Sul blog della bellissima modella curvy Elisa D’Ospina si parla di Junk Food:

Dagli anni 90 in poi, con la diffusione dei fast food, le generazioni più giovani hanno preso confidenza con il famoso “cibo spazzatura” ricco di grassi e zuccheri come hamburger, patatine fritte, bevande gassate etc… Lo diciamo spesso che una dieta scorretta può portare a lungo andare ad una lunga serie di problemi. Secondo una recente ricerca dell’università di Montreal e pubblicata sull’International Journal of Obesity mangiar male può provocare depressione e squilibrio dei nostri stati psicologici.
La dieta a base di cibo spazzatura farebbe aumentare la quantità di proteina Creb, una proteina che farebbe aumentare la quantità di dopamina in circolo e quindi che stimolerebbe una sorta di dipendenza da ricompensa.Sempre più spesso le mamme affermano che i loro piccoli non hanno un buon rapporto con frutta e verdura. Dati inquietanti considerando che, secondo l’ultima indagine ‘Okkio alla Salute’ del ministero della Salute già più di un bambino su tre di età compresa tra i 6 e gli 11 anni pesa troppo, mentre il 12,3% dei bambini è obeso e il 23,6% è in sovrappeso, soprattutto a causa delle cattive abitudini alimentari.
Una scorretta alimentazione quindi porterebbe sovrappeso, obesità, depressione e dipendenza. Ecco perchè è importante abituare i ragazzi fin da piccoli ad una corretta e varia alimentazione. Visto che siamo in Italia, dove la dieta mediterranea è un nostro piccolo patrimonio, cerchiamo di “sforzarci” nel non cadere nelle tentazioni del Junk food.

Articolo originale pubblicato il Dicembre 19, 2012

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!