Dettagli ricetta

Preparazione

50 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 8 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Far breton

Il far breton è un dessert di origine francese, nello specifico della Bretagna (da cui appunto “breton”), che è una regione del nord. Si tratta di un dolce che può essere preparato in tutte le stagioni, ma in estate in particolare si può pensare di conservarlo in frigo (certo, dopo averlo fatto raffreddare una volta fuori dal forno) e consumarlo freddo.

La ricetta tradizionale prevede che con il far breton si utilizzino le prugne secche, ma si può utilizzare la frutta che si preferisce, dalle mele (come nella variante che indichiamo) alle ciliegie, passando per le albicocche oppure le pere e le fragole. Tuttavia, stando alle tradizioni bretoni, questo dessert, che è fondamentalmente un flan, si può consumare anche “vuoto”, ossia con la base ma senza frutta all’interno.

Il far breton si può consumare in qualunque situazione o in qualunque momento della giornata, tanto più che non è necessariamente un dolce al cucchiaio, e quindi può essere trasportato e consumato agevolmente anche fuori casa. L’ideale è mangiarlo a fine pasto, ma anche a colazione oppure per uno spuntino sostanzioso, soprattutto nella versione “vuota” quando ci sono bambini in casa.

Accompagnate il dessert con un buon succo a base della frutta usata nel vostro far breton. Se invece è vuoto, benissimo il succo d’arancia o d’ananas, oppure anche un mimose.

Quando preparare questa ricetta?

Il far breton è un dessert per tutte le stagioni, perché non richiede ingredienti di stagione, ma per lo più alimenti disponibili tutto l’anno o conservati. È adatto a fine pasto ma anche a colazione oppure per uno spuntino sostanzioso.

Preparazione

  1. Versate in una ciotola la farina, lo zucchero, il lievito e l’eventuale essenza scelta (ma noi ve la consigliamo caldamente).

  2. Incorporate le uova a una a una.

  3. Scaldate la panna e il latte in un pentolino.

  4. Versate il latte e la panna a poco a poco nell’impasto.

  5. In una teglia da forno imburrata oppure rivestita di carta oleata, versate l’amalgama ottenuta. Aggiungete le prugne, che naturalmente andranno subito a fondo teglia perché hanno un peso specifico maggiore dell’amalgama.

  6. Cuocete in forno preriscaldato per una ventina di minuti a 200°C. Controllate la cottura con lo stuzzicadenti.

Varianti

Far breton alle mele

In questa variante basta sostituire le prugne secche denocciolate con delle mele tagliate a cubotti.

Curiosità e consigli

  • Questo dolce ha bisogno di qualche essenza perché venga aggiunto profumo: consigliati o la buccia grattugiata del mandarino o dell’arancia, oppure un po’ di vaniglia.
  • Nel nome di questo dessert c’è la sua provenienza: la Bretagna, una regione nel nord della Francia.
  • Si può conservare in frigo e consumare freddo.