Dettagli ricetta

Preparazione

15 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Pasta sablée

La pasta sablée è un impasto veloce per dessert. Può essere particolarmente utile a chi ha molta fretta in cucina, ma non esattamente semplice da preparare per chi è alle prime armi. Questo impasto richiede infatti una certa velocità di esecuzione e quindi una discreta consuetudine a impastare molto velocemente. La finalità infatti è ottenere un impasto dalla consistenza “sabbiosa”, da cui il nome della pasta sablée.

Chi si accosta per la prima volta alla ricetta della pasta sablée non potrà fare a meno di notare una certa affinità con la pasta frolla. In effetti le due preparazioni sono davvero molto simili, con l’eccezione di un po’ più di burro nella pasta sablée rispetto alla pasta frolla. Per cui il nostro consiglio è: prendete un po’ la mano con altri tipi di impasti come la frolla, per poi accostarvi alla sablée.

La pasta sablée, quando parliamo di pasticceria, è assai versatile e sostanzialmente potete utilizzarla per tutto ciò che richiede la pasta frolla: è un’alternativa, dipende dal vostro gusto personale e anche dalle vostre capacità culinarie. Quindi via libera a cestini ripieni con crema e frutta (come quello che vedete nell’immagine), crostate e crostatine, ma anche basi per torte, come per esempio le torte allo yogurt.

Quando preparare questa ricetta?

La pasta sablée è un impasto per basi dolci: si può preparare per crostate, crostatine, dolcetti tipo pasticceria, torte.

Preparazione

  1. Preparare la fontana con tutti gli ingredienti: il “vulcano” di farina, i tuorli e l’uovo, il burro a cubetti e lo zucchero a velo.

  2. Impastare tutto velocemente in modo da ottenere la consistenza “sabbiosa”.

  3. Avvolgere l’impasto in una pellicola e tenere in frigo almeno tre ore prima dell’utilizzo.

Varianti

Pasta sablée alla vaniglia

In questa variante si aggiunge nell’impasto dell’aroma alla vaniglia quanto basta.

Pasta sablée al cacao

In questa variante, nell’impasto si aggiungono 80 grammi di cacao amaro.

Curiosità e consigli

  • L’uovo e i tuorli che si utilizzano devono essere usciti al momento dal frigorifero.
  • Anche il burro deve essere freddo.
  • La consistenza dell’impasto deve essere “sabbioso”.