diredonna network
logo
Stai leggendo: Carne alla brace: aumento rischio cancro colon retto del 70%

Starbucks: arrivano due nuovi Frappuccini. Quale scegli?

I bouquet che ogni donna vorrebbe... si mangiano!

Farfalle al salmone

Biscotti al latte

Risotto alle zucchine

Riso pilaf

Fagioli all'uccelletto

Spaghetti al nero di seppia

Nutellotti

Nutella bianca

Carne alla brace: aumento rischio cancro colon retto del 70%

Dichiarazione shock di uno dei più grandi studiosi italiani:"La carne alla brace aumenta del 70% il rischio di cancro al colon retto"
(foto:Web)
(foto:Web)

In un’intervista per il Giornalettismo, Mario Pappagallo, giornalista scientifico del Corriere della Sera e co-autore con l’oncologo Umberto Veronesi del libro “Verso la scelta vegetariana”, ha raccontato di come gli ultimi studi abbiano evidenziato che mangiando carne cotta alla brace si aumenti del 70% il rischio di contrarre un cancro al colon retto.

“La carne cotta alla brace aumenta il rischio dicancro al colon retto del 70 per cento. È dagli anni ’80 che è noto. Il secondo dato scientifico è che il grasso animale aumenta dell’30 per cento il rischio di tumore al seno. E questo nel libro è scritto – commenta Pappagallo, che aggiunge – Questo però non vuol dire che la carne fa venire il cancro ma che bisogna ridurne il consumo. Però in Italia paradossalmente, nonostante i dettami della dieta mediterranea, consumiamo circa 800 grammi pro capite alla settimana quando è stabilito dai nutrizionisti che il massimo indicato è sui 450. È ormai risaputo che un’alimentazione ricca di frutta e verdure eviterebbe nel 20-33% dei casi un tumore al polmone, nel 66-75% un carcinoma gastrico, nel 33-50% un tumore al seno, nel 66-75% un tumore del colon e del retto.”

Brutte notizie dunque per gli amanti della carne, soprattutto di barbecue e affini.
Veronesi stesso insiste con la sua battaglia vegana, raccontando tutti gli effetti nocivi della carne.
Perchè dunque siamo ancora in molti ad essere così restii ad abbandonarla?!