diredonna network
logo
Stai leggendo: Kamut, 10 Cose da Sapere

Kamut, 10 Cose da Sapere

Kamut, tutti ne parlano, ma chi lo conosce davvero?! Ecco 10 curiosità su uno degli alimenti più utilizzati sulle tavole italiane.
(foto: Web)
(foto: Web)

Kamut, tutti ne parlano ma in quanti lo conoscono?!
Si parla spesso della farina di kamut che sempre più sta sostituendo quella 00 o del kamut puro che va a sostituire il grano semplice.
Inoltre pare che il Kamut, se usato regolarmente, possa avere degli ottimi benefici sulla salute:

[…] consumare regolarmente prodotti a base di grano khorasan Kamut riduce i fattori di rischio cardiovascolare come il colesterolo totale (- 4 per cento), il colesterolo LDL (- 7.8 per cento) e la glicemia (- 4 per cento).

Ottimo anche per chi soffre della sindrome del colon irritabile.
Il kamut infatti diminuisce il dolore addominale, il gonfiore, la stanchezza e la distensione addominale migliorando la qualità della vita di chi soffre di questo disturbo.

Ecco quindi, tramite una ricerca del Dipartimento di Scienze Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente dell’Università degli Studi di Firenze, pubblicata su HuffingtonPost, 10 cose da sapere sul kamut.

 

1- L’origine

Il Kamut in realtà si chiama “grano khorasan” ed è l’antenato del grano moderno.
Dimenticato per secoli ora è tornato sulle tavole grazie alle sue caratteristiche bio.

2- Leggenda

Questo tipo di grano è originario della Mesopotamia. Verso la fine della seconda guerra mondiale il pilota americano, Earl Dedman, lo portò nel Montana e iniziò a coltivarlo.
Bob Quinn, nel 1964, vide ad una fiera locale questo nuovo tipo di grano e iniziò a coltivarlo nella sua fattoria biologica. Fu così che negli anni ’90 si registrò il marchio del grano khorosan, diventato poi KAMUT, proprio come lo conosciamo noi.

3- Italia

Il Kamut si coltiva anche in Abruzzo, Basilicata e Campania.
Si chiama Triticum Polonicum, grano Saragolla che è una varietà di kamut anche se non ancora registrata.

(foto: Tumblr)
(foto: Tumblr)

4- Perchè il Kamut

Questo tipo di grano non ha subito le selezioni del grano moderno, ovvero non ha partecipato alla rivoluzione verde che ha reso il grano più produttivo e resistente alle aggressioni esterne.
Il kamut è rimasto puro e autentico, secondo le regole dell’agricoltura biologica.

5- Proteine

Il Kamut contiene proteine e minerali. È ricco di selenio, zinco e magnesio e ha una quantità elevata di potassio e magnesio.

6- Selenio e vitamina E

Nel 2011 si è dimostrato che il pane preparato con il kamut contiene anche quantità di selenio 10 volte superiori al grano classico, così come è maggiore la presenza di caratenoidi e Vitamina E. Un buon 30 % in più rispetto alla farina di frumento.

 

(foto: Tumblr)
(foto: Tumblr)

7- Combatte l’invecchiamento

Il selenio rende questo alimento importante per contrastare l’invecchiamento precoce. Bastano 2 o 3 porzioni al giorno per raggiungere la razione giornaliera di selenio raccomandata.

8- Aiuta l’attività dell’intestino

Uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition ha dimostrato che una dieta a base di prodotti fatti con grano khorosan kamut aumenta l’attività antinfiammatoria nel corpo rispetto a una dieta a base di frumento moderno.
Chi soffre di disturbi gastrointestinali con una dieta al kamut migliora i suoi sintomi legati all’intestino irritabile.

9- Celiachia

Il Kamut contiene glutine quindi non va bene per celiaci ma può essere invece consumato da chi ha una sensibilità al glutine.

10- Al cuore

Consumare regolarmente kamut riduce rischi cardiovascolari.

Ancora indecise?!