logo
Stai leggendo: Forno pirolitico: cos’è e quali sono i vantaggi

Forno pirolitico: cos'è e quali sono i vantaggi

Il forno pirolitico è dotato di speciali funzioni di auto pulizia. Grazie al raggiungimento di altissime temperature, circa 500°C, è in grado di ridurre in cenere ogni tipo di residuo di cibo e di grasso che si è depositato sulle pareti. Il forno, così, può essere facilmente pulito e igienizzato per aumentare la sua durata e le sue prestazioni.

Se non sapete che cosa è un forno pirolitico scommettiamo che, dopo aver letto questo articolo, ne vorrete uno: vi assicuriamo che per chiunque lo provi è un vero e proprio colpo di fulmine.

Prima di addentrarci nei dettagli della pirolisi, riassumiamo brevemente l’informazione più importante: il forno pirolitico si pulisce da solo.

Diciamo la verità: pulire il forno non piace a nessuno. Si tratta di una attività laboriosa, faticosa, poco gratificante e, qualche volta, il tanto impegno profuso, in una posizione piuttosto scomoda tra l’altro, non dà nemmeno i risultati sperati. Inoltre, si è sempre nell’altalenante indecisione tra prodotti naturali, chimici ecologici, fatti in casa, riciclati, etc. Insomma, il mondo dei detergenti è un mondo complicato da affrontare. Il forno pirolitico offre quindi la migliore tra tutte le soluzioni: è autopulente.

Entrando nel dettaglio del processo, la pirolisi è un processo di decomposizione termochimica di materiali organici, ottenuto mediante l’applicazione di calore a temperature comprese tra 400°C e 800°C.

Il processo di pirolisi è utilizzato fin dall’antichità nelle carbonaie, dove si produce carbone vegetale. Nel forno di casa, questo processo serve a ridurre in cenere tutti i residui di cibo e grasso rimasti nel forno a seguito del normale utilizzo.

Il forno pirolitico: come funziona

forno pirolitico
fonte: pixnio

Questa tipologia di elettrodomestici di ultimissima generazione ha una funzione interna di pulizia mediante il calore. In altre parole, è in grado di carbonizzare letteralmente il grasso e lo sporco che può essersi accumulato sulle pareti, ma anche sulle teglie e sulle griglie, in totale autonomia, ad una temperatura altissima: circa 500°C.

I diversi modelli in commercio hanno anche diversi programmi di auto pulizia. In base al calore e alla durata sono indicati per rimuovere semplicemente i cattivi odori, per la pulizia ordinaria oppure per lo sporco più ostinato.

Una volta terminato il programma, è possibile aprire il forno e rimuovere con un semplicissimo panno umido i residui di cenere che si sono depositati sul fondo del forno. A questo punto le pareti saranno perfettamente pulite e splendenti. Giusto per precisione, è bene sottolineare che durante il ciclo di pirolisi non è possibile cuocere.

Scegliere per la propria cucina un forno pirolitico non significa rinunciare ad altre caratteristiche di questo elettrodomestico. Al contrario, proprio perché si tratta di una funzione così utile e apprezzata, viene inserita in modelli di forno già eccellenti e con ottime prestazioni, oltre che con diverse metodologie di cottura, quali quella ventilata o a vapore.

Se non sapete quale metodologia di cottura scegliere, tra quella del forno statico e del forno ventilato, per le diverse pietanze che man mano preparate, potete leggere questo articolo:

I vantaggi del forno pirolitico

I vantaggi di avere questo tipo di forno sono numerosi. Per chi si occupa della manutenzione degli elettrodomestici, il vantaggio innegabile è nel tempo risparmiato. Il ciclo di auto pulizia deve essere semplicemente avviato, anche nelle ore notturne, e non è richiesto nessun altro intervento.

Non c’è necessità di aggiungere detergenti, e nemmeno di essere presenti mentre il ciclo di pulizia si completa.

Il forno, tenuto sempre pulito, ha una maggior durata e migliori prestazioni, inoltre è innegabilmente più igienico: la pirolisi è più efficace dei rimedi casalinghi quali il bicarbonato o il limone.

Non bisogna pensare che le temperature elevate raggiunte durante il ciclo di auto pulizia rendano il forno più pericoloso. Sono sempre attivi, durante il funzionamento dell’elettrodomestico, sistemi di chiusura dello sportello assolutamente sicuri.
Inoltre gli sportelli dei forni moderni sono dotati di più strati di vetro termoisolante che assicurano che l’esterno del forno non si surriscaldi.

Quindi questo forno pirolitico è veramente un sogno? Sì. Anche se gli svantaggi esistono e sono principalmente:

  • il costo piuttosto elevato dell’elettrodomestico;
  • i consumi elevati durante il ciclo di pirolisi.
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...