Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

15 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Castagne sciroppate

Le castagne fresche sono la passione di molte persone. Tuttavia c’è una sola stagione, l’autunno, in cui le castagne sono disponibili in questa “versione”. Se desideriamo le castagne in altre stagioni, dobbiamo acquistare quelle secche o le castagne del prete. Oppure essere previdenti e preparare tanti vasetti di castagne sciroppate, che possono essere consumati da noi, o possono essere regalati a chi condivide la nostra stessa passione.

Naturalmente, le castagne sciroppate si possono preparare in due varianti, una alcolica dedicata agli adulti di casa, che prevede l’utilizzo del rum, e una non alcolica che può essere molto gradita dai bambini.

Ricordate di cercare qualche tutorial sulla sterilizzazione, sanificazione e pastorizzazione dei vasetti, oppure rischiate che le vostre preziose castagne vadano buttate oppure finiscano per rappresentare un grosso pericolo per la vostra salute.

Perché sterilizzare i vasetti di vetro?

La ricetta è molto semplice (si bollono le castagne con acqua, zucchero e spezie), ma appunto la cosa più lunga e complessa è ottenere dei vasetti che siano ottimali dal punto di vista dell’igiene. Quindi magari perdeteci un po’ di tempo a concentrarvi su questa fase della ricetta, perché le castagne sciroppate vere e proprie rappresentano davvero una preparazione facile e veloce, perfino per coloro che sono alle prime armi in cucina.

Quando preparare questa ricetta?

Le castagne sciroppate vanno preparate in autunno, in modo da averle disponibili a lungo durante il corso dell’anno. Possono essere consumate come dessert o utilizzate per farciture.

Preparazione

  1. Incidete le castagne con un coltello e bollitele in abbondante acqua per alcuni minuti.

  2. Pulite le castagne e sistematele nei vasetti.

  3. In un pentolino mescolate l’acqua, lo zucchero e la cannella per ottenere lo sciroppo. Portate a ebollizione per alcuni minuti e poi lasciate raffreddare.

  4. Quando lo sciroppo sarà freddo, aggiungetelo alle castagne, coprendole completamente nei loro vasetti.

Varianti

Castagne sciroppate al rum

In questa variante, si può aggiungere del rum allo sciroppo una volta che lo si è fatto raffreddare.

Curiosità e consigli

  • Abbiamo utilizzato la cannella come spezie in questa ricetta, ma volendo se ne possono usare altre, anche contestualmente, come i chiodi di garofano e la vaniglia.
  • Le castagne sciroppate sono da preparare con un frutto di grande pezzatura, perché, soprattutto nella versione alcolica, le castagne si rimpiccioliscono un po’ nel tempo.