Il bello delle ricette di Sonia Peronaci è che le tradizioni, che pure vengono rispettate ed esaltate, spesso vengono mescolate, per creare qualcosa di completamente nuovo e di assolutamente unico. È accaduto anche ai suoi gamberi fritti, che non sono i soliti gamberi fritti, perché si tratta di crostacei in agrodolce con l’aggiunta di farina di cocco. Un piatto che ha il sapore delle nazioni asiatiche che hanno sbocchi sulla costa, ma che al tempo stesso incuriosisce tantissimo.

Ho avuto due maestri – scrive Sonia Peronaci sul suo blog, in cui spiega da dove venga il suo modus operandi assai versatile ed eclettico in cucina – uno del profondo Nord, la mia energica nonna austriaca, e uno del profondo Sud, il mio talentuoso padre calabrese. Entrambi mi hanno insegnato il rispetto per gli ingredienti semplici e di qualità, e l’importanza di conoscere la tradizione per poter creare qualcosa di nuovo. Entrambi mi hanno insegnato che in ogni piatto c’è prima di tutto cultura: ci sono le usanze di uno spicchio di mondo, le conoscenze di tutte le donne e gli uomini che quel cibo l’hanno cucinato prima di noi, il percorso di uno o più ingredienti.

Bisque di gamberi

Il sapore tanto caratteristico di questi gamberi è dato dalla panatura e dalla salsa. Nella panatura ci vanno infatti la farina ci cocco, l’amido di mais e le uova, mentre la salsa è a base di senape di Digione, miele e latte di cocco, che conferiscono appunto a questi gamberi quel tipico sapore agrodolce che stupisce e conquista. Ma comunque non si tratta della sola ricetta interessante di cui Sonia parla sul suo blog e sui propri canali social come Instagram.

Abbiamo scelto quindi alcune preparazioni semplici e veloci, ma anche molto gustose e particolari, da preparare in estate, per sé o per la propria famiglia e gli amici. Perché scegliere die percorsi più facili in cucina non significa che dobbiamo rinunciare al gusto. Così, basta lasciarsi conquistare dalle foto di Sonia e mettersi tra i fornelli seguendo la sua esperienza e la sua creatività.

1. Gamberi al cocco

Si tratta di una ricetta ispirata alla cucina indonesiana: i gamberi sono agrodolci e croccanti e presentano un retrogusto di cocco.

2. Baci di champignon

Hanno la forma dei baci di dama, ma sono salati, a partire dall’impasto. La farcitura è composta da una crema di funghi champignon aromatizzata con pomodori o verdura.

3. Zucchine a scapece

Un grande classico estivo: un contorno a base di zucchine, che vengono preparate con menta e naturalmente aceto. Si conservano in frigo anche alcuni giorni, per cui possono essere consumate con estrema calma.

4. Fregola con le arselle

È un piatto tipico della Sardegna, che si prepara a partire dalla fregola, un taglio di pasta che viene condito con dei molluschi, che possono essere appunto arselle ma anche vongole o lupini, secondo le proprie preferenze e disponibilità.

5. Crostoni alla calabrese

Dalla Sardegna una ricetta velocissima, a base di pane abbrustolito, nduja, pomodoro, scamorza affumicata e altri ingredienti che contribuiscono al sapore. L’ideale per le serate estive.

6. Club House Sandwich

Tacchino e verdure (oltre al pane) sono gli ingredienti principali di questo panino fresco e leggero. Adattissimo per un pranzo leggero in spiaggia ma anche a un aperitivo in casa con gli amici.

7. Clafoutis di ciliegie

Un dolce a base di frutti estivi come ciliegie e pesche: per avvertire in cucina i sapori della Provenza, esattamente come ha fatto Sonia. Che questa torta l’ha assaggiata calda, con una pallina di gelato.

8. Insalata di polpo

Il polpo che incontra le verdure in un piatto da consumare fresco. Ricordate però: non bollite troppo il polpo, che, se si sforano i tempi indicati da Sonia, si rischia che le carni si induriscano.

9. Zucchine ripiene

Esistono moltissime ricette diverse di ortaggi ripieni. Ma ogni volta cambia il ripieno. In questo caso, gli ingredienti fondamentali sono salsiccia, carne macinata, cipollotti, provola, pangrattato e uova.

10. Cazzilli

Si tratta delle classiche crocchette siciliane a base di patate, che vengono fritte e consumate bollenti, anche sotto il sole.

Articolo originale pubblicato il Luglio 21, 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!