Dettagli ricetta

Preparazione

2 ore e 30 minuti

Difficoltà

Cottura

15 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Kurtoskalacs

I kurtoskalacs sono dei dolci tipici della pasticceria ungherese. Il nome fa riferimento al camino o alla canna fumaria, perché queste specie di cannoli hanno proprio quella forma. Tuttavia le loro radici, a quanto pare, sono più lontane: secondo la tradizione, verrebbero dalla cosiddetta “Terra dei Siculi”, ossia la Romania, nello specifico dalla Transilvania. Insomma quel luogo che in letteratura e al cinema ci ha donato il fascino dei vampiri, è anche la patria natia di questi dolci spettacolari.

Noi ve li proponiamo con i mezzi che potrebbero essere alla portata di tutti. In pratica, i kurtoskalacs sono venduti agli angoli delle strade, realizzati in tempo reale, oltre che nelle pasticcerie. Per ottenere quella peculiare forma si ricorre a uno spiedo piazzato su carbonella. Nelle nostre case questa realizzazione sarebbe difficile se non impossibile, così se avete i rulli per i cannoli potete usare quelli e farli cuocere in verticale nel forno ventilato.

Questa bizzarra sfoglia che forma i kurtoskalacs, dopo la cottura, viene spennellata con il burro (che per la verità si usa anche ante-cottura, sia nell’impasto che per una prima spennellata a crudo), e poi spolverizzata di zucchero, ma anche di cacao, di cannella e riempita di frutta secca come noci e mandorle. Una vera e propria delizia etnica.

Quando preparare questa ricetta?

I kurtoskalacs sono un dessert che può essere consumato a colazione, a merenda o a fine pasto.

Preparazione

  1. Mettete in una ciotola la farina setacciata, 150 grammi di zucchero, il lievito sciolto in un po’ di latte tiepido, le uova una alla volta, così come i tuorli, e infine 90 grammi di burro sciolto in un pentolino o al microonde. Aggiungete altro latte fino a ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico. Amalgamate il tutto.

  2. Coprite con una pellicola e un panno di lana e lasciate lievitare finché l’impasto non raddoppia il suo volume.

  3. Stendete l’impasto su una spianatoia pre-infarinata. Fate questa operazione con un matterello e tagliate delle striscioline di un paio di centimetri l’una.

  4. Arrotolate le striscioline lungo i cilindri che avete a disposizione.

  5. Spennellate la superficie con parte del burro fuso rimanente e cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa un quarto d’ora o finché la superficie dell’impasto non diventa dorata.

  6. Quando sfornate, spennellate di nuovo con il burro fuso e spolverizzate la superficie con zucchero rimanente e cannella.

  7. Tirate i “cannoli” fuori dai cilindri.

Curiosità e consigli

  • Potete usare i cilindri che si utilizzano per preparare dei normalissimi cannoli di pasta sfoglia.
  • I cilindri vanno posti in una teglia in forno ventilato.