logo
Stai leggendo: Il menu ideale per la festa della donna

Il menu ideale per la festa della donna

Cena con le amiche? Ecco, dall'antipasto al dolce, il menu per la festa delle donne per sorprendere e stupire: piatti golosi in cui, ovviamente, spicca la... Mimosa.
menu festa della donna

La Festa della Donna è senza dubbio l’occasione migliore per trascorrere del tempo con le amiche o con le donne di famiglia, rilassandosi con una serata all’insegna delle chiacchiere e del divertimento.

Molte optano per la classica cena fuori, o per l’apericena prima di andare a scatenarsi in discoteca, ma non necessariamente per stare bene si deve uscire: organizzare una cena con le amiche a casa è infatti il modo migliore per creare una situazione davvero confortevole e piacevole, in cui sentirsi a proprio agio.

Non serve fare follie per preparare un menu con i fiocchi per sorprendere le amiche: basta un po’ di creatività per mettere insieme un menu per la festa della donna per una cena completa, dall’antipasto al dolce, che sia ovviamente tutta ispirata alla mimosa, il fiore per eccellenza dell’8 marzo.

Il cocktail mimosa

menu festa della donna
Fonte: pinterest

Prima della cena vera e propria, si può brindare con un cocktail leggero e delicato, da preparare con:

  • 300 ml di succo d’ arancia
  • 600 ml di champagne
  • 100 ml di acqua
  • 5 cucchiai di zucchero

Fate sciogliere lo zucchero in un pentolino con l’acqua, spremete le arance e filtrate con un colino, quindi mettete il succo in una ciotola aggiungendo champagne freddo e lo sciroppo di zucchero raffreddato. Servite il cocktail in flûte con uno spicchio d’arancia

Le uova mimosa

menu festa della donna
Fonte: web

Cominciamo con un antipasto semplice e gustoso, le uova mimosa, uova sode farcite con una salsa tonnata a cui si aggiunge un’acciuga, del prezzemolo e dei capperi,  decorate con il tuorlo sodo sbriciolato, in modo da ottenere l’effetto mimosa. Per prepararle occorrono:

  • 4 uova
  • 100 gr di tonno
  • 50 gr di maionese
  • 1 cucchiaino di capperi
  • 1 filetto di acciuga
  • prezzemolo
  • sale

Dopo aver fatto diventare le uova sode e averle lasciate raffreddare, sbucciatele, apritele a metà e privatele del tuorlo. Lavorate in una ciotola tonno, maionese, capperi, acciuga, prezzemolo, sale e metà dei tuorli, fino a ottenere una crema con cui farcirete l’albume dell’uovo. Grattugiate i restanti tuorli e decorate con del pepe rosa.

Risotto mimosa

menu festa della donna
Fonte: pinterest

Passiamo ora al gustosissimo primo piatto, un risotto agli asparagi che però richiami il fiore della festa della donna. Per prepararlo vi servono:

  • 250 gr di riso
  • 300 gr di punte di asparagi
  • 100 gr di stracchino
  • 2 uova
  • 500 ml di brodo vegetale
  • 1 scalogno
  • 20 gr di parmigiano
  • sale
  • pepe
  • olio evo

Dopo aver fatto bollire le uova, mettetele da parte e cuocete le punte d’asparagi per 7-10 minuti, a vapore, quindi frullateli tenendo da parte qualche punta per la decorazione del piatto. In una casseruola fate appassire lo scalogno tritato, quindi aggiungete il riso tostandolo a fiamma alta.
Sfumate con il vino bianco, aggiungete la crema di asparagi e ricoprite con il brodo bollente; quando è cotto, aggiungete anche stracchino e parmigiano per mantecare, quindi servite decorando il risotto con le punte degli asparagi precedentemente tenute da parte e il tuorlo delle uova sode, sbriciolato.

La torta mimosa

menu festa della donna
Fonte: pinterest

Per concludere in bellezza, non si può che proporre la torta mimosa, vero simbolo della festa della donna. Per quanto sembri una ricetta piuttosto complicata, realizzarla in realtà non è affatto difficile.

Per uno stampo da 24 cm serviranno:

Per il pan di spagna:

  • 6 uova
  • 250 gr di zucchero
  • 300 gr di farina 00
  • 6 cucchiai di acqua bollente
  • 1 bustina di lievito per dolci

Per la farcia:

  • 4 tuorli
  • 40 gr di farina
  • 5 cucchiai di zucchero
  • 400 ml di latte
  • 250 ml di panna per dolci

Per la bagna

  • 200 ml di acqua
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di limoncello

Come primo passo preparate il pan di spagna, separando i tuorli dagli albumi e montando questi ultimi a neve. Montate invece i 6 tuorli con 6 cucchiai di acqua bollente. Quindi aggiungete lo zucchero montando il tutto a velocità massima, finché il composto non risulti spumoso, unite lentamente la farina a pioggia e la bustina di lievito, infine aggiungete gli albumi montati a neve, mescolando con un cucchiaio in maniera delicata, per non smontare il composto, che andrete a versare in uno stampo imburrato e infarinato, infornando a 180°C nel forno statico preriscaldato per 40 minuti. Una volta sfornato, lasciate raffreddare.

Per ottenere una variante ancor più golosa della torta mimosa si può realizzare il pan di spagna al cioccolato, unendo 30 g di cacao amaro alla farina.

Passate quindi alla crema, incidendo una stecca di vaniglia e lasciandola nel latte per 5 minuti così che sprigioni tutto il suo aroma, poi mescolate i tuorli con lo zucchero, unite la farina fino a ottenere un composto omogeneo e, in ultimo, aggiungete il latte a filo, mescolate, mettete in un pentolino e cuocete la crema fino a farla addensare.
Trasferite la crema in una ciotola e aggiungete la panna precedentemente montata

È il momento di assemblare la torta: tagliate orizzontalmente la parte superiore del pan di spagna, svuotate il pan di spagna della sua mollica come a voler formare un contenitore (la mollica tolta servirà per decorare la torta).

Preparate quindi una bagna, facendo sciogliere qualche cucchiaino di zucchero in un po’ d’acqua calda e aggiungendo poi il limoncello, bagnate il pan di spagna e farcitelo con la crema chantilly, tenendone da parte 1/4 per ricoprire la parte superiore.

Chiudete la torta con la calotta tolta precedentemente e bagnatela con un po’ di sciroppo, quindi ricoprite tutta la torta con la crema che avevate messo da parte infine decorate tutta la superficie della torta mimosa facendo aderire la mollica di pan di spagna.
Lasciate riposare la torta mimosa in frigo per almeno un’ora prima servirla.