Capunsei

Una ricetta genuina e semplice, tipica del mantovano, per arricchire le tavole della domenica in famiglia.

Dettagli ricetta

Preparazione

2 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Capunsei

Un piatto povero e di origine contadina, i capunsei sono dei tipici gnocchi di pane della tradizione mantovana. Dalla caratteristica forma allungata, sono realizzati con pane raffermo, parmigiano, uova e brodo di carne.

I capunsei sono solitamente serviti con burro e parmigiano. Sono ottimi anche in brodo oppure in accompagnamento a vellutate e ragù di carne.

Come tutte le ricette tradizionali, viene tramandata di generazione in generazione e ogni famiglia ha una sua variante particolare. In alcune zone, ad esempio a Solferino, i capunsei vengono realizzati con l’aggiunta di amaretti tritati.

Le origini della ricetta dei capunsei vengono fatte risalire ai tirolesi emigranti. Non a caso la ricetta dei canederli utilizza anch’essa il pane raffermo come ingrediente principale, un ingrediente molto povero, ma nutriente.

Il nome capunsei deriva dall’espressione “piccol capù” che indica un piccolo cappone. Difatti, un tempo nelle zone dell’Alto Mantovano, i Gonzaga, signori di quelle terre, consumavano tantissimi capponi.

Un’altra ricetta tipica della zona è la mostarda mantovana, ideale per accompagnare i secondi piatti a base di carne. Ve ne riproponiamo qui la ricetta:

Mostarda mantovana

Quando preparare questa ricetta?

A Mantova i capunsei sono il piatto tipico della domenica in famiglia o delle festività. Quindi, possono essere realizzati per le grandi occasioni.

Preparazione

  1. Prendete il pane raffermo, inseritelo in una ciotola e tritatelo finemente.

  2. Aggiungete un pizzico di noce moscata. Fate sciogliere il burro e amalgamate l’impasto con le mani.

  3. Portate a ebollizione il brodo di carne e versatelo un po’ alla volta nell’impasto.

  4. Continuate a lavorare, ma lasciate che il composto si raffreddi, prima di versare il parmigiano e le uova. Mescolate.

  5. Lasciate riposare l’impasto ottenuto per circa due ore.

  6. Riprendete l’impasto e modellatelo con le mani formando piccoli gnocchetti dalla forma allungata.

  7. Cuocete la pasta in acqua bollente e scolateli quando vengono a galla.

  8. Servite con burro fuso e qualche foglia di salvia.

Varianti

Capunsei Bimby

La ricetta dei capunsei realizzata con il Bimby è ancora più semplice e veloce. Inserite all’interno del boccale il pane raffermo e tritate vel. 10 per 10 secondi. Aggiungete tutto insieme, il brodo, il parmigiano, le uova, la noce moscata e il pizzico di sale, mescolate per 5 minuti vel. 3-4.

Rovesciate il composto un piano e lavoratelo con le mani. Dividete l’impasto in piccoli gnocchetti allungati. Nel frattempo, potete inserire nel boccale il burro e la salvia, facendo cuocere per 3 minuti a 100° Vel.1.

Cuocete la pasta e i vostri capunsei saranno pronti.

Gnocchi di pane

Un classico della cucina del riciclo, gli gnocchi di pane sono un primo piatto gustoso e saporito.

Curiosità e consigli

  • In alternativa al pane raffermo potete utilizzare il pane grattugiato, ma i capunsei non avranno la stessa consistenza di quelli della ricetta originale.
  • Un ottimo modo per preparare i capunsei è al forno. Potete gratinarli aggiungendo anche il formaggio, rendendo questo primo piatto ancora più gustoso.
  • A Volta Mantovana i capunsei vengono serviti con burro fuso ed erbe aromatiche.
  • I capunsei di Solferino e di Volta Mantovana hanno acquisito la denominazione De.C.O. (Denominazione Comunale d’Origine)