diredonna network
logo
Ricetta: Trippa alla Fiorentina

Trippa alla Fiorentina

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

2 ore e 0 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Trippa alla Fiorentina

La trippa alla fiorentina è una delle ricette più conosciute della tradizione culinaria italiana soprattutto per la sua semplicità di preparazione.

Ad essa viene anche riconosciuto il sapore semplice e allo stesso tempo deciso. È un alimento molto consumato in Toscana, soprattutto nella città di Firenze da cui ovviamente ne è tratto il nome.

Si narra che fu il maestro Martino a creare questo piatto e, per quanto ne riguarda la sua diffusione, va sicuramente attribuita a Bartolomeo Sacchi.

Preparazione

  1. 1.

    Iniziamo la preparazione affettando la trippa già pulita e parzialmente lessata molto sottilmente. Lavatela sotto l’acqua corrente e lasciatela scolare per bene.

  2. 2.

    A questo punto prepariamo il soffritto. Puliamo la carota, il sedano e la cipolla e riduciamo le verdure in cubetti.

  3. 3.

    In un tegame facciamo soffriggere l’olio extravergine d’oliva e il burro e successivamente unite le verdure per il soffritto.

  4. 4.

    Aromatizzate il tutto con le foglie di alloro e lo spicchio d’aglio. Fate rosolare a fuoco basso per circa 5 minuti.

  5. 5.

    Togliamo lo spicchio d’aglio e ora aggiungiamo la trippa per farla rosolare e insaporire. Sfumate il tutto con il vino bianco e fatelo evaporare completamente.

  6. 6.

    Aggiungete i pomodori pelati e regolate di sale e pepe.

  7. 7.

    Portate a cottura coprendo il tegame con un coperchio, mescolando di tanto in tanto e bagnando con qualche mestolo di acqua o brodo caldo.

  8. 8.

    Vi occorreranno all’incirca 2 ore, ma per dimezzare i tempi potrete utilizzare la pentola a pressione.

  9. 9.

    Al termine spolverare con il parmigiano e lasciate riposare per circa 5 minuti. Servite la trippa alla fiorentina ben calda.

Varianti

Trippa alla milanese

Anche a Milano si diffuse ampiamente questo piatto dalle origini molto povere. In dialetto milanese viene anche chiamata “busecca milanese”. I contadini avevano la tradizione di servirla principalmente nel periodo natalizio dopo la messa di mezzanotte. Ogni famiglia ha la sua ricetta tradizionale ma principalmente è un piatto molto simile a quello da me indicatovi, con solo l’aggiunta dei fagioli che sanno rendere il piatto ancora più sostanzioso.

Trippa alla romana

Piatto molto simile alla trippa fiorentina. Sostanzioso e di tradizione popolare. Questa versione in particolare è caratterizzata dall’utilizzo del pecorino romano e della mentuccia, che vengono inserite nella fase iniziale della cottura come tradizione vuole. Le sue origini sono molto modeste ed proprio questo ad averne permesso l’ampia diffusione.

Curiosità e consigli

  • La trippa alla fiorentina si conserva per 2 giorni chiusa in un contenitore ermetico. 
  • Dopo la cottura può essere anche congelata. 
  • Per gustarla in tutta la sua bontà, associate il piatto al lampredotto, un gustosissimo panino tipicamente fiorentino. 
  • Comprate la trippa precotta già pulita. In questo modo accorcerete di molto i tempi di preparazione.