diredonna network
logo
Ricetta: Vellutata di cavolfiore

Vellutata di cavolfiore

Dettagli ricetta

Preparazione

10 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Vellutata di cavolfiore

Voglia di un piatto sfizioso, leggero e nutriente? Preparate insieme a noi la vellutata di cavolfiore, un vero e proprio comfort food che viene servito come primo piatto, accompagnato da crostini di pane. Si prepara facilmente e velocemente. Il cavolfiore è l’ortaggio invernale per eccellenza, appartenente alla famiglia dei cavoli, e si rivela eccellente impiegato nella preparazione di zuppe e vellutate.

Oggi vi proponiamo questo piatto semplice e rustico, preparato con ingredienti semplicissimi. È ottima servita con un filo d’olio a crudo, accompagnata da crostini di pane tostato. Seguiteci per scoprire come prepararla!

Quando preparare questa ricetta?

La vellutata di cavolfiore si prepara quando si ha voglia di pranzare con qualcosa di caldo e leggero.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa lavate e tagliate a tocchetti le patate, quindi private il porro della parte verde e affettatelo sottilmente. Lavate il cavolfiore e dividetelo in cimette con l’aiuto di un coltello. In un tegame fate sciogliere il burro con l’olio extravergine d’oliva. Unite l’aglio schiacciato e, non appena sarà imbiondito, unite il porro affettato, il cavolfiore e le patate.

  2. 2.

    Lasciate insaporire per qualche minuto, quindi unite del pepe nero e un litro di acqua. Lasciate cuocere a fuoco medio per 10 minuti, ricordando di mescolare di tanto in tanto. Coprite con un coperchio e proseguite la cottura per altri 20 minuti a fuoco lento. Una volta che le verdure saranno cotte, versate il tutto in un frullatore e frullate fino ad ottenere una crema densa e omogenea.

  3. 3.

    Tritate l’erba cipollina e cospargete la vellutata. Regolate di sale e mescolate molto bene, quindi servite la vellutata di cavolfiore in tavola ben calda con un filo d’olio a crudo, crostini di pane tostato e del parmigiano grattugiato.

Varianti

Vellutata di cavolfiore Bimby

La vellutata di cavolfiore si prepara anche al Bimby: vediamo insieme come fare. Nel boccale inserite l’olio e il burro e, successivamente, lo scalogno, il cavolfiore e la patata ben puliti. Fate insaporire il tutto per 10 minuti al varoma a velocità 1.

Unite l’acqua, il dado e la noce moscata e cuocete il tutto senza misurino per 30 minuti a 100° velocità 1. Frullate per 1 minuto circa a velocità 8.

Servite la vellutata di cavolfiore in tavola ben calda con un filo d’olio a crudo.

Vellutata di cavolfiore e zafferano

Per preparare la vellutata di cavolfiore e zafferano pelate l’aglio e la cipolla e tritateli, successivamente affettate il porro e sciacquate bene il cavolfiore. Tagliate quest’ultimo a pezzi e mettete da parte. In un tegame fate scaldare l’olio extravergine d’oliva e fate soffriggere l’aglio, la cipolla e il porro.

Unite anche il cavolfiore e fatelo rosolare per altri 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Unite il sale, il pepe e lo zafferano e, infine, unite l’acqua o il brodo fino a coprire tutte le verdure. Coprite la pentola con un coperchio e portatela ad ebollizione, quindi fate cuocere la vellutata per circa 20 minuti o comunque fino a che le verdure non saranno ben tenere.

Una volta pronte, frullate tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una vellutata cremosa. Fatela intiepidire, condite con un filo d’olio extravergine d’oliva e servitela in tavola.

Curiosità e consigli

  • La vellutata di cavolfiore si consuma ben calda, ma se avanza si conserva in frigorifero ben chiusa in un contenitore ermetico per un giorno al massimo.
  • Può essere congelata dopo averla fatta raffreddare.
  • Al termine della cottura potrete aggiungere della panna fresca per dare una nota più cremosa al piatto.