A chiunque sarà capitato di prendere fra le mani un prodotto e scoprire di aver oltrepassato la data di scadenza; tutti i prodotti confezionati, infatti, la riportano, poiché è la normativa a imporlo, di modo che i consumatori sappiano che si parla di un prodotto deperibile.

Mentre ci sono prodotti che effettivamente sono dannosi per la salute, se consumati oltre la data di scadenza, altri invece semplicemente non producono più l’effetto desiderato, e perdono le loro proprietà.

Ma cosa accade nel caso delle spezie? Pepe, cannella, curry, in realtà non nascondono insidie se consumati oltre il periodo di scadenza, perché la data, in questo caso, è solo una garanzia delle proprietà del prodotto. Certo può capitare che, dopo un tot di tempo, perdano sapore e odore caratteristici, ma in termini di danni alla salute… Beh, non ce ne sono.

Ciò significa che la cosa peggiore che può capitare è che, se le usiamo per condire le nostre pietanze, potremmo non sentirne più il sapore come in origine, e dovremmo quindi aggiungerne di più. Ma le spezie scadute possono anche essere riciclate in modi intelligenti; ad esempio, per realizzare un profumatore da casa: sarà sufficiente far bollire un pentolino d’acqua dentro cui immergeremo le spezie, e poi posizionare il tutto in un angolo della casa che troviamo di nostro gusto.

4 curiosità sul wasabi e perché non dovreste mescolarlo con la salsa di soia

Ci sono poi spezie dall’aroma più forte, come salvia, origano e chiodi di garofano, che possono essere inserite direttamente in sacchettini di cotone da lasciare in diversi punti della casa o negli armadi. Una soluzione ideale, ad esempio, è metterle nella scarpiera, per contrastare i cattivi odori.

I più creativi potrebbero usare i pigmenti contenuti nelle spezie per dipingere: curry, curcuma, ginestra, lavanda sono ideali per questa attività.

Le spezie con consistenza granulare, invece, possono essere ottimi esfolianti e scrub per il corpo: basta aggiungerle al sapone oppure creare un impasto ad hoc aggiungendo olio e sale fino.

Infine, le spezie più piccanti, come pepe e peperoncino, se messe in vaso, sul terriccio o in punti strategici della casa possono tenere lontani insetti e formiche; anche qui, però, bisogna tenere presente che più la spezia è debole, meno il suo odore si sentirà.

Articolo originale pubblicato il Dicembre 13, 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!