Dettagli ricetta

Preparazione

2 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 0 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Calzone di cipolla

Il calzone di cipolla è uno degli street food più tipici e amati della Puglia. Potete consumarlo in qualunque momento della giornata, perché è ottimo per i morsi della fame, ma attenzione a non esagerare: è un cibo che scatena dipendenza e uno tira l’altro.

Per preparare il calzone di cipolla pugliese molti utilizzano i cipollotti tipici di questa regione, ma noi abbiamo scelto la cipolla di Acquaviva. La cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti è infatti un presidio Slow Food ed è un ingrediente dolce e molto gustoso, tanto che si può pensare di declinare il nostro calzone a un gusto agrodolce. Tanto che esiste anche una tipologia di calzone che si prepara esclusivamente con questa varietà di cipolle: non è presente il lievito, come accade invece nella nostra ricetta principale, e nel ripieno, insieme a cipolle e pecorino ci vanno uova e ricotta forte.

Dicevamo: possiamo consumare in diversi momenti della giornata il calzone di cipolla, ma possiamo anche servirlo come antipasto o quando organizziamo un aperitivo in casa con gli amici.

È molto gradevole accompagnarlo, se siete adulti, con un vino delicato come un fiano minutolo oppure un primitivo rosso. Tra i cocktail da consumare con il calzone di cipolla, il più adatto è certamente il Martini, naturalmente con olive o cipolline.

Quando preparare questa ricetta?

Il calzone di cipolla può essere consumato a pranzo o a cena, ma anche durante uno spuntino di metà mattina o nel tardo pomeriggio.

Preparazione

  1. Prepariamo prima l’impasto. In una ciotola con la farina setacciata, versiamo il lievito che avremo sciolto in un po’ d’acqua tiepida e amalgamiamo. Aggiungiamo mezzo cucchiaio di sale e uno di olio. Se occorre aggiungiamo anche altra acqua: dobbiamo ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico.

  2. Copriamo la ciotola con l’impasto con una pellicola e una coperta di lana, e lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume.

  3. Adesso prepariamo il ripieno. In una padella con un fondo d’olio e un po’ d’acqua lasciamo rosolare a fuoco lento per una mezz’ora le cipolle pulite e tagliate grossolanamente. Verso la fine della cottura, amalgamiamo con l’uva passa, le olive nere e il formaggio grattugiato. Aggiustiamo di sale e di pepe.

  4. Dividiamo l’impasto in due e stendiamo ogni parte con il matterello, formando così due cerchi.

  5. All’interno di un semicerchio posizioniamo metà del ripieno. Facciamo lo stesso con l’altra metà nel semicerchio dell’altro disco di impasto. Richiudiamo entrambi, sigillandoli e formando due mezzelune.

  6. Dopo aver rivestito una teglia con la carta forna, cuociamo i calzoni in forno preriscaldato a 220°C per una mezz’ora.

Varianti

Calzone di cipolla Bimby

In questa variante, la preparazione del ripieno e dell’impasto avviene con gli accessori Bimby.

Curiosità e consigli

  • È bene che i bordi dei calzoni siano sigillati o il ripieno fuoriuscirà in cottura.
  • La cipolla di Acquaviva è molto dolce, ma se volete un gusto rustico e al tempo stesso agrodolce, eliminate il pepe e aggiungete nella cottura del ripieno un cucchiaino di zucchero di canna.