diredonna network
logo
Stai leggendo: 5 Alimenti In Scatola Da Eliminare Dal Tuo Carrello Della Spesa

Come pastorizzare le uova

Perché dovresti provare la colazione proteica, anche in versione vegana

Salsa tartara

Muffin alle mele

Carpaccio di zucchine

Kimchi

Pettole

Bisque di gamberi

Torta di grano saraceno

Marmellata di pomodori verdi

5 Alimenti In Scatola Da Eliminare Dal Tuo Carrello Della Spesa

Gli alimenti precotti e confezionati sono davvero molto comodi e pratici da preparare ma non fanno bene alla salute. Ecco come eliminare definitivamente 5 alimenti confezionati che fanno parte della nostra lista della spesa.
(foto:Web)
(foto:Web)

In tutte le diete, che siano per dimagrire o per iniziare uno stile alimentare decisamente più sano, dovrebbero essere preferiti i cibi biologici, o completamente naturali, soprattutto nella preparazione.

Sarebbe meglio evitare quindi i cibi confezionati, ricchi di conservanti e non salutari.

Alcuni effetti negativi di un consumo eccessivo di prodotti in scatola sono ancora poco noti.

I cibi confezionati infatti creano dipendenza essendo ricchi di componenti che ne stimolano la sazietà, stimolano la dopamina che associa la sensazione di benessere al mangiare.

Gli additivi contenuti negli alimenti in scatola poi possono causare obesità e i carboidrati presenti in alcuni prodotti, come nelle merendine confezionate, tendono ad alzare la glicemia.

Proprio perchè confezionati o comunque precotti, gli alimenti in questione inducono anche i consumatori a mangiare più in fretta e in quantità elevate.

I cibi industriali sono poveri di vitamine e sali minerali e contengono invece quantità eccessive di grassi e zuccheri raffinati.

Una dieta carente però può condurre anche all’infertilità.

I cibi in scatola sono anche più difficili da digerire e creano cattivo umore: l’equilibrio intestinale inoltre è legato anche all’umore ed è proprio nell’intestino che si rinviene la maggior concentrazione di serotonina, coinvolta nel controllo dell’umore e alla base di fenomeni di depressione.

Spesso per ridurre i danni si scelgono prodotti industriali “light” o “naturali” ma le etichette possono essere fuorvianti.

Basta un po’ di tempo e di passione in più per riuscire a mantenere buoni propositi e mangiare più sano, evitando cibi elaborati e in scatola.

Con qualche piccolo suggerimento, vi raccontiamo come cestinare per sempre 5 alimenti confezionati che sicuramente sono sulla vostra lista della spesa.

(E se vi fidate, ne guadagnerete anche economicamente)

1. Piselli in scatola

(foto:Web)
(foto:Web)

I contenitori dei piselli sono rivestiti di Bisfenolo A, un composto organico che potrebbe essere fra le principali cause del calo del desiderio sessuale e della fertilità maschile.

I piselli freschi sono molto più buoni e sul web abbiamo trovato una ricetta veloce per cucinarli in soli 10 minuti: mettere i piselli nell’acqua, cambiare la suddetta acqua in cui sono stati lasciati a bagno, metterli a essiccare per 5 minuti.

Più semplice di così! Via la pigrizia!

2. Zuppa Confezionata

(foto:Web)
(foto:Web)

Le zuppe confezionate sono buonissime, diciamo la verità, peccato che la maggior parte delle volte nascondano ingredienti sgradevoli e anche quelle pensate per vegani presentano tracce di pollo o di manzo.

Il tutto per renderle più saporite e “a lunga conservazione”.

Preparare una minestra in casa è molto semplice e si evita di inserire anche componenti negative per il nostro fisico.

Provate semplicemente a digitare sul motore di ricerca il nome di qualsiasi zuppa. Troverete ricette dettagliate e la lista di tutti gli alimenti necessari.

