Quando si torna a casa dopo aver fatto la spesa spesso si ripone ciò che si è comprato in fretta e furia nel frigo, senza fare molta attenzione alla corretta disposizione dei prodotti. Tuttavia, dedicare un po’ di tempo in più all’organizzazione del frigorifero potrebbe prolungare la vita del tuo cibo e aiutarti a ridurre gli sprechi alimentari.

Ecco qualche idea per organizzare al meglio il tuo frigo.

1. Cosa riporre nello sportello del frigo

Non tutti sanno che all’interno di un frigorifero si possono trovare diverse temperature.

La temperatura presente nei contenitori dello sportello del frigo è normalmente più alta rispetto allo scomparto principale. Questo succede perché il frigo viene aperto di frequente.

È consigliabile non conservare in questi contenitori alimenti come latte e uova, nonostante alcuni frigoriferi dispongano di appositi scomparti a forma di uovo che possono trarre in inganno.

Feng shui: come disporre arredi e spazi per una casa che dia 'buone energie'
10

Nello sportello del frigo si possono conservare invece il burro, i condimenti, i succhi di frutta e l’acqua.

2. Cosa riporre nella parte inferiore del frigo

Il ripiano inferiore del frigo è solitamente il più freddo. Questo lo rende ideale per la conservazione degli alimenti maggiormente esposti allo sviluppo di batteri nocivi, tra cui il latte, le uova (da conservare nella loro scatola originale), il pesce, la carne e il pollame.

Questi ultimi devono essere attentamente incartati in modo da impedire lo sgocciolamento sugli altri alimenti.

3. Cosa riporre nel ripiano superiore

Gli scaffali superiori tendono ad essere i più caldi in assoluto. Qui si possono tranquillamente conservare yogurt, marmellate, avanzi, i dessert ma anche farina e cereali, che se lasciati fuori dal frigo con il tempo assorbono umidità e odori.

 

4. Il cassetto per la frutta e la verdura

Alcuni frutti rilasciano gas etilene, che possono avere un impatto sulle verdure e accelerare la decomposizione. La maggior parte dei frigoriferi ha due cassetti per frutta e verdura con cursori in grado di regolare l’umidità.

5 cibi e alimenti "insospettabili" da non mangiare

Gli articoli che rilasciano i gas di etilene devono essere conservati in un cassetto a bassa umidità, mentre gli altri prodotti appartengono al cassetto ad alta umidità.

In generale, è bene riporre la verdura nel cassetto ad alta umidità, mentre la frutta in quello a umidità bassa.

5. Cosa NON riporre in frigo

C’è spesso molta confusione su quali alimenti occorre riporre in frigorifero quali invece dovrebbero essere conservati a temperatura ambiente.

Bisognerebbe evitare di riporre in frigo alimenti come le banane, il caffè (che potrebbe assorbire gli odori), l’aglio non sbucciato, il pane, le cipolle e le patate.

Anche i pomodori non dovrebbero essere conservati in frigo, ma risposti in luoghi freschi e bui. Se invece sei abituata a conservarli in frigo, ricordati di toglierli un giorno o due prima di mangiarli. In questo modo ripristineranno la loro freschezza.

6. Utilizzare contenitore trasparenti ed etichettarli

Un modo semplice e intelligente per trovare subito ciò che cerchi all’interno del tuo frigo è conservare gli alimenti in appositi contenitori trasparenti che ti permetteranno di vedere il contenuto.

Questi contenitori sono anche semplici da rimuovere nel caso dovessi pulire un intero scaffale.

Su ciascuno di essi puoi attaccare delle etichette su cui scrivere la data entro cui si dovrà consumare quel determinato alimento, oppure semplicemente la data in cui lo si è riposto in frigo.

7. Ripetere regolarmente la pulizia del frigo

Molto importante per la corretta conservazione degli alimenti è mantenere il frigo pulito.

Se possibile, è bene rimuovere i cassetti e le mensole e lasciarli in ammollo in acqua calda e un po’ di detersivo. Passa poi alla pulizia dell’intero interno, facendo attenzione a usare metodi di pulizia non abrasivi in ​​modo da non danneggiare la plastica. Un semplice panno imbevuto di acqua e qualche goccia di aceto è la scelta ottimale.

Piccola chicca: conserva in frigo una piccola scatola di bicarbonato di sodio per aiutare a ridurre gli odori del frigorifero.

Articolo originale pubblicato il Marzo 11, 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!