Troppo al dente, troppo scotta… Cuocere la pasta al punto giusto può rivelarsi un’operazione tutt’altro che semplice, soprattutto perché basta un momento di distrazione per far diventare penne e spaghetti troppo cotti, o levarli un minuto prima del dovuto per avere l’impressione di mangiare dei sassi.

Per ovviare a questo inconveniente Barilla, in collaborazione con Spotify, ha avuto un’idea geniale e senza dubbio divertente, ovvero creare delle vere e proprie playlist che sono, in sostanza, anche timer utili a indicarci quando l’alimento principe della dieta mediterranea è pronto.

Si chiamano proprio playlist-timer, e sono otto raccolte di canzoni, lunghe dai 9 agli 11 minuti, che abbinano i quattro generi musicali più ascoltati in Italia, ovvero pop, hip hop, indie e i grandi classici del passato. A ciascuna playlist è stata associata anche una copertina dai rimandi pop, disegnata da importanti artisti, che Barilla ha condiviso sul proprio account Instagram.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Barilla (@barillaitalia)

I nomi delle playlist sono Mixtape Spaghetti, Boom Bap Fusilli, Best Song Penne e Simply Classic Linguine, e hanno esattamente la durata del tempo di cottura dei vari formati. Cosa significa ciò? Che quando la musica finisce, sapete che è il momento giusto per scolare la pasta!

10 motivi per cui non dovreste buttare l'acqua della pasta

Parliamo di un’idea davvero carina, che potrebbe risolverci l’annoso problema di dover controllare costantemente la cottura della pasta, e al contempo potrebbe farci passare l’attesa in una maniera senz’altro più divertente; ora il quesito che si pone è: scegliere la playlist in base al formato di pasta che ci piace di più, oppure, al contrario, scegliere la pasta da buttare in base al genere musicale che preferiamo?

Questo, ovviamente, dipende tutto dai gusti personali; se volete farvi un’idea delle canzoni contenute in ogni playlist, è sufficiente andare su Spotify e ascoltarle.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!