Impastatrice planetaria: come usarla e le migliori - Roba da Donne

Quando uscì la sua tecnologia, rappresentava il sogno impossibile per molte persone, a causa del suo costo proibitivo. Adesso, che dopo alcuni anni in molti casi questo costo si è attenuato, è il sogno realizzabile per tutti coloro che amano cucinare in casa, sia dolci sia salati. Parliamo dell’impastatrice planetaria, un attrezzo da cucina dal design spesso interessante, ma che al tempo stesso risulta tanto utile, anche e soprattutto per chi è alle prime armi.

Si tratta infatti di un’impastatrice munita di fruste che girano su loro stesse e contemporaneamente intorno al contenitore in dotazione. E inoltre parliamo di un’impastatrice molto più potente di quelle tradizionali.

Robot da cucina: come scegliere il migliore per le proprie esigenze

Impastatrice planetaria: a cosa serve?

Impastatrice planetaria
Fonte: Pixabay

La domanda che ci si fa spesso in questi casi è: la spesa vale la resa? Certo che sì, tanto più che oggi ci sono modelli dal costo decisamente più abbordabile rispetto al passato.

La spesa vale la resa innanzi tutto perché con l’impastatrice planetaria possiamo fare qualunque cosa ci passi per la testa in cucina: dalla pizza alla pasta, dal pane ai dolci. Insomma, è un attrezzo capace di incontrare tutti i gusti, anche quelli più complicati. Perché in fondo un’impastatrice planetaria semplifica di molto la vita.

In secondo luogo, è facile da utilizzare (rigorosamente seguendo le istruzioni): ciò significa che anche i neofiti delle arti culinarie potrebbero trovare nella planetaria l’attrezzo giusto per approcciarsi nella maniera più corretta a una materia che non è per niente semplice.

Impastatrice planetaria: come si usa?

Il suo utilizzo non è complicato, perché funziona come qualunque altra impastatrice, anche se la planetaria, come detto, è molto più potente delle impastatrici tradizionali.

Tutte le impastatrici planetarie sono fatte di massima nello stesso modo, perché montano delle fruste (spesso anche in diversi modelli per i diversi utilizzi nei dolci e nei salati) e naturalmente un contenitore.

Sono dotate di un tasto pulse, simile a quello che c’è su alcuni modelli di frullatore, che permette di ottenere un impasto a intermittenza: per alcune ricette infatti può rendersi necessaria qualche interruzione. E c’è, ovviamente, anche un tasto per regolare la velocità della nostra impastatrice, ma i livelli cambiano da modello a modello.

Estrattori di succo: tutto il meglio dei vegetali in un bicchiere

Impastatrice planetaria: 3 consigli per usarla al meglio

Impastatrice planetaria
Fonte: Pixabay

1. Leggere accuratamente le istruzioni

Può sembrare scontato ma non lo è per niente: magari qualcuno pensa che un attrezzo da cucina con pochi tasti sia semplicissimo da usare. E invece no, tanto più che ogni marca e ogni modello possono prevedere utilizzi e modalità differenti: per questo è fondamentale leggere, imparare e conservare il libretto di istruzioni.

2. Come pulirla

Naturalmente soltanto le parti non elettriche della planetaria si lavano. In pratica, si smontano le fruste (seguendo le istruzioni) e il contenitore e si lavano con un sapone per stoviglie. Fruste e contenitore, salvo istruzioni differenti, non vanno lavati in lavastoviglie perché potrebbero deformarsi: ovviamente conta il materiale con cui sono fatte.

Se doveste sporcare anche altre parti della planetaria, togliete lo sporco con una salvietta per oggetti e asciugate accuratamente con un panno morbido. Alcune planetarie però sono anche munite di paraschizzi, per cui il problema non si pone.

