Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Tiramisù con pandoro

Ammettiamolo: quanti di noi nel periodo precedente al Natale fanno incetta di pandoro in offerta per consumarli fino alla Pasqua successiva? Tra questi c’è chi semplicemente inzuppa delle fette di pandoro nel caffellatte della colazione e chi le usa per realizzare dessert veloci e molto gustosi. L’ultimo caso è quello del tiramisù con pandoro.

Il tiramisù tradizionale non è un dolce che incontra il gusto di tutti. Sarà per la bagna al gusto di caffè, sarà per i savoiardi o chissà perché: accanto ai grandi estimatori di questo dessert, ci sono anche dei detrattori. Che potrebbero trovare la soluzione nei propri desideri culinari nel tiramisù con pandoro: abbiamo quindi descritto una ricetta che potrebbe piacere ad adulti e bambini (poiché priva di caffè e anzi ricca di cioccolato).

Purtroppo, data la presenza del mascarpone, non è mai adatta a chi è intollerante al lattosio.

In più è una ricetta molto veloce. Mettiamo il caso che siano i giorni successivi alle festività natalizie, si ricevano delle visite dell’ultimo momento da parte di parenti e amici e non si sa cosa offrire. Il tiramisù con pandoro è una soluzione per non restare sempre con il frigo vuoto, ma ricordate una cosa importante: è comunque un dessert deperibile e quindi va consumato entro pochi giorni.

Crema al mascarpone senza uova

Quando preparare questa ricetta?

Il tiramisù con pandoro è un dessert che può essere consumato a fine pasto, quindi a pranzo o cena, ma anche come merenda o a colazione.

Preparazione

  1. Tagliate il pandoro a fette orizzontali: scegliete voi lo spessore, ma è meglio che siano non troppo spesse.

  2. Dividete i tuorli dagli albumi in due ciotole diverse.

  3. Montate i tuorli, aggiungendoci poi lo zucchero e il mascarpone, mescolando da sotto in su, in modo che non smontino.

  4. Montate gli albumi e aggiungeteli ai tuorli e al resto, mescolando da sotto in su.

  5. Versate un bicchiere di latte e mescolateci del cacao zuccherato, facendolo sciogliere. Bagnateci gli strati di pandoro da entrambi i lati.

  6. In una teglia stendete un primo strato di pandoro bagnato. Poi uno strato di crema al mascarpone. Ancora un altro strato di pandoro e infine uno di crema al mascarpone.

  7. Spolverizzate con dell’altro cacao in polvere zuccherato. Conservate in frigo.

Varianti

Tiramisù classico

Il tiramisù classico si prepara con i savoiardi bagnati con il caffè al posto del pandoro qui descritto. La superficie superiore si spolverizza con cacao amaro.

Tiramisù al pistacchio

In questa variante, la crema al mascarpone viene integrata con crema al pistacchio. La parte superiore viene decorata con granella di pistacchio. Volendo, anche la bagna può essere fatta di sciroppo con liquore di pistacchio.

Curiosità e consigli

  • Tuorli e albumi vanno sempre mescolati agli altri ingredienti da sotto in su o rischiano di smontare.
  • Si può aggiungere del cacao zuccherato anche nella crema al mascarpone, ma riducete la quantità di zucchero o il sapore risulterà troppo stucchevole.
  • Potete adagiare il vostro tiramisù con pandoro in una teglia di vetro o ceramica oppure in bicchieri monodose, secondo le vostre preferenze.
  • C’è chi prepara questo tipo di tiramisù tagliando le fette di pandoro, farcendole con crema al mascarpone e ruotando gli strati in modo che il pandoro assuma la forma di un abete.