logo
Stai leggendo: Mangiare ananas fa bene? 4 proprietà ma anche 3 controindicazioni che non sai

Mangiare ananas fa bene? 4 proprietà ma anche 3 controindicazioni che non sai

L'ananas, ma soprattutto il suo gambo, sono ricchi di bromelina, una sostanza nota in erboristeria e fitoterapia per le sue numerose proprietà. Un consumo eccessivo di ananas, però, può avere anche degli effetti collaterali.

Le proprietà dell’ananas sono scientificamente dimostrate, o sono semplicemente sopravvalutate?
Scopriamolo insieme approfondendo alcune caratteristiche peculiari di questo frutto estremamente dissetante e gustoso, il cui consumo ha anche un rovescio della medaglia.

L’ananas nel dettaglio

L’ananas è un frutto tropicale ormai molto comune anche sulle nostre tavole.
Le sue varietà sono molte, e molto diverse tra loro, dalle più piccole, che possono raggiungere il peso di 1kg e sono molto succose e saporite, alle più grandi, che possono raggiungere i 5kg.
Che faccia bene, al pari di tutta l’altra frutta, è accertato, ma spesso l’ananas viene scelto per specifiche proprietà che lo fanno rientrare nel gruppo degli alimenti salutistici.

Inoltre, nelle erboristerie, ma anche nelle farmacie, sono moltissimi i prodotti a base di ananas, o a base di gambo di ananas, che promettono effetti benefici sul nostro organismo.

Le 4 proprietà più note dell’ananas

ananas
fonte: pixabay

1. L’azione antiinfiammatoria

Sia il frutto che il gambo dell’ananas contengono bromelina, un enzima al quale vengono attribuite particolari proprietà, tra le quali quella di essere un antiinfiammatorio naturale, oltre che un decongestionante. L’ananas è un frutto alcalinizzante, ossia riduce il livello di pH, creando un ambiente in cui tendono a diminuire gli stati infiammatori dovuti spesso a una alimentazione non ben bilanciata.

2. La funzione diuretica

La funzione diuretica attribuita all’ananas deriva dalla concentrazione di acidi organici, tra i quali l’acido citrico che, con lo zucchero, dà il caratteristico sapore a questo frutto.
L’ananas è composto per circa l’85% da acqua: disseta e depura l’organismo con un basso apporto di zuccheri e calorie.

3. Il trattamento della cellulite

È sempre grazie alla sua azione diuretica che la bromelina aiuta a ridurre la cellulite dovuta, come si sa, a un ristagno di liquidi. Inoltre, i preparati a base di ananas riescono a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, diminuendo l’accumulo di liquidi.

4. L’azione antiossidante

I radicali liberi, si sa, sono i principali nemici dell’eterna giovinezza. L’ananas è in grado di ridurli e di ritardare quindi il naturale processo di invecchiamento cellulare.

3 effetti collaterali dell’ananas e le controindicazioni

ananas
fonte: pixabay

Può sembrare strano, ma anche un consumo eccessivo di frutta, in particolar modo di alcuni tipi di frutta, può avere delle controindicazioni e degli effetti collaterali.

Ecco quali sono quelli dell’ananas o, per meglio dire, quelli della bromelina, la sostanza della quale abbiamo già parlato descrivendone le proprietà.

1. Reazione allergica

Sono rare, ma esistono, le persone allergiche alla bromelina. I sintomi che accusano se mangiano ananas sono quelli comuni ad altre reazioni allergiche: pizzicore in bocca, gonfiore delle labbra e della lingua, prurito.

2. Problemi gastro-intestinali

Dal gonfiore al dolore addominale, dalla sensazione di nausea fino addirittura al vomito o alla diarrea, sono molte le fastidiose conseguenze che il consumo di ananas può causare nelle persone intolleranti.

In particolar modo, chi soffre di ulcera peptica dovrebbe evitare di mangiare questo frutto, perché può acuire il dolore e il bruciore.

3. Interazione con farmaci

Sia gli integratori a base di ananas, che un consumo eccessivo del frutto, possono interferire con alcuni farmaci.

In particolar modo, è bene parlare con il proprio medico nel caso si segua una terapia a base di anticoagulanti o si assumano farmaci per l’ipertensione.

Conclusione: mangiare ananas fa bene?

Sì, mangiare ananas fa bene, come fa bene d’altro canto mangiare in generale frutta. Per ottenere però reali benefici dalla bromelina è consigliato consumare prodotti fitoterapici realizzati con estratti di ananas, o del suo gambo, perché in questo modo è possibile assicurarsene un maggiore e più continuativo apporto.

Che lo si consumi infatti fresco, oppure utilizzato in gustose ricette, tra le quali torte o dolci al cucchiaio come il tiramisù, è veramente difficile mangiare un quantitativo quotidiano di ananas significativo.

Purtroppo no: scegliere l’ananas alla fine di un lauto pasto, in cui si è un po’ esagerato in calorie o in grassi, non farà certo dimagrire tanto quanto non farà scomparire la cellulite. Però sì, aiuterà la digestione e eviterà di ingerire ancor più calorie con un altro dessert.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...