3. L’ordine in cui versare gli ingredienti

Ogni ricetta ha il suo ordine di accorpamento degli ingredienti. Di massima però sono due le filosofie di pensiero alla base: o gli ingredienti vanno tutti insieme nel contenitore della planetaria, oppure vanno versati in diverse fasi, di solito prima i liquidi e poi i solidi. Ma ci sono anche molte altre varianti, per cui bisogna capire di volta in volta e in base alla preparazione.

Impastatrice planetaria: 6 prodotti con caratteristiche e prezzi

Abbiamo selezionato su Amazon alcune impastatrici planetarie di differenti marchi in vendita sulla piattaforma di e-commerce. Le abbiamo scelte tra marchi, modelli e prezzi differenti: per ognuna troverete indicate le caratteristiche illustrate dal produttore, ma anche i pro e i contro in base ai giudizi degli utenti che già hanno acquistato un determinato prodotto e l’hanno testato, lasciando una recensione.

Impastatrice planetaria Kenwood

Impastatrice planetaria Kenwood

Ha delle funzioni dedicate alla lavorazione a bassa velocità con ingredienti da incorporare singolarmente, il recipiente ha capacità 5 litri. L'impastatrice ha anche una funzione di regolazione elettronica delle velocità di lavorazione.
246 € su Amazon
400 € risparmi 154 €
Pro
  • Gli impasti da dolce vengono soffici
  • Poco ingombrante
  • Potente e solida
Contro
  • Con impasti più duri la testa tende a sollevarsi
  • Si deve tenere ferma con le mani per gli impasti lievitati
  • Non sono presenti ricettari
Impastatrice planetaria Girmi

Impastatrice planetaria Girmi

Multiuso con funzione planetaria: facile da pulire e si possono montare numerosi accessori, come frullatore, tritacarne e un sistema per allungare la pasta in modo da preparare in casa anche gli spaghetti.
119 € su Amazon
Pro
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Veloce con tutti gli impasti
  • Poco rumorosa
Contro
  • Istruzioni esigue
  • Materiali economici
  • Si riscalda troppo e velocemente
Impastatrice planetaria Kenwood

Impastatrice planetaria Kenwood

Planetatria in plastica con 3 utensili di miscelazione e ciotola in acciaio. Può montare altri accessori, come frullatore e spremiagrumi.
166 € su Amazon
230 € risparmi 64 €
Pro
  • Motore potente
  • Gran numero di accessori
  • Ideale per chi è alle prime armi
Contro
  • Alcuni l'hanno trovato fragile e traballante
  • Ciotola rimasta macchiata al primo lavaggio
  • Vibrazioni in eccesso
Impastatrice planetaria Moulinex

Impastatrice planetaria Moulinex

La planetaria è stata pensata soprattutto per la preparazione dei dessert, dai macaron ai cupcake. La capacità del recipiente è 6,7 litri.
492 € su Amazon
Pro
  • Molto potente
  • Permette impasti soffici
  • Blocco automatico in caso di surriscaldamento
Contro
  • La copertura non è molto solida
  • Rumorosa
  • Ricettario inutile
Impastatrice planetaria Ariete

Impastatrice planetaria Ariete

Planetaria dal design accattivante con motore da 2400 watt, 7 velocità e funzione pulse. La capacità del contenitore è 5,5 litri ed è dotata di 3 fruste, oltre ad alcuni accessori.
154 € su Amazon
Pro
  • Design suggestivo
  • Potente e solida
  • Non fa molto rumore
Contro
  • Sulla distanza non è più molto efficiente
  • I materiali possono apparire differenti dalla descrizione
  • Alcuni l'hanno trovata fragile
Impastatrice planetaria Klarstein

Impastatrice planetaria Klarstein

È un robot da cucina con funzione planetaria e numerosissimi accessori: la potenza del motore è 1200 watt e la capienza del recipiente 5 litri.
179 € su Amazon
Pro
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Funziona bene anche sulla lunga distanza
  • Tante funzioni
Contro
  • Alcuni ingredienti possono assumere un odore metallico
  • Materiali fragili
  • Poco stabile alle alte velocità
La discussione continua nel gruppo privato!