diredonna network
logo
Ricetta: Torta Paradiso

Pane di segale

Pizzette di melanzane

Pita gyros

Focaccia di patate

Zucchine ripiene

Sbriciolata ricotta e cioccolato

Torta di carote e mandorle

Pesche ripiene

Biscotti al latte

Spaghetti di riso

Torta Paradiso

Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

50 minuti

Costo

Dosi

7-8 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Per la base:
Per la farcitura:
Per decorare:

Torta Paradiso

La torta paradiso è un dolce apprezzato da grandi e piccini.

Semplice, soffice e delicata, è adatta a tutte le occasioni, dalla merenda alle serate con gli amici.

È un dolce genuino, composto da ingredienti molto semplici che tutti, nel bene o nel male, abbiamo in casa.

Si narra che fu il marchese Visconti a commissionare la realizzazione di questo dolce nel 1878.

Fu così che da un giovane pasticcere dell’epoca nacque l’idea di una torta speciale, friabile e gustosissima e dagli ingredienti ben dosati, di modo che si conservasse ben fresca per parecchi giorni.

Ecco alcune varianti di questo splendido dolce:

Torta paradiso con crema al cioccolato bianco

Seguire le indicazioni della ricetta per preparare il pan di spagna.

Per la crema basterà versare 100 g. di panna in un pentolino e sciogliere all’interno il cioccolato bianco.

A parte montare la restante panna e unirla alla ganache al cioccolato bianco solo quando questa sarà completamente fredda.

Procedere alla farcitura.

Torta paradiso al cioccolato

Versione super goduriosa di questa torta; basterà sostituire parte della farina con 100 g. di cacao amaro e proseguire normalmente con la ricetta.

Potrete farcirla ugualmente con la classica crema o con una golosa chantilly al cioccolato.

Torta paradiso senza crema

Ricetta classica e veloce, molto più sana e leggera.

Questa variante non prevede l’uso del lievito e non prevede farcitura.

Preparazione

  1. 1.

    Dividere le uova in due ciotole diverse separando i tuorli dagli albumi. Montare quest’ultimi a neve ben ferma con un pizzico di sale. 

  2. 2.

    In una ciotola mettere il burro ammorbidito e lavorarlo fino a farlo diventare soffice e cremoso.

  3. 3.

    Incorporare lo zucchero, i tuorli e la scorza grattugiata del limone.

  4. 4.

    Setacciare poco per volta la farina, il lievito, la vaniglia e la fecola e incorporatele poco per volta all’impasto. Mescolare delicatamente per evitare la formazione di grumi.

  5. 5.

    Incorporare gli albumi montati a neve ben ferma avendo cura di mescolare il composto delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per non farlo smontare.

  6. 6.

    Imburrare e infarinare una tortiera e versarvi dentro l’impasto livellandolo per bene. Infornare a 180° per 50 minuti. Sfornare e far freddare la torta.

  7. 7.

    Passiamo ora alla preparazione della crema. Mettere in ammollo la colla di pesce per 30 minuti. Trascorso questo tempo, strizzarla per bene e farla sciogliere a bagnomaria a fuoco medio.

  8. 8.

    In una ciotola montare la panna ben dura e aggiungere il miele, la gelatina sciolta e la vaniglia.

  9. 9.

    Dividere la torta in due dischi che bagnerete con del latte. Spalmare la crema e ricoprire con l’altra parte di torta. 

  10. 10.

    Mettere in frigo a riposare per un’ora e al momento di servire spolverizzarla di zucchero a velo.

Curiosità e consigli

 

  • Per la realizzazione di questa torta potete utilizzare anche una teglia rettangolare delle giuste dimensioni (30x40cm), in modo poi da poter tagliare tanti piccoli tranci di torta e riprodurre le merendine kinder che si trovano in commercio.
  • Se non volete ungere la teglia con il burro, potete utilizzare della carta forno che aderisca per bene alla teglia.
  • Nella versione di torta paradiso al cioccolato potete aggiungere delle gocce di cioccolato per arricchire il tutto.
  • Il forno deve essere sempre preriscaldato alla temperatura indicata dalla ricetta.
  • Essendo molto friabile come dolce, prestare molta attenzione al taglio. La torta deve essere ben fredda per poter essere tagliata. 
  • Lo zucchero a velo utilizzato per decorare la superficie si aggiunge sempre al momento di servire. Se fatto prima la torta assorbe lo zucchero a velo in quanto ricco di amido e il suo sapore risulterà sgradevolmente dolce.