 2.

    Lavate la pesca senza sbucciarla e tagliatela a metà in modo da rimuovere il nocciolo centrale. Tagliatela a cubetti e fate la stessa cosa con la mela rimuovendone il torsolo. In una ciotola molto capiente versate il vino rosso e aggiungete lo zucchero e i chiodi di garofano.

  3. 3.

    Incidete la bacca di vaniglia e raccoglietene i semi da aggiungere alla ciotola. Mettete in infusione anche il baccello svuotato, dopodichè unite il succo di arancia e limone al vino e mescolate. A questo punto unire la frutta, quindi nell’ordine mele, pesche, arancia, limone e le fette rispettivamente di arancia e limone.

  4. 4.

    Da ultimo versate il Cointreau quindi coprite la ciotola con della pellicola trasparente e riponete la sangria in frigorifero per tutta la notte in modo che i sapori della frutta e delle spezie si amalgamino alla perfezione al vino.

  5. 5.

    Al momento di servirla unite la gassosa e il ghiaccio, ricordando di rimuovere il baccello di vaniglia. Servite la vostra sangria ben fredda.

Varianti

Sangria Bimby

La sangria può essere preparata anche al bimby versando il tutto nel boccale e facendo amalgamare a velocità 3 per almeno 30 secondi. Dopodichè si filtra il tutto versandolo in una ciotola e si fa riposare in frigorifero per almeno due ore. Trascorso questo tempo servire la sangria.

Sangria analcolica

La sangria analcolica è dissetante al pari della classica sangria ed è molto apprezzata nel periodo estivo da chi è astemio. Si prepara semplicemente versando del succo di mela in una caraffa a cui si aggiungono le arance, il pompelmo e il limone. Si lascia il tutto in infusione prima di servire.

Sangria bianca

La sangria bianca differisce dalla classica sangria in quanto viene preparata col vino prosecco donando alla preparazione un tocco di freschezza e leggerezza in più. È il cocktail estivo per eccellenza e non può assolutamente mancare nella feste estive.

Curiosità e consigli

  • La sangria si conserva in frigorifero per 3 giorni al massimo.
  • Per un gusto meno dolce si può sostituire la gassosa con della soda. 
  • Potete cambiare la frutta a vostro piacimento ma ricordate che non deve essere troppo matura in modo che non si spappoli. 
  • La sangria deve macerare per circa 3 ore prima di essere servita, ma se la preparate il giorno prima è ancora meglio.
  • Il vino perfetto per preparare la sangria è sicuramente il Cannonau di Sardegna.