Marinare la carne: consigli per farlo al meglio | Roba da Donne

Marinare la carne: consigli per farlo al meglio

Marinare la carne fa sì che, in cottura, ogni taglio sia più tenero e saporito. Più magro è il pezzo di carne che avete, più è importante la vostra marinatura. Oltre al classico abbinamento tra olio, sale e limone, ci sono tanti ingredienti che potete scegliere, in base alla tipologia di carne che dovete cucinare. Dosate bene gli ingredienti e i tempi di marinatura e otterrete risultati favolosi.

Si fa marinare la carne essenzialmente per due motivi: renderla più morbida e renderla più saporita. Se fatta bene, la marinatura viene esaltata in cottura e può dare il tocco decisivo al piatto finito. Se fatta male, però, può rovinare anche il miglior taglio di carne, rendendolo fibroso e alterandone il gusto.

Le regole da seguire non sono molte, ma sarebbe bene tenerle sempre presente in cucina per fare un buon lavoro. Innanzitutto, il tempo in cui si lascia marinare la carne è decisivo. Per una bistecca sottile, ad esempio, anche una marinatura di mezz’oretta può già dare quel tocco in più capace di cambiare il piatto.

Per i tagli più grossi, invece, potete arrivare addirittura alle 24 ore di marinatura, tempo limite che è bene comunque non superare.

Hamburger: come prepararne uno perfetto in casa

3 consigli per tutti i tipi di carne

marinare la carne
fonte: Pixabay

Prima di addentrarci nelle tipicità di ogni diversa carne, e suggerirvi per ognuna qualche ingrediente speciale, abbiamo 3 consigli universalmente validi che vorremmo condividere con voi:

1. I sacchetti per alimenti

I sacchetti per alimenti, anche semplicemente quelli che si utilizzano per il freezer, possono essere veramente utili per marinare la carne. Innanzitutto evitate di sporcare teglie, pennelli, coperchi e quant’altro. Potete versare direttamente nel sacchetto l’olio, il sale, gli aromi che avete scelto, l’aglio, o qualsiasi altro sapore abbiate deciso di utilizzare, e scuotere energicamente per mescolare.

Poi, basta inserire la carne, massaggiarla bene toccando solo il sacchetto, cercare quando possibile di far uscire l’aria in eccesso e riporre in frigorifero. Sarà molto comodo, durante la marinatura, riprendere la vostra carne per massaggiarla nuovamente e girarla.  Facile, veloce, pulito.

2. Bucherellare la carne

Soprattutto nel caso in cui abbiate un taglio molto grosso, creare dei piccoli buchini prima di iniziare la marinatura permette agli aromi di penetrare più in profondità. Basta usare con delicatezza i rebbi di una forchetta per non rischiare di rovinare il vostro taglio di carne.

3. Valutare i tempi in base agli ingredienti

Se avete scelto per la vostra marinatura degli ingredienti piccanti, come il peperoncino, riducete i tempi. Stessa cosa vale per ingredienti molto acidi, come il limone, che iniziano la cottura della carne.

Ricordatevi comunque di togliere sempre la carne dal frigorifero mezz’ora prima di cuocerla.

Carne halal: cosa significa e quali sono le regole

Consigli per le diverse tipologie di carne

marinare la carne
fonte: Pixabay

Marinare il pollo

Se non volete utilizzare una classica marinatura a base di olio, sale, pepe e erbe aromatiche, che comunque con il pollo va benissimo, potete sperimentarne una a base di yogurt e erbette aromatiche.

Per il pollo bastano 3 o 4 ore in frigorifero per avere un risultato sorprendente.

Marinare il manzo

Per il manzo possono essere fatte marinature anche più lunghe. Olio, sale, rosmarino, alloro si prestano bene alla marinatura della carne rossa. Talvolta l’aglio, spellato e sbucciato, può anche essere conficcato nella carne con un piccolo taglietto.

Se il pezzo di carne è grosso, la marinatura può durare anche tutta la notte. Un accorgimento importate che vale per tutti i tipi di carne: la marinatura va sempre fatta in frigorifero!

Marinare la selvaggina

La selvaggina è spesso associata a un sapore, detto in gergo selvatico, che non a tutti piace. Si tratta di un sapore forte che la marinatura può stemperare e rendere più piacevole. La selvaggina può anche essere marinata nel latte.

Marinare il maiale o il cinghiale

Queste carni si abbinano bene ad una marinatura a base di vino rosso. Le bacche di ginepro possono dare gusto al cinghiale.

Se volete sorprendere con una insolita marinatura del maiale, scegliete ingredienti dolci, come il miele e lo zucchero, per risultati inediti.

Marinare per il barbecue

Qualsiasi sia la marinatura che avete scelto, prima di grigliare la carne ricordatevi di togliere la marinatura in eccesso, altrimenti rischiate che il liquido coli e crei delle fiammate che potrebbero bruciare la carne.

Non serve lavare la carne: basta usare dei fogli di carta assorbente per eliminare l’eccesso. E ora siete pronti per grigliare, provate con la rosticciana!

Rosticciana alla griglia
La discussione continua nel gruppo privato!