Dettagli ricetta

Preparazione

4 ore e 40 minuti

Difficoltà

Cottura

15 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Tomino in crosta di sfoglia

Il tomino in crosta di sfoglia è una ricetta divertente per una cena in piedi o per un simpatico antipasto estivo. Si tratta di un piatto ideale per adulti e bambini (magari da preparare in occasione di una festicciola), anche se la sua esecuzione può risultare un po’ stancante, perché ci sono dei tempi piuttosto lunghi per la realizzazione della sfoglia. Ma vi assicuriamo che alla fine ne vale decisamente la pena.

La ricetta si basa sulle qualità del tomino, un formaggio a pasta filante originario del Piemonte, solitamente prodotto a partire da latte di capra o latte vaccino.

Il tomino si presenta in piccole fette cilindriche, che in cucina sono l’ideale non solo per il loro sapore, ma anche per la versatilità e l’estetica di utilizzo.

Il tomino va avvolto in uno strato di prosciutto cotto (o di speck nella variante di questa ricetta), prima di essere adagiato nella sfoglia e posto in cottura, perché in questo modo il prosciutto evita la fuoriuscita del formaggio dai tagli che vengono effettuati sulla superficie della pasta sfoglia.

Volendo, si possono utilizzare delle piccole formine da forno per la cottura, perché possono contribuire a mantenere la forma desiderata, ricordando però di spennellare la superficie della sfoglia, che altrimenti rischia di crescere eccessivamente in altezza.

Articolo originale pubblicato il Luglio 9, 2021

Quando preparare questa ricetta?

Il tomino in crosta di sfoglia è adatto a un antipasto estivo ma anche a una cena in piedi in tutte le stagioni.

Preparazione

  1. Per preparare la sfoglia:

    • predisporre la farina in una fontana sul proprio piano di lavoro e impastarla con l’acqua finché non si ottiene un panetto compatto;
    • stendere l’impasto con il matterello, formando un quadrato;
    • sovrapporre il burro a temperatura ambiente, spalmandolo su tutta la superficie dell’impasto;
    • ripiegare a portafoglio, in 3 parti;
    • far riposare in frigorifero per mezz’ora;
    • tirare fuori e stendere con il matterello, cercando di ottenere le dimensioni del quadrato precedente;
    • ripiegare a portafoglio in 3 parti;
    • rimettere in frigo per un’altra mezz’ora;
    • rifare il procedimento per almeno 6 volte.
  2. Tagliare dei cerchi nella pasta sfoglia con una formina, di diametro superiore al tomino di 2 centimetri.

  3. Avvolgere ogni tomino con una fetta di prosciutto crudo tagliata sottile.

  4. Su un cerchio di sfoglia, adagiare il tomino e chiudere con un altro cerchio di sfoglia, premendo i bordi con le dita.

  5. Effettuare dei tagli sulla superficie superiore dei saccottini di sfoglia ripieni ottenuti.

  6. Adagiare su una teglia ricoperta di carta forno: i pezzi devono essere ben distanziati, perché crescono in cottura.

  7. Spennellare la superficie dei saccottini con acqua (o in alternativa con tuorlo d’uovo diluito con un po’ d’acqua).

  8. Cuocere in forno preriscaldato per un quarto d’ora a temperatura 200-220°C.

Varianti

Tomino in crosta di sfoglia e speck

In questa variante, al posto del prosciutto cotto, si usano delle fettine sottili di speck per avvolgere il tomino prima di inserirlo nella sfoglia.

Curiosità e consigli

  • In commercio esistono delle sfoglie già pronte, che possono essere utilizzate per la realizzazione di questa ricetta e quindi ridurre i tempi di preparazione, perché il grosso consiste nei “riposini” della sfoglia.
  • È consigliabile bagnarsi le dita prima di unire i cerchi di sfoglia, in modo da ottenere una migliore aderenza.
  • Se avanza della sfoglia, si può surgelare e utilizzare entro due mesi.