diredonna network
logo
Stai leggendo: Le 6 Cose che Non Sapevi Sugli Orsetti Gommosi

I 50 piatti più buoni del mondo da mangiare prima di morire

Salsa tartara

Muffin alle mele

Carpaccio di zucchine

Kimchi

Pettole

Bisque di gamberi

Come pastorizzare le uova

Torta di grano saraceno

Marmellata di pomodori verdi

Le 6 Cose che Non Sapevi Sugli Orsetti Gommosi

Sapevi con che cosa sono fatti gli orsetti gommosi? E che hanno ispirato un cartone animato? Ecco un articolo che svela sei curiosità su queste morbidissime caramelle.
Fonte: web
Fonte: web

Tra tutte le caramelle che esistono, gli orsetti gommosi sono, probabilmente, quelli che più di tutti ci riportano alla nostra infanzia, a quando uscivamo dal bar del paese o dell’oratorio con il sacchettino bianco ricolmo di dolciumi da mangiare tutto d’un fiato, incuranti dello sguardo contrariato della mamma e delle raccomandazioni del dentista.

I piccoli e appiccicosi orsetti erano infatti irresistibili e lo sono anche adesso, con la loro forma simpatica e il loro gusto inconfondibile: io adoravo quelli rossi e infatti li lasciavo sempre per ultimi, perché il loro sapore di fragola svanisse il più tardi possibile. Ma in realtà il loro sapore non era di fragola, bensì di lampone: una scoperta che mi ha lasciato a bocca aperta. Ma quali altri segreti hanno queste caramelle golose? Noi ve li sveliamo tutti:

1. Di che cosa sono fatti

Fonte: web
Fonte: web

Gli orsetti gommosi, inventati nel 1920 a Bonn da Hans Riegel, fondatore dell’Haribo, erano composti da una resina di un particolare tipo di acacia, detta gomma arabica, sostituita negli anni ’80 dalla gelatina di maiale, che rende queste caramelle ancora più morbide. Oltre alla gelatina, ci sono  sciroppo di glucosio, zucchero e detrosio.

I colori vengono dati dai concentrati di ribes nero, arancia, limone, bacca di sambuco e ribes rosso.

2. Problemi religiosi ed etici

Fonte: web
Fonte: web

Non tutti vogliono o possono mangiare il maiale: per questo degli orsetti gommosi esistono anche una linea kosher per gli ebrei e una halal per i musulmani. Inoltre, vegetariani e vegani che non vogliono rinunciare a queste caramelle le trovano anche nella variante con la pectina.

3. Ogni gusto un colore

Fonte: web
Fonte: web

In giro se ne vedono di tanti colori, ma gli orsetti gommosi originali sono di cinque colori: bianchi, gialli, arancio, verdi e rossi. Quelli bianchi hanno il gusto di ananas, quelli gialli di limone, quelli arancio di arancia, quelli verdi di fragola e quelli rossi di lampone.

4. Vitamine

Fonte: web
Fonte: web

Per convincere i bambini a prendere le vitamine, che di solito fuggono davanti a qualsiasi pastiglietta, è stata creata una linea di orsetti gommossi multivitaminici e allo xilitolo.

5. Orsetti-icone

Fonte: web
Fonte: web

Gli orsetti gommosi non sono solo delle caramelle, ma delle vere icone. Infatti hanno ispirato una serie di cartoni animati, i Gummi, incentrata su sei orsetti antropomorfi; la serie, firmata Walt Disney, è stata prodotta per ben sei stagioni. Inoltre gli orsetti hanno conquistato anche la moda: nel 2012, due stiliste giapponesi hanno creato un abito fatto di 50 mila orsetti.

6. Stelle del cinema

Fonte: web
Fonte: web

Gli orsetti sono sbarcati anche sul grande schermo: nel film di animazione del 2009 Piovono Polpette, i protagonisti, a bordo di un’automobile volante, sono attaccati da un gruppo di cattivissimi orsetti, sconfitti però dalla scimmia Steve.