diredonna network
logo
Ricetta: Zabajone

Torta Arlecchino

Timballo di pasta

Frittata di spinaci

Crostata di pesche

Crostata senza burro

Cotoletta alla palermitana

Pizza parigina

Arrosticini

Patate alla lionese

Harissa

Zabajone

Dettagli ricetta

Preparazione

15 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Ingredienti

Zabajone

Lo zabajone, noto anche come zabaione, è una crema dolce e spumosa a base di tuorli d’uovo, zucchero e vino liquoroso. Si è diffusa a macchia d’olio soprattutto in Italia, dove da vita a liquori come il Vov. La sua preparazione vanta secoli di storia, anche se ancora non si è riusciti a capire quali siano le sua vere origini.

Lo zabajone viene preparato a caldo, precisamente a bagnomaria e successivamente viene montato fino a farlo diventare soffice. Viene servito in accompagnamento di gelati alla crema, di biscotti e di cialde come le lingue di gatto.

Preparazione

  1. 1.

    Rompete le uova e separate i tuorli dagli albumi. Utilizzate questi ultimi come meglio credete perchè tanto non vi serviranno per la preparazione della ricetta in questione. 

  2. 2.

    Ponete i tuorli in una ciotola di acciaio, preferibilmente con il manico, e unite lo zucchero.

  3. 3.

    Montate il composto con le fruste elettriche fino a che non si sia formata una crema gonfia, liscia, chiara e spumosa. 

  4. 4.

    Unite il marsala a poco a poco sempre sbattendo il tutto per farlo assorbire bene.

  5. 5.

    Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, immergete la pentola a bagnomaria in una più grande che possa contenerla perfettamente e riempita di acqua per almeno 1/3. Fate attenzione perchè il fuoco dovrà essere mantenuto molto basso e l’acqua non dovrà mai bollire.

  6. 6.

    Mescolate con una frusta per pasticceri per almeno 15 minuti fino a che non vedrete la crema gonfiarsi e diventare vellutata. 

  7. 7.

    Togliete lo zabaione dal fuoco e servitelo immediatamente nelle coppette di vetro.

  8. 8.

    Se invece volete gustarlo freddo dovrete mescolarlo di tanto in tanto fino a raffreddamento avvenuto, per evitare che il vino si separi dalla crema depositandosi sul fondo. Accompagnatelo con dei biscotti o con delle cialde unitamente a un ciuffo di panna montata.

Varianti

Zabaione al cioccolato

Variante del classico zabaione, si differisce dalla ricetta classica per la presenza del cioccolato fondente che andrà tritato molto finemente e unito alla crema. Dovrete mescolare molto bene fino al completo sciogliemento dello stesso. Anche la variante al cioccolato si accompagna perfettamente con biscotti, cialde e panna montata.

Curiosità e consigli

  • Generalmente viene arricchito con marsala, madera, moscato, vin santo ecc...
  • Viene servito in coppe di vetro e guarnito con panna montata e frutta fresca.
  • Nella sua preparazione è importante utilizzare uova freschissime e tenere la temperatura della cottura a bagnomaria sotto controllo. 
  • Secondo alcuni lo zabaione prese il nome dal Capitano Giovanni Baglioni, che nel 1500, si accampò nei pressi di Reggio Emilia e mandò i suoi soldati in cerca di cibo: questi tornarono con quello che trovarono nei campi e nei vicini terreni, cioè uova, vino e zucchero. Ne fecero un miscuglio che poi gustarono come rancio e ne rimasero talmente entusiasti che la ricetta presto si diffuse, e in onore al capitano Giovanni Baglioni, chiamato popolarmente 'Zvàn Bajòun', la crema prese il suo nome, cioè zabaione.
  • Un'altra versione ci dice che nacque a Torino e prese il nome di un monaco, Giovanni de Baylon, che lo utilizzava come ricostituente per gli ammalati e i deboli.