3. Crema di Ceci

(foto:Web)
(foto:Web)

La crema di ceci fresca, a differenza di quella confezionata che troviamo nei supermercati, non sarà mai eccessivamente acida o troppo pungente all’olfatto.

Basterà infatti seguire una ricetta secondo i nostri gusti personali e prepararla è davvero semplice.

Sul web abbiamo trovato questa ricetta:

Procuratevi 100 g di ceci ammollati, 240 g di piselli freschi, 1 ciuffo di prezzemolo, 1/2 bicchiere di panna, 1 litro di brodo di dado vegetale.
Lavate e tritate il prezzemolo. Mettete i ceci nel passaverdure e diluite la purea con il brodo bollente. Insaporite la crema con sale e pepe. Fate addensare cuocendo per qualche minuto a fuoco medio. Aggiungete la panna e lasciate sul fuoco ancora per 5 min. Aggiungete i piselli e il prezzemolo e fate cuocere fino a che i primi saranno teneri. A questo punto la crema sarà addensata. Riponete in un piatto e aggiungete 1 filo di olio extravergine di oliva.

4. Dado

(foto:Web)
(foto:Web)

Il Dado è sicuramente un alimento molto comodo in cucina, soprattutto quando le porzioni da preparare sono numerose.

Preparare il brodo di dado vegetale è davvero molto semplice, basta solo un po’ di pazienza.

Comprare 200 gr di sedano, 2 carote,1 cipolla grossa,1 zucchina,100 gr di prezzemolo, 20 foglie di basilico, 2 rametti di rosmarino,15 foglie di salvia, 150 gr di sale,1 cucchiaio di olio.

Tagliate in modo fine le verdure e le erbe aromatiche, mettendole in una pentola di acciaio con un cucchiaio di olio.

Coprire con sale e fare cuocere almeno un’ora e mezza senza aggiungere altra acqua.

Frullate il tutto e rimettete sul fuoco finchè il dado non sarà denso.

1. Kinder fetta al latte

(foto:Web)
(foto:Web)

GreenMe.it ha dato un’alternativa alla celebre merendina Kinder.

Eccovi la ricetta:

  • 40 g di farina 0
  • 20 g di farina integrale
  • 60 g di zucchero a velo
  • 60 g di burro ammorbidito
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 3 cucchiaini di cacao amaro
  • 2 albumi
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • 250 ml di panna da montare
  • 2 cucchiaini di miele
  • 1 cucchiaino di sciroppo d’acero

In una terrina unite lo zucchero a velo e il burro tagliato a tocchetti; poi, con un cucchiaio di legno, mescolate fino a ottenere una crema liscia e compatta.

Versate gli albumi in un contenitore alto e stretto, aggiungete il sale e il bicarbonato e montate a neve con le fruste fino ad ottenere una spuma ben soda. Colate gli albumi sulla crema di burro e mescolate lentamente, facendo movimenti dal basso verso l’alto, in modo da incorporare aria, ottenendo così un pan di spagna morbido.

Setacciate la farina, il cacao e il lievito, poi versatelo a pioggia sul composto cremoso e mescolate fino a ottenere una crema omogenea.

A questo punto accendete il forno a 200 gradi, foderate la placca del forno con della carta apposita, poi versateci il composto e – aiutandovi con una spatola – distribuitela in modo omogeneo formando uno strato di circa 3-4 millimetri di spessore. Infornate e fate cuocere per 3-4 minuti al massimo, poi sfornate e lasciate freddare.

Nel frattempo montate la panna, aggiungete il miele e lo sciroppo d’acero.
Quando il pan di spagna si sarà raffreddato, tagliate delicatamente i bordi del rettangolo, in modo da rifinirlo nella forma, dividetelo in due parti uguali e ricoprite uno dei due strati con la panna: fate attenzione a non farcire troppo le estremità, che dovrete sporcare leggermente. Fatto ciò, coprite con l’altro strato di pan di spagna e premete leggermente con le mani per distribuire la farcia in modo omogeneo.

Riponete in frigo per almeno 2 ore.