diredonna network
logo
Stai leggendo: I bouquet che ogni donna vorrebbe… si mangiano!

I bouquet che ogni donna vorrebbe... si mangiano!

Uomini! Dimenticatevi le rose rosse e i classici cioccolatini! Volete conquistarci? Allora regalateci questi meravigliosi bouquet fatti con... donuts e ciambelle alla Nutella!
Fonte: Instagram @dessertboxes

A quanto pare noi donne stiamo diventando talmente difficili da conquistare che, adesso, stanno sbucando delle invenzioni particolari (e irresistibili) alle quali non possiamo proprio dire di no. Pensateci bene, chi di voi riesce a rifiutare una ciambella alla Nutella? Magari un uomo che si presenta con un mazzo di rose rosse lo troviamo banale e scontato, ma se si presentasse con un bouquet tutto da mangiare (e per mangiare intendiamo davvero commestibile), come faremmo a rifiutarlo?
Certo, è sempre bello ricevere dei fiori, ma se parliamo di quelli al cioccolato presenti in questo video sono ancora più graditi!

Sappiamo cosa state pensando, è impossibile che esistano bouquet composti da ciambelle alla Nutella, ma… secondo voi metteremmo a rischio la vostra vita facendovi annegare nell’acquolina? Questa prelibatezza, che potremmo definire tranquillamente come “il bouquet dei nostri sogni, o il bouquet che ogni donna vorrebbe” esiste davvero ed è in vendita a Sydney, in Australia, presso il Dessertboxes.

Il Dessertboxes è stato fondato da tre fratelli per uno scopo ben preciso: porre fine al classico mazzo di fiori o ai cioccolatini che ci regalano i nostri adorati uomini per qualcosa di più innovativo. In fondo, sia i fiori che le ciambelle spariscono, solo che i primi tendono ad appassire, mentre le ciambelle finiscono dritte dritte nel nostro stomaco e ci danno un’immensa soddisfazione morso dopo morso.

You have 2 more days to put through your Mother's Day orders! Donut bouquets are totally the thing this year! #dessertboxes#donutbouquets

Un post condiviso da Dessert Boxes (@dessertboxes) in data:

A soli tre mesi dalla sua creazione, questo delizioso bouquet ha dimostrato di essere un successo folgorante. Quello composto da 12 ciambelle è uno dei più venduti, tanto che, nell’arco di una sola giornata, riesce a far incassare ben 4.300 dollari. Ovviamente il bouquet può essere realizzato per qualsiasi occasione, da quelle più semplici come i compleanni a quelle più importanti come le proposte di matrimonio (e fidatevi, uomini, accompagnare l’anello ai donuts o alle classiche ciambelle vi farà guadagnare molti, molti punti).

Ma questa non è l’unica invenzione creativa e originale dei tre fratelli. Nel 2016, infatti, hanno fondato la  Kayter Co, impresa nella quale si vendono torri di cronut (un dolce formato dall’impasto del cornetto e da quello dei donuts), e noci di cocco personalizzate.

La famiglia ha cominciato a produrre i bouquet di ciambelle nella Kayter Co e, dopo aver visto il grande successo, ha deciso di creare il Dessertboxes e di dedicare questo spazio alla loro vendita.

Ma l’azienda non vende solamente bouquet di ciambelle. Come se non bastasse, infatti, vengono vendute scatole piene di tante prelibatezze dove il cioccolato è l’unica parola d’ordine!

I bouquet alla Nutella hanno avuto così tanto successo che la gente ha voluto acquistare delle scatole intere piene di prelibatezze – spiega la cofondatrice Samantha Khater in un’intervista per Daily Mail – è così che si è formata la nostra società.

E in effetti, guardando queste scatole piene di dolciumi era impossibile che l’azienda non avesse l’enorme successo che ha oggi:

La cosa negativa di tutta questa faccenda è che non esiste possibilità di acquistare queste prelibatezze online. Questo perché, secondo quanto riportato dalla Khater, il viaggio rovinerebbe il gusto fresco dei dolciumi. Quindi, a meno che non si trovi un modo per poterli acquistare, l’unica cosa che possiamo fare è prendere un volo diretto per l’Australia.

Ma, se voi che state leggendo siete delle pasticcere, potreste ispirarvi a questa idea e inserire nelle vostre pasticcerie i bouquet di ciambelle! Fareste un gran successo, il nostro stomaco vi ringrazierebbe (e noi ci risparmieremmo un viaggio in Australia).