Quando si organizza una festa in casa per San Silvestro, non sempre è facile farsi venire delle idee di ricette per il cenone di Capodanno. E non è questa la sola difficoltà che si deve affrontare: è bello trascorrere Capodanno con persone diverse e queste persone possono soffrire di allergie e intolleranze, oltre che aver abbracciato filosofie alimentari differenti dalle nostre.

E allora, che fare? L’idea vincente è realizzare, all’occorrenza, piccoli menu diversificati, che possono venire incontro alle scelte o alle necessità degli altri, ma al tempo stesso piacere a chi non ha fatto le stesse scelte o non presenta le stesse necessità.

Come piegare i tovaglioli per una tavola delle feste super glamour

Di solito le ricette per il cenone di Capodanno sono infatti a base di pesce, crostacei e frutti di mare, ma non è detto che a tutti piacciano o che tutti li possano mangiare (anche in base a determinate prescrizioni religiose). Senza necessariamente pensare a vegeteriani o vegani, ci sono moltissime persone allergiche a crostacei e frutti di mare. In più cozze, vongole, tartufi, cannolicchi, fasolari e ostriche crude sono ampiamente sconsigliate alle donne incinte, mentre chi è in allattamento deve rinunciare per quel periodo ad aragoste, astici, gamberoni, gamberetti e mazzancolle.

A Capodanno, come in qualunque altra festività in cui si hanno commensali, la parola d’ordine è condivisione. Tutti devono sentirsi a proprio agio, e quindi è meglio diversificare, fare tante piccole quantità diverse di piatti semplici e veloci per poter venire incontro a ognuno. Certo, è la compagnia che conta, lo stare insieme, ma non guasta anche mettere nello stomaco qualcosa di gustoso.

5 chicche sul galateo del vino

E non dimenticate le bevande anche in questo caso. Si può aprire il cenone con un aperitivo analcolico o leggermente alcolico, per poi continuare con una selezione di vini fermi e bollicine. Non dimenticate però chi non beve, sia adulti che naturalmente bambini: predisponete quindi acqua liscia o gassata, aranciata o limonata, ma magari anche qualche cocktail analcolico preparato da voi.

1. Cocktail di gamberi


Basta bollire i gamberi in abbondante acqua salata, sgusciarli e condirli in bicchierini con della salsa cocktail, da acquistare o preparare in casa.
Cocktail di Gamberi

2. Crostini al salmone

Si spalmano i crostini con una base cremosa – l’ideale è un formaggio morbido come la Philadelphia, ma va bene anche lo stracchino o una fettina di brie. Se volete qualcosa di più sfizioso, frullate il formaggio morbido con della rucola lavata e tagliata a pezzetti. Adagiate il salmone affumicato e magari un’oliva farcita o una cipollina sottaceto.

Crostini Robiola, Salmone e Mango

3. Insalata russa

Bollite patate, piselli e carote. Carote e patate sono da tagliare a cubetti. Mescolate tutto con abbondante maionese.

Insalata russa

4. Risotto agli scampi

Tostate il riso su un fondo d’olio con un po’ di trito di cipolla dorato. Fate cuocere aggiungendo gli scampi e, a mano a mano, del brodo vegetale. Non dimenticate una buona spolverata di pepe.

Risotto agli scampi

5. Spigola al cartoccio

Sciacquate bene la spigola già eviscerata. Adagiatela in un foglio di alluminio e condite con un filo d’olio, sale e pepe. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per una mezza’ora: controllate la cottura in base all’occhio del pesce, che deve essere bianco e per niente liquido.

Orata al Cartoccio

6. Polpette di lenticchie al forno

Bollite le lenticchie in una padella con acqua a un livello massimo di un dito sopra il livello delle lenticchie. Scolatele e schiacciatele con una forchetta in una ciotola. Aggiungete un po’ di olio d’oliva, fecola di patate, prezzemolo e pangrattato e fate delle polpette. Cuocete in forno non preriscaldato a 180°C per una ventina di minuti.

7. Spiedini di verdure

Cuocete in una padella con poco olio e sale dadoni di melanzane, funghetti interi e cubotti di zucchine. Impilateli sugli spiedini aggiungendo dei pomodori crudi lavati e tagliati a metà.

8. Vellutata di peperoni e zucchine trifolate

In due padelle diverse, cuocete su un fondo d’olio con sale i peperoni tagliati come viene e le zucchine tagliate a rondelle. Quando i peperoni sono pronti, frullateli per ottenere la vellutata. Mescolate le zucchine trifolate e aggiustate di pepe.

9. Pennette ai profumi dell’orto

In una padella con un fondo d’olio e un peperoncino all’aceto tagliato a pezzetti, cuocete insieme pomodori tagliati a metà, cubetti di melanzane, carote e zucchine. Sfumate con un po’ di vino bianco o di vodka e condite le pendette bollite in abbondante acqua salata. Ma non prima di aver aggiustato di sale e di pepe il condimento.

10. Millefoglie di melanzane

Tagliate a fette una melanzana e cuocetela su una piastra di ghisa. Preparate della besciamella vegana. Dopo aver oliato una teglia, adagiate le fette di melanzane per strati, farcendola con la besciamelle, un po’ d’olio e un po’ di tartufo in scaglie.

11. Frittata con prosciutto e spinaci

È adatta ai celiaci. Sbattete tre uova insieme, aggiungete un po’ di sale, del parmigiano grattugiato, gli spinaci precedentemente lessi e cubetti di prosciutto cotto. Friggete in una padella con olio di semi.

Frittata di spinaci

12. Tortino al cioccolato

È adatto ai celiaci. Si prepara con farina di riso, fecola di patate, uova, zucchero, burro cacao amaro e cioccolato fondente. In una ciotola si mescolano questi ingredienti tranne il cioccolato, che va inserito nel cuore del tortino, in un’apposita formica usa e getta in alluminio. Si cuoce in forno a 180°C.

Tortino al Cioccolato con Cuore Morbido

13. Crema di piselli con gamberi

È adatta agli intolleranti al lattosio. Saltate i piselli in una padella con un po’ d’olio e della cipolla pulita e tritata. Aggiungete un po’ d’acqua durante la cottura. Frullate i piselli con le cipolle e aggiungete dei gamberetti lessi in abbondante acqua salata.

14. Vellutata di zucca

È adatta agli intolleranti al lattosio. In una padella con un fondo d’olio, dorate il trito di cipolla, sedano e carota. Cuocetevi dentro la zucca finché inizia a sfilacciarsi e aggiustate di sale. Frullate il tutto, aggiungete una spolverata di noce moscata e i crostini.

Vellutata di zucca

15. Spaghettoni alle vongole

Sono adatti agli intolleranti al lattosio. Bollite le vongole in abbondante acqua. In una padella con un fondo d’olio, cuocete dei pomodorini lavati e tagliate a metà. Bollite gli spaghettoni in abbondante acqua salata. Poco prima della fine della cottura, aggiungete alla padella con i pomodori le vongole che avete cotto (dopo averle liberate quasi tutte, lasciando le più resistenti con le conchiglie perché anche l’occhio vuole la sua parte), e farciteci la pasta.

Spaghetti alle vongole
La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!
  • Cenone di Capodanno