diredonna network
logo
Ricetta: Trippa alla Fiorentina

Croque Madame

Finocchi in padella

Fricandò

Pasta ncasciata

Cotoletta alla bolognese

Pane di segale

Spaghetti di riso

Patatas bravas

Totani in umido

Crocchette di pollo

Trippa alla Fiorentina

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

2 ore e 0 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Trippa alla Fiorentina

La trippa alla fiorentina è una delle ricette più conosciute della tradizione culinaria italiana soprattutto per la sua semplicità di preparazione.

Ad essa viene anche riconosciuto il sapore semplice e allo stesso tempo deciso. È un alimento molto consumato in Toscana, soprattutto nella città di Firenze da cui ovviamente ne è tratto il nome.

Si narra che fu il maestro Martino a creare questo piatto e, per quanto ne riguarda la sua diffusione, va sicuramente attribuita a Bartolomeo Sacchi.

Preparazione

  1. 1.

    Iniziamo la preparazione affettando la trippa già pulita e parzialmente lessata molto sottilmente. Lavatela sotto l’acqua corrente e lasciatela scolare per bene.

  2. 2.

    A questo punto prepariamo il soffritto. Puliamo la carota, il sedano e la cipolla e riduciamo le verdure in cubetti.

  3. 3.

    In un tegame facciamo soffriggere l’olio extravergine d’oliva e il burro e successivamente unite le verdure per il soffritto.

  4. 4.

    Aromatizzate il tutto con le foglie di alloro e lo spicchio d’aglio. Fate rosolare a fuoco basso per circa 5 minuti.

  5. 5.

    Togliamo lo spicchio d’aglio e ora aggiungiamo la trippa per farla rosolare e insaporire. Sfumate il tutto con il vino bianco e fatelo evaporare completamente.

  6. 6.

    Aggiungete i pomodori pelati e regolate di sale e pepe.

  7. 7.

    Portate a cottura coprendo il tegame con un coperchio, mescolando di tanto in tanto e bagnando con qualche mestolo di acqua o brodo caldo.

  8. 8.

    Vi occorreranno all’incirca 2 ore, ma per dimezzare i tempi potrete utilizzare la pentola a pressione.

  9. 9.

    Al termine spolverare con il parmigiano e lasciate riposare per circa 5 minuti. Servite la trippa alla fiorentina ben calda.

Varianti

Trippa alla milanese

Anche a Milano si diffuse ampiamente questo piatto dalle origini molto povere. In dialetto milanese viene anche chiamata “busecca milanese”. I contadini avevano la tradizione di servirla principalmente nel periodo natalizio dopo la messa di mezzanotte. Ogni famiglia ha la sua ricetta tradizionale ma principalmente è un piatto molto simile a quello da me indicatovi, con solo l’aggiunta dei fagioli che sanno rendere il piatto ancora più sostanzioso.

Trippa alla romana

Piatto molto simile alla trippa fiorentina. Sostanzioso e di tradizione popolare. Questa versione in particolare è caratterizzata dall’utilizzo del pecorino romano e della mentuccia, che vengono inserite nella fase iniziale della cottura come tradizione vuole. Le sue origini sono molto modeste ed proprio questo ad averne permesso l’ampia diffusione.

Curiosità e consigli

  • La trippa alla fiorentina si conserva per 2 giorni chiusa in un contenitore ermetico. 
  • Dopo la cottura può essere anche congelata. 
  • Per gustarla in tutta la sua bontà, associate il piatto al lampredotto, un gustosissimo panino tipicamente fiorentino. 
  • Comprate la trippa precotta già pulita. In questo modo accorcerete di molto i tempi di preparazione.